Gas refrigerante per climatizzatori: R32 o R410A quale scegliere?

Per trovare sollievo durante le calde giornate estive l’installazione di un climatizzatore può essere sicuramente d’aiuto. Ma come scegliere quello giusto? Uno dei fattori da analizzare per la scelta è il gas refrigerante che utilizzano: R32 o R410A, vediamo insieme quale scegliere.

Gas refrigerante per climatizzatori: R32 o R410A quale scegliere?

Durante i mesi estivi i condizionatori fissi sono tra i grandi elettrodomestici più utilizzati, ma anche quelli che inquinano maggiormente. Questo perché, per il loro funzionamento, utilizzano gas refrigerante dannoso per l’ambiente perché intacca lo strato di ozono. Negli ultimi anni l’installazione dei climatizzatori si è diffusa a tutte le latitudini e per limitare le conseguenze negative sull’effetto serra l’Unione Europea ha stabilito importanti limitazioni sulle tipologie di gas refrigeranti da utilizzare. Oggi in commercio esistono due tipologie di gas refrigeranti: R32 o R410A. Il più diffuso e impiegato nei vecchi sistemi di climatizzazione è il gas R410A, una combinazione al 50% tra il gas R32 e il gas R125, gli studi effettuati però hanno rilevato che questo gas ha un forte impatto sull’ambiente, mentre le ultime ricerche hanno stabilito che il gas R32 risulta essere meno impattante sull’atmosfera ed è considerato in linea con le normative europee di riferimento. Per cui entro il 2025 il gas R410A verrà progressivamente sostituito dal gas R32.

gas refrigerante r32

shutterstock_Di fizkes

Il regolamento sull’impiego dei gas refrigeranti R32 o R410A

A normare l’impiego dei gas refrigeranti è il regolamento Europeo nr. 517/2014 sugli F-Gas, cioè i gas fluorurati a effetto serra, in termini di emissioni di CO2 equivalente. Questo regolamento stabilisce una serie di obblighi che entreranno in vigore definitivamente nel 2025 che vieteranno l’utilizzo di gas con un indice GWP maggiore di 750. 

Come scegliere il climatizzatore portatile più silenzioso

Le caratteristiche del gas refrigerante r32

  • L’indice GWP, ovvero il potenziale di emissione di CO2, del gas del R410A corrisponde a 2088, mentre quello del gas R32 è di 675, un terzo rispetto al gas R410A;
  • è un gas puro, caratteristica che permette una ricarica più rapida e semplice, ed anche di essere riutilizzato,
  • prevede l’impiego di una quantità inferiore di gas rispetto al R410A;
  • è un gas ecologico, qualità che rende i climatizzatori che lo impiegano tra quelli considerati migliori in commercio;
  • ha un’efficienza energetica superiore a quella della miscela R410A;
  • Il suo valore ODP – Potenziale di Eliminazione dell’Ozono è pari a zero.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Tutti i gas refrigeranti hanno un impatto sullo strato d’ozono e contribuiscono a generare l’effetto serra. Questo dato è misurato attraverso un indice chiamato GWPGlobal Warming Potential, che indica quanto una certa emissione di gas vada ad impattare sull’effetto serra. 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province