Conosciamo insieme il mondo degli Asili per cani

Abbiamo parlato negli articoli di questa rubrica dedicata ai nostri pets, di quanto sia importante per loro non passare troppo tempo da soli. Non tutti però hanno la possibilità di stare fuori casa solo mezza giornata, e quindi i cani sono costretti a passare giornate noiose e tutte uguali. Conosciamo insieme il mondo degli asili per cani, un valido supporto per chi ha a cuore la stabilità emotiva del suo amico a quattro zampe.

Cosa sono gli asili per cani?

Gli asili per cani sono delle strutture pronte a dedicarsi interamente ai suoi ospiti, rallegrare le sue giornate e aumentare le sue competenze. Sono dei veri e propri asili, in cui i cani hanno la possibilità di stare con i propri simili. Di solito ci sono varie formule, si possono lasciare solo per alcune ore oppure per intere giornate. Si gestiscono le entrate e le uscite in base alle esigenze dei clienti e soprattutto dei cani.

Non bisogna confondere gli asili per cani con le pensioni, che sono strutture pronte ad ospitare i cani anche per lunghi periodi, notti comprese, e hanno una ragione sociale completamente diversa.

Quali attività si svolgono negli asili per cani?

Ogni asilo gestisce le proprie giornate secondo una personale organizzazione, e anche a seconda dei cani che ospita.

Seguendo le motivazioni di razza, propone attività che risultano appaganti per ogni individuo. Le passeggiate non devono mancare, perché tra tutte le attività che si possono fare, un bel giro (magari in campagna) insieme ad un gruppo di cani che sono affini tra di loro, è sicuramente quella più gradita.

Ci sono poi asili che hanno del personale qualificato in attività specifiche, e che quindi in accordo con il proprietario propone al cane attività su misura. Per chi abita in città, è facile incontrare gruppetti organizzati dai dog-sitter dell’asilo nelle aree cani. I cani negli ambienti urbani sono un po’ più penalizzati rispetto a chi abita fuori città, ed è quindi necessario assicurargli tutte le esperienze di cui hanno bisogno. 

cosa sono gli asili per cani?

Attività per i cani all’asilo – fonte shutterstock foto di Aleksey Boyko

Come funziona un asilo per cani?

Di solito, un asilo ben strutturato ha anche un personale ben qualificato e pronto a gestire ogni situazione.

Prestate attenzione a chi si improvvisa, perché in Italia non vi sono dei requisiti specifici per avviare questa attività ed è facile trovare una gestione poco professionale. Assicuratevi che almeno un membro dello staff abbia la qualifica di educatore cinofilo e che sia lui ad organizzare le attività.

Si inizia facendo un inserimento graduale, presentando il cane a chi se ne dovrà occupare, allegando il libretto sanitario, numero di telefono dei referenti e del veterinario di fiducia. In base alle risposte che ogni singolo cane darà, verrà inserito in un gruppo capace di aiutarlo in questa nuova avventura. Se resterà all’asilo anche durante l’orario della pappa, dovrete portare il cibo al quale è abituato, in modo da non scombussolare troppo le sue abitudini. Può essere d’aiuto per il cane avere anche la sua copertina, così saprà sempre quale sarà il suo posto.

Le passeggiate sociali in gruppo per cani: ce ne parla l’educatore cinofilo Cristian Fantasia

Quanto costa un asilo per cani?

I prezzi sono variabili a seconda della zona, degli orari e delle attività che si propongono durante la giornata.

Possono variare tra:

  • 5/10 euro l’ora
  • 15/20 mezza giornata
  • 20/30 giornata intera.

Molti asili offrono anche delle formule All Inclusive oppure dei pacchetti prepagati, dai quali scalare le ore di volta in volta. Di solito gli orari di apertura variano tra le h 7.00 e le h 20.00. Alcuni sono chiusi il weekend, altri danno la possibilità di apertura il sabato. Proprio perché si tratta di una struttura dedicata a coprire gli orari di lavoro dei proprietari, e non una pensione aperta h 24. 

Qualche consiglio utile

Per affrontare al meglio questa esperienza, l’ideale sarebbe rivolgersi fin da quando il cane è un cucciolo, ad una struttura che sia pronta ad accogliere il nostro amico. In questo modo, andare all’asilo diventerà parte della routine della vita del cane, e sarà per lui un’ottima occasione per crescere come individuo in autonomia.

Bisogna però ricordarsi che l’asilo non sostituisce il nostro compito come famiglia: è nostro dovere assicurare al cane la soddisfazione dei suoi bisogni, soprattutto insieme a noi, organizzando gite nel weekend quando è possibile e fare quante più esperienze speciali insieme. Gli asili per cani sono un validissimo punto d’appoggio, ma non un nostro sostituto!

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Oggi sono molto in voga anche le SPA per cani, soprattutto nelle grandi città. Attenzione a fare la scelta giusta: se vogliamo far fare una bella esperienza al nostro amico a quattro zampe, è meglio una corsa nel fango piuttosto che una giornata a rifarsi il pelo!

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Appassionata da sempre di animali, con il sogno di vivere in mezzo a loro, credo negli alberi e nella magia del bosco, credo alle mani forti e gli occhi pieni. Camminare scalza nei prati è una delle mie più grandi passioni. Scopro il mondo della cinofilia nel 2016, e inizio un percorso di formazione che è ancora in atto. Proprio grazie ai cani, incontro Sonia Carrera e le sue adorabili spitz, e così nasce la collaborazione con Habitante, grandissima fonte di ispirazione e spinta a mettermi in gioco.