Come progettare una cucina ordinata e funzionale

I fattori che determinano la scelta dell’ arredamento della casa sono molteplici; fra i primi il design e la funzionalità. La cucina non è esclusa, anzi, necessita di un occhio di riguardo in più a causa del suo utilizzo. Vediamo come progettare una cucina ordinata e funzionale.

La scelta dei materiali per progettare una cucina

In primis bisogna indirizzarsi sui complementi e i relativi materiali. Non tutti andranno bene in un ambiente come la cucina, in quanto potrebbero rovinarsi all’ utilizzo, a causa dell’acqua, del vapore e dei prodotti per pulirli o alla semplice usura. Ovviamente la scelta dei materiali per la progettazione della cucina devono avere anche un senso estetico oltre che funzionale e, per ogni parte, ci sono dei materiali preferiti:

  • le ante:  melaminici e laminati, laccato, Fenix, impiallacciato e vetro temperato, ceramiche, acciaio e quarzo;
  • il piano di lavoro: le pietre sinterizzate (Dekton, Lapitec, Neolith), ceramiche e gres, acciaio (meglio lo spazzolato), derivati del quarzo (Silestone e Okite), marmi- graniti e pietre naturali, il Corian (Du Pont) e HPL- laminati.
  • per il paraschizzi: (quella porzione di parete contro il piano di lavoro e che viene rivestita per proteggere il muro intonacato) oltre ai materiali che si possono utilizzare per il piano da lavoro è possibile scegliere la vernice lavabile, il mosaico e la carta da parati (con supporto in fibra di vetro), vetro e resina.
Come progettare una cucina ordinata

Come progettare una cucina ordinata e funzionale-mbrphoto per shutterstock

L’ organizzazione degli spazi

L’ ordine è fondamentale. Quindi, oltre alla scelta dei componenti e i relativi materiali, è necessario organizzare lo spazio per renderlo il più luminoso, ordinato e funzionale possibile. Ecco alcuni step da fare:

  1. fare ordine dentro e fuori: non solo nella parte della cucina ‘visibile’ ma anche dentro ai pensili e ai cassetti;
  2. optare per grandi e numerosi cassettoni : li si possono suddividere internamente con dei divisori e permettono di essere aperti e chiusi velocemente, senza il rischio che si sposti tutto. In questo modo è facile vedere cosa contengono in maniera rapida;
  3. creare una mini- dispensa ove possibile. Magari con una porta dove poter riporre gli elettrodomestici e la spesa. Questo permetterà al resto delle aree della cucina di restare ordinate e libere;
  4. nascondere alla vista: tutti i prodotti o utensili non vanno lasciati in giro a vista, seminati sui vari ripiani, soprattutto se si ha optato per delle ante trasparenti. Le mensole devono essere libere e pulite. Si possono impilare dei libri che danno senso di ordine e magari delle erbe aromatiche che profumano la zona.

Cucina: quali sono i colori più adatti?

I trend dei materiali per la cucina nel 2021

Le maggiori tendenze riguardo la cucina per il 2021 sono all’insegna della tecnologia, della creatività e dell’ergonomia. Si ricercano materiali con alte prestazioni e con un’ estetica sofisticata. L’effetto materico è d’obbligo, con colori che vanno dal bronzo e oro rosa, protagonisti indiscussi, seguiti da ottone, rame e acciaio. I materiali più apprezzati saranno il Fenix o il Dekton con l’aggiunta di dettagli tecnologici.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?
  • Il Lapitec è un materiale che rispetta sia l’ambiente che il consumatore in quanto è assente da resine, non contiene derivati del petrolio, è antibatterico ed è un materiale completamente inerte.
  • Il Dekton è composto da una miscela di oltre 20 minerali naturali.  Viene proposto in 61 finiture diverse: opache che ricordano la pietra, il legno e certi metalli ossidati e diverse finiture da quelle più opache e “ materiche” alla finitura lucida.

Il marmo di Carrara, uno dei materiali più pregiati di tutti i tempi

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project