Ristrutturare il soggiorno: idee e costi

La zona giorno è la parte della casa più utilizzata: la sua ristrutturazione richiede un progetto attento ed accurato.

Ristrutturare il soggiorno non è complesso ma, essendo l’ambiente più vissuto, necessita di un’attenta suddivisione delle zone (area relax, zona pranzo, area conviviale) e di un’accurata scelta di mobili, complementi e sistemi tecnologici – domotici. È fondamentale un armonioso connubio di funzionalità ed estetica.

Tante idee per ristrutturare il soggiorno

Una tendenza di oggi è quella di creare un unico ambiente cucina-soggiorno. Gli open space rendono la casa più spaziosa ed ospitale. Ecco tante idee per ristrutturare il soggiorno di casa.

1. Uniformare gli ambienti

Trattandosi della ristrutturazione di un soggiorno-cucina, un’ottima idea è senz’altro quella di uniformare rivestimenti, tinte delle pareti, mobili, porte e finestre, in modo da rendere armonioso l’ambiente. Attenzione alla scelta dei complementi d’arredo: in questo contesto è importante che non vengano inseriti doppioni. Per ricavare un po’ più di spazio, si può decidere di inserire all’interno del soggiorno un soppalco, per realizzare una zona relax o un piccolo angolo studio-lavoro. Anche in questo caso è consigliabile tenere a mente il concetto dell’uniformità degli stili.

Ristrutturare il soggiorno: idee e costi

shutterstock Di Photographee.eu

2. Scegliere porte scorrevoli e pareti vetrate

La porta scorrevole (esterna o nascosta, con o senza vetrata) è la scelta ideale per chi ama gli ambienti unici ma vuole riservarsi la possibilità di proteggere il soggiorno da eventuali fumi o odori provenienti dalla cucina. In tal modo è possibile anche avere una maggiore privacy. Le pareti vetrate risultano molto apprezzate in quanto offrono luminosità all’ambiente di casa, facendolo sembrare anche più spazioso.

Ristrutturare il soggiorno: idee e costi

PORTA DA INTERNO SCORREVOLE FACTORY GREZZA Leroy Merlin

3. Preferire arredi su misura

Per una perfetta ristrutturazione del soggiorno (soprattutto in case dalle forme irregolari o di piccole dimensioni) è bene considerare l’utilizzo di alcuni arredi particolari, realizzati su misura. Questi ultimi ottimizzano gli spazi e offrono infinite possibilità di scelta nelle finiture e nei materiali. Stesso discorso vale per le rifiniture in cartongesso: oltre ad essere su misura, consentono un risparmio sull’acquisto dei mobili.

4. Studiare un buon impianto domotico

Proprio perché il soggiorno è l’ambiente della casa maggiormente abitato, è fondamentale nella ristrutturazione dedicare particolare attenzione agli impianti domotici. Non si tratta solo di scegliere il tipo di dispositivo ma di identificare quello giusto in base alla metratura, all’esposizione, all’altezza dell’interno da rinfrescare, riscaldare, illuminare. Lo studio di un buon impianto in soggiorno migliorerà senz’altro lo stile di vita degli inquilini riuscendo a combinare esigenze di comfort e di budget.

Ristrutturare il soggiorno: idee e costi

shutterstock Di Archi_Viz

Quanto costa ristrutturare il soggiorno

È praticamente impossibile prevedere i costi di ristrutturazione di un soggiorno. La spesa finale sarà influenzata da metratura, demolizioni (quando si tratta di unire due spazi a sé stanti), ricostruzioni (nel caso in cui si vogliano separare due spazi), complementi d’arredo e mobili che si decide di rinnovare. Tutti gli altri interventi, come il ripristino di pavimentazione e rivestimenti, la tinteggiatura, la realizzazione di rifiniture in cartongesso e la sostituzione degli infissi, sono in linea con i prezzi di qualsiasi altra zona della casa. Il costo della ristrutturazione del soggiorno, dunque, è determinato dalla somma dei punti sopraelencati e può variare da poche centinaia a diverse migliaia di euro.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Unire il soggiorno alla cucina creando un open space, è oggi un must. Fino al 2011, il 57% di coloro che ricercavano casa, desiderava una cucina separata dalle altre zone. Negli ultimi anni si è registrata un’inversione di tendenza e tale percentuale si è ridotta al 30%. Gran parte dei potenziali compratori sogna oggi un open space, senza distinzione tra ambiente cottura e soggiorno.
  • Leggi anche 5 cose a cui pensare prima di iniziare una ristrutturazione
  • Leggi anche Pillole di Interior Design:

– La scelta dei pavimenti

– Le cucine più amate del momento

– Arredare un open space

– Arredare casa con i cuscini

Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

Come creare e arredare una parete attrezzata

La scelta delle porte interne

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web