Una casa al lago tra benefici per la salute e interessanti scelte di arredamento

Avere una casa al lago può essere un’esperienza di vita rilassante e piacevole.

Il paesaggio lacustre piace a livello visivo e attira turisti da ogni dove. In Italia abbiamo la fortuna di avere molti magnifici laghi, luoghi di pace incontrastata con paesaggi incantevoli.

L’interesse per queste zone geografiche è stato dimostrato proprio dall’analisi di alcuni dati immobiliari che dimostrano quanto i tedeschi investono nel nostro paese per acquistare una casa al lago.

Perché scegliere una casa al lago?

Non si tratta solo di buon clima: le acque hanno sul cervello umano un effetto relax senza eguali poiché offre la possibilità di svolgere tante attività dinamiche che giovano allo stato generale di salute.
Il blu del cielo che si rispecchia nelle acque è rassicurante e respirarne l’aria è davvero salutare. L’essere Umano è fatto in gran parte d’acqua, soprattutto il nostro cervello che ne è composto per ben tre quarti.

L’acqua è direttamente legata alla felicità. Per questo vivere in una casa al lago, ma anche al mare o sul fiume, è di grande beneficio per il benessere psico-fisico dell’uomo. Lo conferma il ricercatore associato dell’Accademia della Scienza della California Wallace J. Nichols, in un libro dal titolo Blue Mind (Mente e Acqua). Dopo 10 anni di ricerca scientifica, con questo saggio è riuscito a spiegare il legame tra benessere mentale e contatto con l’acqua, elemento che stimola il cervello umano a rilasciare sostanze chimiche direttamente legate alla felicità come la dopamina, l’ossitocina e la serotonina.

A supportarlo ci sono numerose ricerche, come quelle condotte dalla Michigan State University oppure quelle eseguite in Nuova Zelanda da alcuni ricercatori. Anche questi gruppi di ricerca sono giunti alla conclusione che vivere nelle vicinanze dell’acqua apporta notevoli benefici alla psiche. Ecco dunque, che il cosiddetto spazio blu diventa il luogo ideale dell’abitare, un vero e proprio investimento, non solo a livello economico ma anche, e soprattutto, a livello salutare.

casa al lago

Foto di mervas su Shuterstock

Come arredare una casa sul lago

Una casa al lago va arredata con cura, in modo da rafforzare quell’idea di benessere che circonda l’ambiente. Sia l’esterno che l’interno di una casa sul lago devono intonarsi nel miglior modo possibile all’ambiente che li circonda. L’azzurro, colore cardine della casa, si intona perfettamente con una tonalità che richiami il giallo del sole. Qualsiasi sia la variante scelta, impiegare il giallo nella decorazione degli interni porta in casa un senso di allegria e di vivace dinamismo.

I gialli sono suddivisi fondamentalmente in tre gruppi, e danno vita a tonalità morbide e chiare con il giallo primula o il giallo panna. Sono nuance più che adatte a creare un’atmosfera distensiva ma se si vuole creare un look abitativo frizzante e giovanile, la colorazione giusta è quella forte del giallo limone, mentre tutte le gradazioni intense di giallo come il giallo oro e l’ocra sono adatte per dare tono a piccoli particolari da distribuire attentamente negli spazi.
Dunque, attingendo alla ricca varietà dei gialli, è possibile decorare i diversi locali della casa al lago dando a ciascuno una sua particolare nota.

Il giallo tenue: una nuance di relax

Il giallino tenue può creare piacevolissimi risultati d’arredo.
Con una punta di rosso e del bianco, si ottengono preziosissime tonalità pastello che la maggior parte delle volte vengono usate come alternativa più morbida al bianco puro per ottenere uno sfondo neutro ma non troppo freddo, in grado di mitigare altri colori vivaci, soprattutto in presenza di note blu e azzurro.
È importante ricordare che il modo di percepire i diversi toni di questa nuance varia molto in funzione della luce e dei colori a cui viene accostata. In una stanza molto luminosa quindi, le pareti color giallo panna risulteranno fresche e chiare in una giornata di sole, ma quando il cielo è nuvolo con molta probabilità saranno un po’ scialbe.

Il giallo chiaro è ideale in cucina, ovvero nello spazio più ‘caldo’ dell’abitazione, a meno che la casa al lago sorga in zone caratterizzate da un clima mite, dove la tipologia di luce naturale percepita è diversa. Per dargli energia bisogna ricorrere alla tecnica del contrasto, quindi è necessario servirsi di altri colori naturali come l’albicocca e l’azzurro.
Un ottimo abbinamento è quello del giallo pastello con il grigio chiaro. Pareti gialle e moquette grigia, ad esempio o nell’abbinamento tra tende e i cuscini.
Per un aspetto più vissuto nella vostra abitazione, usare il giallo pastello come sfondo per il rosso terracotta o per il rosso scuro.

Giallo freddo e giallo scuro: un senso di intimità

Aggiungendo al giallo una punta di blu si ottengono tonalità lievemente verdine come il giallo limone, il giallo primula e il giallo acido, toni di giallo più freddi e stravaganti.
Il giallo limone va accostato con il bianco, il grigio e le tinte naturali, mentre il giallo primula è perfetto per dare risalto alle diverse tonalità del porpora, dal lilla chiaro al rosso lampone più intenso. Sono ideali per essere impiegate nel pianerottolo e in tutti gli angoli scuri dell’abitazione, poiché li accendono con riflessi luminosi.

Con il senape e l’ocra o i toni più solari del giallo girasole o ranuncolo, le tonalità scure del giallo sono sempre calde e vivaci. Perfette per ambienti domestici allegri, che facciano sentire a proprio agio sia chi la casa la vive chi la visita.
È un tipo di giallo per stanze molto grandi che solitamente danno senso di vuoto. Le pareti trattate con queste tinte calde e scure, infatti, chiudono visivamente la camera, facendola apparire più piccola e decisamente più raccolta per creare un’atmosfera più intima.

Langisjór: il più bel lago nella terra di Game of Thrones

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In Italia ci sono oltre 1.500 laghi, i più grandi dei quali si concentrano al nord.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it