Quello che devi sapere per scegliere i pavimenti di casa

Arredare non significa solo selezionare gli arredi secondo il proprio gusto. Nel progetto di una casa ogni elemento contribuisce a definire lo stile, questo vale anche quando si deve scegliere i pavimenti.

Materiali e finiture per imparare a  scegliere i pavimenti di casa

Nel corso di una ristrutturazione d’interni uno degli step fondamentali è quello che ci vede impegnati nello scegliere i pavimenti.

Così come i rivestimenti murali, anche le pavimentazioni non sono dettagli. Tutt’altro, oltre ad essere superfici di calpestio con una chiara funzione architettonica, sono elementi importanti che contribuiscono a dare carattere e identità alla casa.  

Consigli per rifare i pavimenti in una casa abitata

Prima di parlare delle caratteristiche estetiche dei materiali occorre fare una iniziale distinzione tra le pavimentazione per esterni e le pavimentazione per interni. 

Le caratteristiche di un pavimento per esterni 

I pavimenti per esterni sono sottoposti a sollecitazioni diverse rispetto ai pavimenti interni. Si pensi, ad esempio alle pavimentazioni utilizzati nelle zone destinate al passaggio di auto ed alle aree di parcheggio. Non di meno i pavimenti per esterni devono anche avere delle caratteristiche che possano renderli resistenti ai fenomeni atmosferici e ai conseguenti sbalzi di temperatura.  E’ per questo che le piastrelle da esterno dovrebbero essere ingelive ed avere un elevato codice di antisdrucciolo, un valore definito dalle normative che indica il coefficiente di scivolosità.

 I materiali consigliati per i pavimenti esterni

Per poter scegliere i pavimenti da esterni più adatti alle proprie esigenze, occorre tener presente la destinazione d’uso. Sapere quindi che se si sta selezionando il pavimento di un bordo piscina piuttosto o di un vialetto carrabile, ci sono aspetti diversi da prendere in considerazione.

Infatti la pavimentazione di una piscina, essendo una zona sottoposta a continui schizzi d’acqua, dovrà avere caratteristiche impermeabili e antiscivolo. Mentre nel vialetto carrabile la pavimentazione dovrà essere in grado di sostenere i carichi elevati a cui sarà sottoposta, ben diversi da quelli di una normale terrazza o di un balcone.

Anche le condizioni climatiche di un luogo possono influire sulla tipologia di pavimentazioni più adatte. Per esempio, nelle località in cui si hanno piogge intense e inverni molto rigidi, si dovrebbe scegliere pavimentazioni drenanti, realizzate con materiali resistenti al gelo e agli sbalzi termici.

 Tra i materiali per pavimentazioni esterne, il più usato è il gres porcellanato ideale soprattutto quando è necessario un materiale resistente. In alternativa si può sempre scegliere il decking, il cosiddetto parquet per esterni, il cotto o la pietra. 

Suggerimenti per scegliere i pavimenti negli interni

Sia che si tratti di scegliere i pavimenti di un interno che di un locale esterno è sempre fondamentale valutare oltre agli aspetti tecnici le caratteristiche estetiche.

Optare per  un materiale piuttosto che un altro, contribuisce a creare effetti diversi.  Per esempio, in un interno moderno dove si vuol ricreare uno stile industrial, la soluzione ideale potrebbe essere un pavimento in cemento.  Mentre il parquet è più adatto a chi cerca di ricreare in casa un’atmosfera calda e domestica. Anche se il risultato finale dipende molto dal tipo di legno che si decide di posare.

 Il pavimento dovrebbe essere scelto in armonia con gli arredi, perché tutto concorre a realizzare l’effetto finale. E’ così che  in una casa arredata con mobili contemporanei dallo stile minimale, potrebbero trovare la loro miglior ambientazione dei pavimenti  in resina o delle piastrelle in gres di grande formato con colori neutri. Mentre in una casa dallo stile rustico l’ideale sono il cotto o la pietra . 

Come scegliere i pavimenti di casa

 Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  •  Nelle zone di mare quando si deve realizzare una pavimentazione esterna per poter scegliere il materiale si deve tenere in considerazione  anche la resistenza alla corrosione e all’umidità.
  • Per risparmiare tempo e denaro in alcuni casi è possibile realizzare un pavimento nuovo sovrapponendolo a quello vecchio. Tuttavia occorre sempre valutare prima se ci sono le condizioni perché si possa optare per questa soluzione.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it