Agevolazioni acquisto prima casa per under 36

Per i giovani con meno di 36 anni il Decreto Sostegni bis ha previsto una nuova agevolazione per l’acquisto della prima casa.

Scopriamo insieme allora quali sono i requisiti e come poter beneficiare delle agevolazioni sull’acquisto della prima casa per giovani under 36.

Agevolazioni acquisto prima casa per giovani under 36

Per i giovani con meno di 36 anni, e con un valore dell’Isee non superiore a 40mila euro annui, il Decreto Sostegni bis ha previsto una nuova agevolazione per l’acquisto della prima casa. Ovvero l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale. 

Queste agevolazioni possono essere richieste quindi da tutti i giovani under 36 che hanno stipulato un atto di acquisto tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022. La legge di bilancio 2022, infatti, ha prorogato di ulteriori sei mesi il termine originario del 30 giugno 2022 previsto dal decreto “Sostegni bis”.

Quali sono le agevolazioni prima casa per under 36?

Ecco nel dettaglio quali sono le agevolazioni previste per i giovani under 36 che vogliono acquistare la prima casa:

  • Per gli acquisti non soggetti a Iva, non sono dovute le imposte di registro, ipotecaria e catastale;
  • Per le compravendite soggette a Iva, oltre a non pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale, viene concesso un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva pagata al venditore, che può essere utilizzato per:
  1. pagare imposte (registro, ipotecaria, catastale) su successioni e donazioni dovute su atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
  2. pagare l’Irpef dovuta in base alla dichiarazione da presentare dopo la data dell’acquisto agevolato;
  3. compensare somme dovute tramite modello F24, in cui va indicato il codice tributo “6928”. 

Per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo non è dovuta l’imposta sostitutiva.

Requisiti per beneficiare delle agevolazioni prima casa per under 36

Le agevolazioni prima casa under 36 spettano a coloro che: 

  • acquistano la prima casa tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022 ;
  • non hanno ancora compiuto i 36 anni di età nell’anno in cui l’atto è stipulato ;
  •  hanno un ISEE annuo (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro

È necessario, inoltre: 

  • avere o stabilire la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile, entro 18 mesi dall’acquisto;
  • non essere titolari, nemmeno col coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile da acquistare;
  • non possedere un altro immobile acquistato con l’agevolazione prima casa o, se si possiede, venderlo entro un anno dalla data del nuovo acquisto.
acquisto prima casa giovani

Sono diverse le tipologie di immobili che si possono acquistare con l’agevolazione prima casa – Foto di 12138562 da Pixabay

Per quale tipologia di immobili è possibile richiedere l’agevolazione acquisto prima casa?

I giovani under 36 che vogliono beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa, se in possesso dei requisiti, possono richiederla per immobili appartenenti alle seguenti categorie catastali:

  • A/2 (abitazioni di tipo civile)
  • A/3 (abitazioni di tipo economico)
  • A/4 (abitazioni di tipo popolare)
  • A/5 (abitazione di tipo ultra popolare)
  • A/6 (abitazione di tipo rurale)
  • A/7 (abitazioni in villini)
  • A/11 (abitazioni e alloggi tipici dei luoghi).
  • le pertinenze rientranti nelle categorie C2, C6 e C7 (una sola pertinenza per ciascuna categoria catastale).

L’acquisto della pertinenza può avvenire insieme a quello dell’abitazione principale o con atto separato, purché stipulato entro il termine temporale di validità dell’agevolazione e nel rispetto dei requisiti soggettivi previsti.

Come ottenere l’agevolazione

Le agevolazioni per l’acquisto della prima casa non prevedono un’erogazione di denaro in favore dei beneficiari. Perché sono un tipo di agevolazione sotto forma di detrazione.

Trattandosi quindi di una detrazione d’imposta, va richiesta alla banca in fase di stipula del mutuo, oppure per chi non dovesse avere necessità di fare il mutuo, direttamente al notaio prima della stipula dell’atto di acquisto.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Da un’indagine realizzata dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nel primo trimestre 2022 si è registrato un rialzo del 12% di abitazioni acquistate, rispetto allo stesso periodo del 2021.
  • Relativamente alle dimensioni delle unità immobiliari, la crescita maggiore riguarda gli acquisti di abitazioni con superficie compresa tra 50 e 85 m2 (+14,5%).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Divido il mio tempo tra la professione di comunicatore pubblico e l’arte della danza contemporanea, che mi porta sui palcoscenici italiani come danzatore e coreografo. L'arte, il teatro, la danza, i viaggi e la cucina sono le mie passioni. L’incontro con Habitante è un’avventura di scrittura che mi permette di raccontare, con stimoli nuovi, i mondi che ho conosciuto e imparato ad apprezzare negli anni.