Bessude il primo paese moderno e smart della Sardegna

Bessude diventa il primo paese moderno e smart della Sardegna. Ciò grazie al piano delle opere pubbliche che è all’insegna della sostenibilità e dell’efficientamento energetico.

Bessude un paese all’insegna della sostenibilità

Quest’anno il piano delle opere pubbliche di Bessude conferma le scelte di sostenibilità e efficientamento energetico che stanno caratterizzando l’intera Regione Sarda. Infatti, grazie al programma triennale dei lavori pubblici su una previsione di spesa complessiva di 2.021.665 euro per il 2021, oltre il 64% delle risorse disponibili, 1.299.000 euro, sono destinate a interventi riconducibili ad opere di miglioramento energetico. Tuttavia, il documento programmatico approvato dalla giunta è da sottoporre ancora al consiglio comunale.

Le iniziative sostenibili nel mondo: Essen Capitale verde europea

Le opere di efficientamento energetico a Bessude

Tra le opere più significative che saranno implementate a Bessude ci sono quelle che riguardano gli interventi di riqualificazione energetica. All’interno del Centro sociale, grazie ad un investimento di 280mila euro sono previsti interventi di smart grid. Con uno stanziamento di 278mila euro è prevista l’installazione di colonnine di ricarica per auto elettriche. E con 262milaeuro l’efficientamento energetico del palazzo comunale e di “Casa Pala”, che ospita il Mu.Me. (Museo medievale del Meilogu), con una spesa di 190mila euro. Inoltre, per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità energetica, sono previsti 100mila euro per l’efficientamento energetico e lo sviluppo territoriale sostenibile, altri 100mila euro per l’efficientamento dell’ex municipio, 90mila euro per il miglioramento di infrastrutture comunali con le energie rinnovabili.

Intervista a Pietro Raitano: gli eventi della Centrale dell’acqua di Milano

Il programma per il riordino urbano

Nell’ambito del “Programma per il riordino urbano” (Piru), “Bessude si apprezza” è un progetto molto importante per il quale il Comune aveva ricevuto 3 milioni e 230mila euro dall’assessorato. Infatti, per il 2021 è previsto uno stanziamento di 97mila euro da destinare alla redazione del “Programma integrato di riqualificazione urbanistica” e per le tre annualità successive, ciascuna con uno stanziamento di 1.050.000 euro, sono previste opere messa in sicurezza della viabilità urbana di connessione tra il centro storico ed il quartiere zona “Sa Sea”. Inoltre, sono stati previsti 103mila euro per la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua di competenza degli Enti locali, 75mila euro per l’ampliamento, la riqualificazione e la messa in sicurezza del cimitero, e 63mila euro per la bitumatura di strade nel centro abitato.

Borghi in abbandono: il posto giusto dove vivere

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Regione Autonoma della Sardegna attraverso il Servizio Sostenibilità ambientale e sistema informativo (SASI), dell’Assessorato della difesa dell’Ambiente, ha attivato il “Servizio di supporto tecnico al Centro Regionale di Coordinamento IN.F.E.A.S. (informazione, formazione ed educazione all’ambiente e alla sostenibilità) e supporto tecnico per l’attuazione degli acquisti pubblici ecologici negli appalti pubblici”. Il servizio, oltre alle attività riguardanti il tema dell’educazione ambientale, prevede in particolare diverse iniziative volte a promuovere e semplificare l’esecuzione di acquisti pubblici ecologici in conformità ai criteri ambientali minimi (CAM) emanati dal Ministero dell’ambiente.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.