Dormire in terrazzo è possibile? Idee e soluzioni

Quando le giornate estive si fanno cocenti diventa difficile riposare, allora perché non dormire in terrazzo? Giardini e terrazze possono diventare il rifugio per sfuggire all’afa durante le notti più calde, arredati nel modo giusto possono diventare spazi confortevoli e accoglienti dove riposare tranquilli.

Dormire in terrazzo è possibile? Idee e soluzioni

L’idea di dormire in terrazzo o in balcone può risultare curiosa ma in realtà può rivelarsi una valida alternativa per sopravvivere alla calura estiva. Dormire all’aperto può farci beneficiare della brezza notturna e della temperatura che tende ad abbassarsi e farci provare il senso di libertà di rimanere all’aria aperta anche di notte, permettendoci di riposare meglio. Ma è anche l’occasione per provare un’esperienza diversa e divertente, soprattutto se si sperimenta con i bambini perché gli sembrerà di trovarsi in campeggio.

Dormire in terrazzo è possibile? Idee e soluzioni

shutterstock_Di Photographee.eu

Costruire una tenda teepee

Chi di noi da bambino non ha mai provato a costruire una tenda con lenzuola e mollette? Un modo divertente per creare un rifugio dove giocare, fare merenda o immaginare di essere in una foresta e vivere meravigliose avventure. Se si vuole provare l’esperienza di dormire in terrazzo costruire una tenda può farci tornare bambini. Si possono costruire vari tipi di tende, ma tra le più popolari ci sono le tende teepee, le classiche tende degli Indiani d’America, dalla forma conica. In commercio se ne trovano diverse, ma è anche molto facile costruirle, bastano quattro bastoni e un telo ampio. Poi all’interno si può rendere più confortevole con qualche cuscino e un materassino.

Costruire un angolo notte per dormire in terrazzo

Se abbiamo tanto spazio a disposizione per dormire in terrazzo si può pensare di costruire un vero e proprio angolo notte. Delimitando lo spazio con una tettoia o un gazebo, con tende per proteggersi dagli insetti e un bel divano letto da esterno dove dormire comodamente guardando le stelle o ammirando il paesaggio. Se invece vogliamo vivere un’esperienza più libera e immaginare di essere in spiaggia o in un bosco, possiamo utilizzare un’amaca e lasciarci dondolare.

Trasformare gli esterni per dormire all’aperto e sentirsi in vacanza

Trasformare il balcone in un comodo rifugio per la notte

Se non possiamo dormire in terrazzo anche il balcone, seppur piccolo e stretto, può diventare un comodo rifugio per la notte. Prima di tutto bisogna assicurarsi di essere in sicurezza e di sistemarsi in modo da essere alla giusta altezza rispetto alla ringhiera o di non urtarci contro. Per ovviare a questo problema si può utilizzare un paracolpi per proteggersi e per schermarsi dalla strada un frangivista in bamboo o delle piante ad alto fusto. Come giaciglio si possono utilizzare i pallet per creare un piccolo divano oppure la base di un letto sul quale poggiare un futon che ogni mattina può essere arrotolato e riposto all’interno. Per proteggersi dalle zanzare si possono anche utilizzare delle tende a rete e delle essenze che tengono lontani gli insetti.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Tra le piante che tengono lontane le zanzare troviamo la citronella, ingrediente principale in molte formulazioni di repellenti anti zanzara, la calendula, il basilico, il nasturzio, pianta ornamentale peruviana, l’erba gatta e i gerani.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province