Vivere con piccoli animali: i consigli di animalidacompagnia.it

Un animale domestico migliora la qualità della vita, ad esempio diminuendo la sensazione di solitudine, perfezionando le relazioni sociali, aiutando a mantenersi in forma,  potenziando il buonumore, ecc.

Eppure ogni anno in Italia vengono abbandonati circa  200 000 solo tra cani e gatti. Le motivazioni principali che possono portare le persone ad abbandonare un animale (cosa che, ribadiamo, è punita dalla legge) sono vari. Dalle cucciolate indesiderate ai cambi di domicilio, da scelte dettate da fattori economici alla perdita di interesse per l’animale. Alla base vi è sempre l’incoscienza di chi non si rende conto dell’impegno che può star dietro alla cura di un animale che, dobbiamo ricordarci, è un essere vivente con molte esigenze e non un mero giocattolo.  Comporta dunque dei doveri oltre che dei diritti.

Proprio per aumentare il senso di consapevolezza dei proprietari e la qualità della vita dei nostri piccoli amici nascono progetti come il portale  animalidacompagnia.it, in collaborazione con l’Università di Camerino, l’Unione Consumatori, la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani, il S.I.Ve.M.P. e la Società Italiana Medicina Veterinaria Preventiva che si impegnano con le loro attività a migliorare il benessere di nostri piccoli amici e quelli delle persone che se ne prendono cura.

Il portale, rivolto ai proprietari di PET, è il punto di unione tra proprietario e veterinari, istituzioni, allevatori ed operatori del settore. Raccoglie ogni giorno notizie di attualità, igiene e salute, rubriche, eventi e servizi riguardanti gli animali da compagnia e non solo. Tutti punti che hanno un obiettivo: diffondere la cultura del rispetto, secondo cui una una società rispettosa degli animali è una società migliore.

Prima di tutto, il sito cerca di insegnare come far convivere il proprio animale domestico con il resto della famiglia o, se si vive in un condomino, con il resto degli abitanti. Se ad esempio abbiamo un cane che abbaia spesso o rompe oggetti quando rimane da solo in casa, dobbiamo prendere provvedimenti prima che possa arrecare disturbo a qualcuno.

Ci siamo mai posti la domanda se il luogo per dormire, cuccia, cesta, gabbietta o acquario che sia abbia le dimensioni, le caratteristiche, la temperatura, l’arieggiamento e l’illuminazione più idonea per non far diventare un incubo la vita dell’animale?  Quali sono i diritti degli animali e le responsabilità dei proprietari?  E i consigli utili per viaggiare con loro in sicurezza?

Migliorare la qualità della vita dei nostri piccoli amici, migliora anche la nostra. Questo è un piccolo tassello in più che aiuta a farlo rendendoci più consapevoli.

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu? 

  • Alcune regioni si stanno attrezzando per accogliere anche in spiaggia i nostri piccoli animali. Come le spiagge del sito  animalido.it, nelle Marche.
  • Il sito del Ministero della Salute nella sezione cani, gatti & Co. offre numerosi consigli, ad esempio su come portare in viaggio in sicurezza i nostri animali da compagnia.
  • Sempre animali da compagna ha stilato un elenco delle mete Pet Friendy in Europa

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Post Tags
Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.