Verde Tiffany: i consigli dell’architetto per usarlo in casa

Verde Tiffany nell’arredamento: una scelta di stile per la casa moderna

Il Verde Tiffany nell’arredamento è molto richiesto, specie da chi ama lo stile vintage e lo shabby chic. Si tratta di un colore molto particolare, con una storia altrettanto curiosa. Per semplificare potrebbe sembrare un color verde acqua, in verità questo colore è protetto da copyright e classificato con il numero Pantone PMS 1837. 

Pantone 2022 Very Peri per una casa di tendenza

La storia del Verde Tiffany

Il verde Tiffany è un colore iconico per definizione. Alcuni vedono in questa nuance toni di colore tendenti al blu altri invece al verde, non a caso è anche detto Tiffany Blue. In verità questo colore è un colore ben preciso, registrato tra i colori Pantone con un proprio numero il PMS 1837

La storia di questo colore è strettamente legata a quella della famosa gioielleria americana Tiffany. Il verde Tiffany venne selezionato dal fondatore Charles Lewis Tiffany per la copertina del Blue Book, il catalogo della collezione annuale dei gioielli artigianali di Tiffany, pubblicati a partire dal 1845.

Questo colore è stato usato per molto tempo da Tiffany & Co così come il packaging prima di essere brevettato dall’azienda nel 1998. In seguito nel 2001 Tiffany & Co. in collaborazione con Pantone ha creato “1837 Blue” registrando così il colore come colore Pantone.

Verde Tiffany arredamento

Verde Tiffany: i consigli dell’architetto per usarlo in casa-Shutterstock di Lysikova Irina

Arredare con il Verde Tiffany

Il verde Tiffany è un colore rilassante e di grande effetto. Adatto in ogni stanza specie negli ambienti più funzionali: bagno e cucina in primis. 

In cucina uno degli abbinamenti perfetti è con il verde salvia. Le due tonalità di verde, si possono usare ad esempio per colorare ante e para schizzi ma attenzione, non si deve mai eccedere con i toni saturi. Il verde Tiffany ha chiari richiami allo stile anni ‘50, non a caso molti elettrodomestici in stile sono proprio di questo colore.

In bagno il verde Tiffany è perfetto per creare un effetto marino. Lo si può usare per le piastrelle e per i mobiletti. Ma attenzione, anche in questo caso è bene stemperarlo con il bianco dei sanitari e delle altre piastrelle.

Questo colore si presta anche per la camera da letto o il living. Dona freschezza e tranquillità dando allo stesso tempo carattere alla stanza. In soggiorno può essere usato per dipingere una parete, meglio se nelle nuance pastello. Invece, in camera da letto può rivelarsi il colore giusto per la testiera del letto

Realizzate le pareti con il verde Tiffany si possono poi inserire anche degli accessori o tessuti. Come tende o cuscini, che dialogano con questo colore tono su tono o giocando sul contrasto.

In soggiorno il verde Tiffany lo si può affiancare a colori materici come il legno o ai toni neutri e tenui. Tipo il beige, il marrone e ovviamente il bianco.

Stucco veneziano, una finitura affascinante e funzionale

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il verde Tiffany è usato anche per gli abiti in occasione di matrimoni. In particolare, negli Stati Uniti è quasi una tradizione vedere le damigelle d’onore della sposa vestite con questo colore. E se anche l’abito della sposa è in Tiffany il suo vestito dovrà essere di qualche tono più chiaro rispetto a quello delle damigelle.
  • Il Verde Tiffany è stato registrato come numero Pantone PMS 1837. Il numero 1837 è stato scelto di proposito e si riferisce all’anno di fondazione di Tiffany.
  • Secondo i dati rilevati dall’Osservatorio sulla Casa nel 2019 tra coloro che aveva effettuato una ristrutturazione, la scelta dei prodotti da usare ha visto come principale canali d’informazione il passaparola tra amici e familiari (36%), seguito da siti internet di negozi con il 25% e comparazione di prezzo sui siti per il 24%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post