Come scegliere il climatizzatore portatile più silenzioso

La calda stagione tanto desiderata porta con sé l’esigenza di rinfrescare l’aria indoor: ecco come scegliere il climatizzatore portatile più silenzioso.

Quanto è importante che il condizionatore in casa non faccia rumore? Sicuramente incide tanto nella scelta del prodotto da acquista. È un aspetto che sembra banale e al tempo stesso difficile da conoscere prima dell’acquisto.

Come scegliere il modello di climatizzatore portatile più silenzioso

climatizzatore portatile più silenzioso

Shutterstock – cigdem

Non esiste il condizionatore perfetto, tutto va regolato in base alle esigenze della famiglia e della casa. In commercio esiste una grandissima quantità di prodotti simili dai brand e dalle fasce di prezzo più disparate. Allora come fare per individuare quello giusto?

Il primo aspetto da considerare è la presenza o meno del tubo a muro. Si tratta del collegamento tra ambiente esterno e l’aria calda che il condizionatore espelle verso l’esterno: il tubo può espellere l’aria calda attraverso il muro o una finestra. Il sistema serve per non far tornare in circolo l’aria calda estrapolata.

Attenzione a fare differenza tra climatizzatore e condizionatore

climatizzatore portatile più silenzioso

Shutterstock – Mile Atanasov

 

Il condizionatore, grazie all’uso di un gas, quando è in azione, va a raffreddare l’aria consentendoci la regolazione della velocità della ventola, ma non della temperatura. Mentre il climatizzatore svolge una doppia azione: va a raffreddare l’aria, ma anche a deumidificarla permettendoci di impostare temperatura e umidità desiderate. In ultimo, grazie a una pompa di calore, il climatizzatore più riscaldare gli ambienti interni della nostra casa. Quindi si tratta di uno strumento utile tutto l’anno!

In ultimo, bisogna considerare un parametro tecnico importante per la scelta del climatizzatore portatile più silenzioso: il numero dei BTU. Questa sigla sta ad indicare la potenza del nostro strumento e, in base alle dimensioni e alle caratteristiche della casa, deve avere un certo valore per poter realmente incidere sul microclima indoor.

Climatizzatore portatile o fisso?

Rispetto ai modelli fissi, scegliere il climatizzatore portatile più silenzioso è semplice, meno oneroso e meno rischioso. Banalmente, il fatto stesso che possono essere spostati nelle varie stanze della casa, consentono una maggiore fruibilità del dispositivo, che altrimenti non avrebbe.

Il climatizzatore portatile più silenzioso del 2019

climatizzatore portatile più silenzioso

Shutterstock – doomu

 

Secondo una classificazione degli utenti che acquistano online, la lista delle preferenze degli utenti ricade su 3 modelli principali:

-Trotec PAC 4600 (54 dB)

-Olimpia Splendid Silent 10 (61 dB)

-Pinguino PAC N87 Silent (63 dB)

I tre differenti modelli hanno caratteristiche simili ma prezzi medi molto differenti. Quest’ultimo punto è sicuramente un aspetto importante da considerare nell’investimento familiare.

Il primo climatizzatore indicato, Trotec PAC 4600, è il più potente dei tre: ha una potenza circa doppia rispetto agli altri, mantenendo però un silenzio che garantisce il comfort acustico. Il vantaggio del secondo, Olimpia Splendid Silent 10, invece, sta nel fatto che è un modello che si attesta mediamente nei decibel accettabili per un uso normale. Seppur la sua potenza non è altissima, riesce sui 10,000 BTU a raffrescare una stanza di 20 mq. Un altro vantaggio è il basso consumo, quindi minore sarà il costo sulla bolletta.

In ultimo troviamo poi Pinguino PAC N87 Silent, che garantisce un buon equilibrio acustico, grazie alla riduzione in partenza del rumore che emette il compressore. I costi del dispositivo sono ridotti, come i suoi decibel e i consumi. Rispetto ai precedenti, il rumore che si percepisce è molto simile a una conversazione normale tra due persone: quindi, attenzione se siete amanti del silenzio assoluto per dormire, potreste trovarlo leggermente fastidioso.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Perché i climatizzatori fanno rumore? Il rumore emesso dai dispositivi è dovuto principalmente a due componenti: la ventola e il compressore. La ventola genera rumore dovuto alla rotazione delle pale; il compressore va a comprimere un fluido allo stato gassoso che diventa liquido. La generazione di questa differenza di pressione crea il rumore che sentiamo.
  • Qualsiasi compressore, anche quello per gonfiare gli pneumatici o quello del frigorifero, emettono rumore, ed è una legge della fisica a cui non possiamo contravvenire. Ciò che si può fare è cercare di isolare il rumore, ma non si può eliminare del tutto. Un esempio tipico è quello del climatizzatore fisso: il compressore, che emette rumore, è fuori dalla casa e lo sentiamo molto meno, ma basta uscire fuori per sentire bene quanto sia fastidioso.

 

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – 1989studio

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.