A Torino torna una Mole di Panettoni – 8ª Edizione

È giunta all’ottava edizione la fiera che ogni anno è interamente dedicata al panettone artigianale, con pasticceri e laboratori di eccellenza provenienti da ogni parte d’Italia

.

Se c’è un settore che non conosce crisi è quella dei dolci simbolo del Natale. Gli  abitanti italiani non rinunciano infatti a una fetta dei loro tradizionali dolci natalizi, tanto che le aziende artigiane che operano nel settore fanno fatica a star dietro alla richiesta dei mercati. Solo per fare un esempio, tra panettone e pandoro vengono prodotti in Italia ogni anno oltre 100 milioni di pezzi per un valore di circa 600 milioni di euro.

Le sue origini sfumano a tratti nella leggenda. È quasi certo sia nato a Milano più di 500 anni fa,  diventando uno dei dolci più celebri al mondo. Il “panaton” (come viene chiamato in Lombardia)  è un prodotto che non ha eguali, e che conserva metodi e tradizioni di produzione antichi, come quella dell’utilizzo di lievito naturale.  Negli ultimi anni sono state proposte numerose varianti: oltre al panettone liscio c’è quello con glassa, ripieno di crema, cioccolato o gelato, con o senza uvetta o frutta candita.

Una Mole di Panettoni

Così non poteva mancare un evento da dedicare a uno dei dolci più amati dagli abitanti italiani. “Una Mole di panettoni”, organizzato nella città sabauda, è ormai considerato come una tra i più importanti appuntamenti sul panettone in Italia. Se nella scorsa edizione si sono avvicendati oltre 20 mila i visitatori, quest’anno  sono attesi un numero ancora maggiore di ospiti che gusteranno le specialità di oltre quaranta artigiani pasticceri.

.

.

Tra questi, i Maestri del Gusto, selezionati dalla Camera di commercio di Torino. Tutti comunque si distinguono per un particolare: utilizzano solo ingredienti di qualità e realizzano i propri prodotti in maniera artigianale.

L’ubicazione dell’evento è come ogni anno il Principi di Piemonte, elegante hotel 5 stelle opera negli anni 1935-1936 degli architetti Vittorio Bonadé Bottino e Giovanni Chevalley,  di fronte e nel centro della città sabauda, affacciato alla più importante via dedicata allo shopping, via Roma.

 

.

Le sale raffinate della location vedranno avvicendarsi i migliori maestri pasticceri di questa arte bianca, da numerose città italiane, comprese le isole, insieme ai maestri cioccolatieri del Piemonte.

L‘agenzia di eventi Dettagli, attuale organizzatrice dell’evento, lanciò la prima edizione nelle  sale di Palazzo Cavour nel dicembre 2012 con la partecipazione di 5000 visitatori.  La seconda e terza edizione presero invece spazio nelle auliche sale storiche del Museo del Risorgimento Italiano a Palazzo Carignano nel 2013 e 2014. Dal 2015 invece le edizioni sono state ospitate nelle sale dell’Hotel Principi di Piemonte.

QUANDO: Sabato 30 Novembre e Domenica 1 Dicembre dalle ore 11.00 alle ore 20.00

DOVE: presso l’Hotel Principi di Piemonte, via Piero Gobetti 15 – Torino

INGRESSO GRATUITO

Sito Web: www.unamoledi.com
Pagina Facebook @unamoledipanettoni
Instagram @unamoledipanettoni

 

 

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il panettone è tutelato dal 2005 da un disciplinare, con ingredienti e percentuali minime per poter essere definito tale. Ad esempio i dolci vegani a forma di cupola non possono chiamarsi panettoni.
  • Viene anche esportato come dolce simbolo del Natale in moltissimi paesi. È infatti un dolce celebre anche in Argentina, Uruguay e Brasile.

 

Organizzarsi per il cenone senza impazzire

 

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA