Come smaltire i rifiuti elettronici della nostra casa

Condividi L'articolo su

Quante volte ci siamo chiesti come smaltire i rifiuti elettronici, dove gettare i rifiuti tecnologici che si producono nelle nostre case nel tempo? L’Unione Nazionale dei Consumatori, in collaborazione con Ecodom, leader italiano nella gestione dei RAEE, propone infatti una mini-guida pratica su come gestire questi rifiuti speciali.

La nostra vita e quindi la nostra casa sono sempre più circondate e pervase dalla tecnologia. Gli apparecchi elettronici che acquistiamo e usiamo hanno chiaramente una vita utile come ogni altro oggetto. Questa vita utile si esaurisce in un periodo medio-breve a causa dell’acceleratissimo consumismo che viviamo: tutto usa e getta.

Dobbiamo essere consapevoli di quanti rifiuti produciamo e dunque essere pronti a saperli gestire in fase di smaltimento ed eventuale riciclo.

[credits immagine di copertina: QuiFinanza]

Quanti rifiuti elettronici produciamo?

Credits: www.unsplash.com

Ogni cittadino italiano produce ogni anno una quantità davvero impressionante: circa 13 kg a testa, che in totale arrivano alla cifra di 800.000 tonnellate all’anno! Una quantità che fa inorridire gli amanti del green e della sostenibilità ambientale. Il problema è sempre nella consapevolezza di ciò che usiamo, consumiamo e dei rifiuti che produciamo. Per questo diventa molto importante capire come smaltire i rifiuti elettronici.

Spesso accade che non tutti sanno cosa sono i RAEE, né tantomeno conoscono le procedure per smaltirli in modo corretto.

Come smaltire i rifiuti elettronici?

Un ferro da stiro, uno smartphone, il vecchio videoregistratore dimenticato sono solo alcuni dei tanti apparecchi elettronici che ci troviamo spesso a voler smaltire per avere ordine in casa o semplicemente sostituirli perché obsoleti. Allora come fare?

Esiste una specifica normativa che regola lo smaltimento: i rivenditori di apparecchiature elettroniche sono obbligati ad effettuare il ritiro gratuito dai RAEE quando il consumatore acquista un apparecchio equivalente (Uno contro Uno).

Altresì i rivenditori con un negozio grande più di 400 mq devono effettuare il ritiro gratuito dei RAEE di piccolissime dimensioni (cioè con la dimensione massima inferiore a 25 cm) anche quando il consumatore non compra nulla (Uno contro Zero).

Come essere cittadini consapevoli?

Il consumismo ci porta inevitabilmente ad accelerare il ritmo di acquisto, consumo e smaltimento di tutto ciò che fa parte della nostra vita. Ciò che possiamo fare da cittadini consapevoli è limitare la produzione di rifiuti elettronici e soprattutto informarci sulle normative e sui modi di gestione dei RAEE.

Serena Giuditta

Condividi L'articolo su
Scritto da

Particolarmente affascinata da tutto ciò che anticipa le mode, da qualche anno mi occupo di coolhunting. Sono specializzata in habitat e abitare. In Habitante trovo il mio posto perfetto nel mondo.