Sci estivo, ecco le piste dove sciare durante l’estate

Nell’immaginario comune lo sci è uno sport invernale, che si pratica solo nei mesi freddi dell’anno, invece i veri appassionati non rinunciano a percorrere le piste neanche in estate. Lo sci estivo è molto apprezzato sia dagli atleti, che continuano ad allenarsi anche durante la bella stagione, che dagli instancabili delle discese che non vogliono rinunciare alle fresche temperature montane. I cambiamenti climatici ovviamente hanno influito anche sulle aperture delle piste e alcuni luoghi, come la Marmolada, Presena e Valsenales, hanno dovuto rinunciare allo sci fuori stagione chiudendo le stazioni nei mesi più caldi, per questo in Italia sono solo due i luoghi dove si può praticare lo sci estivo, vediamo insieme quali sono.

 

Passo dello Stelvio in Lombardia

Il Passo dello Stelvio è l’unica località italiana dove si pratica esclusivamente lo sci estivo, qui infatti non è possibile dedicarsi allo sci invernale perché la strada statale 38, che porta al Passo da Bormio, in inverno non è percorribile a causa della neve e perciò resta chiusa. Ci troviamo in Lombardia, nel Parco Nazionale dello Stelvio, il parco nazionale più grande, che si trova in provincia di Sondrio, qui la stagione sciistica inizia a giugno e finisce a novembre. Inaugurata il 07 giugno con ottime condizioni di innevamento, dovute alle straordinarie condizioni meteo che si sono verificate a maggio, che hanno regalato una primavera nevosa. Dal Passo dello Stelvio si raggiunge Punta degli Spirito con una funivia e un funifor che portano da 2700 ai 3450 metri, dove si trova un buon numero di tracciati, circa 20 km, serviti da alcuni skilift. Questo è il luogo ideale per chi vuole imparare a muoversi sulla neve, i pendii sono dolci e indicati a tutti, ed è un luogo molto apprezzato anche per chi si vuole allenare per la stagione invernale.


Sci estivo dal 1° giugno al 3 novembre 2019

Impianti di risalita del ghiacciaio dello Stelvio aperti dalle 7.30 alle 17.30

sciovie aperte dalle 7.30-12.30 / 13.30- 15.30


shutterstock_gorillaimages

Breuil Cervinia in Valle D’aosta

Un’altra meta italiana per gli amanti dello sci estivo è la Valle d’Aosta, dove si trova il comprensorio sciistico di Breuil Cervinia, tra i più grandi e spettacolari d’Italia. Qui si scia tutti i giorni da giugno a settembre sul Plateau Rosà e i tracciati sconfinano sul territorio svizzero di Zermatt dove è possibile sciare sulle piste più alte d’Europa, a 3900 metri di quota. Le piste sul versante italiano restano chiuse nei mesi più caldi ma le funivie permettono di raggiungere le piste elvetiche che restano sempre aperte. Attenzione perché è possibile accedervi solo con lo skipass internazionale e un documento d’identità valido. La quota elevata del ghiacciaio garantisce neve compatta per tutta la stagione, con piste di ogni livello, le temperature sono più miti rispetto all’inverno, però bisogna fare attenzione al sole e utilizzare sempre la giusta protezione per evitare di scottarsi. Queste piste sono molto frequentate dai grandi campioni dello sci alpino e dello snowboard che le scelgono per allenarsi in vista delle gare internazionali.


Sci estivo dal 29 giugno 2019 al 8 settembre 2019

Orari di apertura impianti 7.40- 13.00 dal 29.06 al 18.08 e 9.00- 14.00 dal 19.08 al 8.09


 

Sci estivo in Europa

Come abbiamo visto una delle mete per lo sci estivo è la Svizzera, qui oltre che a Zermatt, nel cantone del Vallese, si scia anche a Saas Fee, non molto lontano dal confine, dove si pratica lo sci estivo su un ghiacciaio a 3600 metri su 20 chilometri di piste. In Francia la meta più apprezzata per lo sci estivo è Les 2 Alpes, famosa per lo snowpark e per le numerose attività complementari allo sci, oltre che per la vita notturna e i locali. Mentre in Austria, a Hintertux gli impianti sono aperti tutto l’anno e offrono 9 impianti di risalita e 21 piste.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il Giro d’Italia è transitato dal Passo Stelvio per 9 volte e per 3 volte, nel 1965, 1972 e 1975, è stato il traguardo finale. Nel 1953 su questa salita Fausto Coppi staccò Hugo Koblet nella penultima tappa, la Bolzano-Bormio, conquistando la maglia rosa e trionfando così per la quinta volta al Giro.

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it