Le fasi lunari in agricoltura

Per tradizione i contadini seguono le fasi lunari per organizzare la loro attività agricola. Da secoli si pensa che influenzino il raccolto, anche se dal punto di vista scientifico si è un po’ scettici. Per credenza popolare si dice che bisogna tener conto delle fasi lunari in agricoltura per avere raccolti cospicui.

Le fasi lunari e il calendario lunare

L’idea di tener conto del calendario lunare per dedicarsi alla semina è molto antica, ma non si tratta solo di superstizioni popolari. L’influenza della luna sulla Terra è reale, infatti la luna può provocare l’innalzamento delle maree ed ha anche legami con il corpo umano in relazione alla crescita di unghie e capelli. La luna ha un’influenza sul mare, quanto sull’umidità nel terreno, questo è un fattore che condiziona la crescita delle piante, infatti i semi piantati assorbono la maggior parte dell’umidità nei giorni di luna piena.

Eclissi di Luna: questa sera visibile anche dall’Italia

Le fasi lunari in agricoltura

Sono tanti i contadini che svolgono le attività agricole seguendo il calendario lunare. La luce lunare infatti, come la luce solare, influisce positivamente sulla circolazione della linfa nelle piante. La luna crescente favorisce lo sviluppo delle piante e le protegge da germi diventando un sostituto di fertilizzanti e sostanze chimiche. La luna calante invece, segna il periodo della semina, infatti la linfa va nelle radici e le rimpolpa.

Quali sono le fasi lunari

L’influsso della luna sulla coltivazione dipende da quattro fasi lunari, ognuna delle quali dura circa sette giorni. Il calendario lunare seguito dai contadini durante la coltivazione è così suddiviso:

  • Luna nuova: la Terra è tra il Sole e Luna, e la sua ombra oscura buona parte della superficie lunare. In questo periodo i contadini seminano la cicoria e innestano prugne e ciliegi.
  • Luna crescente: è la mezzaluna ‘a ponente’. Questa luna inizia a crescere circa 1 settimana dopo la luna nuova. Durante questa settimana si trapianta la lattuga, le cipolle, le patate e le fragole. Si seminano i pomodori, cavoli neri invernali e cavoletti di Bruxelles.
  • Luna piena: in questa fase la luna è completamente illuminata e sferica. È il momento migliore per piantare aglio bianco, cipolla bianca e rossa, carote, lattuga estiva, radicchio, piselli e asparagi.
  • Luna calante: alla fine del ciclo, tre settimane dopo la luna nuova, la luna è a ‘levante’. E si seminano piselli, prezzemolo, basilico ed erbe aromatiche, potate meli, peri e viti.
fasi lunari e agricoltura

www.unsplash.com

La tradizione contadina quindi aspetta la luna crescente per seminare gli ortaggi che crescono al di sopra del terreno e la luna calante per seminare gli ortaggi che crescono sotto terra.

50 anni fa sbarcammo sulla Luna

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Il fenomeno detto della Luna blu, Blue Moon in inglese, vede la presenza di ben due lune piene nell’arco dello stesso mese lunare.
  • In inglese la Luna rossa viene definita con il termine Blood Moon, Luna di sangue. Il nome deriva dalla tipica colorazione porpora assunta perché i raggi del sole passano attraverso l’atmosfera terrestre

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.