Vai al contenuto
bonus genitori separati 2024

Cos’è il bonus genitori separati 2024? Requisiti e modalità di accesso

Condividi L'articolo su

Il bonus genitori separati e divorziati 2024 si presenta come un incentivo concesso dal governo con l’obiettivo di supportare le coppie separate, divorziate o non conviventi. In particolare, il bonus si presenta come un contributo dalla somma variabile in base ai casi che può raggiungere fino a 800 euro al mese.

In realtà, però, è bene specificare che il bonus è rivolto alle famiglie che presentano difficoltà economiche e, a causa di queste, non sono riuscite a pagare il mantenimento spettante per diritto.

Di conseguenza, si evince come per accedere al contributo è necessario rispettare determinati requisiti minimi di accesso. Inoltre, è bene specificare che la domanda può essere inoltrata fino al 31 marzo 2024. Scopri maggiori informazioni e dettagli in merito alle modalità di accesso e ai requisiti minimi.

Cos’è il bonus genitori separati e divorziati 2024 e come funziona?

Il bonus genitori separati e divorziati 2024 si presenta come un contributo fino a 800 euro al mese concesso alle coppie separate, divorziate e non conviventi che presentano difficoltà economiche.

Nello specifico, il bonus può essere richiesto nel momento in cui, durante il periodo Covid, uno dei due genitori non è riuscito a dare all’altro il mantenimento dovuto a causa di specifiche difficoltà economiche. In questi casi, quindi, il bonus si presenterà come un vero e proprio risarcimento danni del mantenimento mancato.

Per poter accedere, comunque, è necessario che il richiedente rispetti determinati requisiti minimi, legati in particolare al reddito ISEE di riferimento. Il bonus, inoltre, viene gestito direttamente dall’Inps, per cui per poter accedere è necessario inviare la richiesta direttamente sul sito ufficiale. Le domande possono essere inviate fino al 31 marzo 2024.

Infine, è bene specificare che, per quanto riguarda l’importo del contributo, questo può variare in base alla situazione economiche delle coppie stesse. In genere, comunque, il contributo può raggiungere un valore pari a 800 euro e può essere concesso per un massimo di dodici mesi. Scopri di seguito maggiori informazioni e dettagli per quanto riguarda il bonus genitori separati e le modalità di accesso.

bonus genitori separati 2024
Pixabay

Quali sono i requisiti minimi per poter accedere al bonus genitori separati 2024?

Il bonus genitori separati, di base, nasce con l’obiettivo di supportare le coppie divorziate o le coppie che non convivono. Eppure, per potervi accedere è necessario rispettare altri determinati requisiti. Uno dei principali, in particolare, riguarda il reddito ISEE di riferimento. Il genitore che invia la richiesta di accesso, infatti, deve essere in possesso di un reddito che non sia superiore a 8.174 euro.

Inoltre, è necessario che, durante il periodo di emergenza pandemica, il genitore viveva con dei figli minorenni o con dei figli maggiorenni che presentano disabilità a livello grave. In aggiunta, per poter richiedere l’incentivo, il genitore, sempre in riferimento al periodo pandemico, deve non aver ricevuto l’assegno di mantenimento. Nello specifico, è necessario che l’assegno che gli spettava per diritto non gli è stato concesso in quanto l’altro genitore era inadempiente.

In particolare, un genitore viene definito inadempiente nel momento in cui ha sospeso o cessato la sua attività lavorativa per un minimo di 90 giorni dall’8 marzo 2020 o nel caso in cui nel 2020 ha registrato un reddito inferiore del 30% rispetto il 2019.

Nel caso in cui si verificano queste due condizioni, si parla di vera e propria difficoltà economica, per cui non è possibile pagare il mantenimento all’ex compagno. Di conseguenza, in queste situazioni, il governo si offre di intervenire proponendo il bonus genitori separati con l’obiettivo di risarcire il danno avvenuto nel periodo Covid.

Come inviare la domanda di accesso per il bonus?

Per poter accedere al bonus è necessario inviare una richiesta direttamente sul sito ufficiale Inps. Nello specifico, è necessario accedere sul sito Inps nella propria area personale, che sia tramite Spid o tramite una differente identità digitale.

Dopo aver effettuato l’accesso, per inviare la domanda, sarà sufficiente accedere nella sezione dedicata alle prestazioni non pensionistiche. Qui sarà presente il servizio “Contributo per genitori separati o divorziati per garantire la continuità dell’erogazione dell’assegno di mantenimento”.

In realtà, però, è bene specificare che per inviare la richiesta è necessario che vengano rispettati determinati requisiti. Nello specifico, questi ultimi saranno verificati e certificati nel momento in cui il richiedente inviare la richiesta di accesso al bonus. Per quanto riguarda le date, le domande possono essere inoltrate sino al 31 marzo 2024.

A quanto ammonta il sostegno?

Il bonus per i genitori separati si presenta come un contributo erogato che può arrivare fino a 800 euro al mese. Nello specifico, è bene precisare che l’importo disponibile varia in base all’assegno di mantenimento che non è stato versato. Inoltre, è bene specificare che il pagamento può essere concesso per un massimo di dodici mesi nella medesima soluzione.

Il pagamento viene gestito direttamente dall’Inps e, come anticipato, per potervi accedere è necessario inviare la richiesta di accesso e rispettare i requisiti minimi. L’erogazione verrà concessa dal governo fino ad esaurimento fondi: in particolare, sono stati stanziati una somma pari a 10 milioni di euro.

bonus genitori separati 2024
Pixabay
Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News