Come personalizzare una scrivania: idee sostenibili ed economiche

Le case degli italiani sono sempre più sostenibili. Si apprezza molto il fai da te e spesso si punta al riciclo e al riutilizzo di vecchi mobili ed oggetti dimenticati in cantina. Con l’avvento dello smart working, in casa è sempre più necessario creare un angolo lavoro comodo e funzionale, che si amalgami bene al contesto stilistico della casa. La postazione lavoro è fondamentale e come prima cosa è necessario avere a disposizione una scrivania adeguata. Se ne possedete una vecchia (o volete dare un tocco personale ad una appena comprata) non c’è niente di meglio che rinnovarla con l’arte del fai da te, rendendola unica ed originale!

Oggi l’Home Office è una realtà ormai consolidata e diffusa

Idee sostenibili ed economiche per personalizzare una scrivania

La scrivania è l’arredo protagonista di una stanza lavoro o studio. Personalizzare una scrivania o renderla più graziosa, aumenta la produttività ed il piacere di vivere lo spazio dedicato al lavoro.

Personalizzare una scrivania attraverso i colori

I colori sono in grado di influenzare la nostra mente. Anche il colore della scrivania deve rispecchiare la personalità di chi ne usufruirà ed avere un’influenza positiva sull’umore di chi dovrà fissarla per parecchie ore durante la giornata.

Il modo più semplice (e anche veloce) per personalizzare una scrivania è quella di tinteggiarla utilizzando un tema monocromatico interessante in grado di creare contrasti di colore con le pareti e i pavimenti in modo da esaltare la scrivania e far sì che quest’ultima abbia un’influenza positiva sull’umore.

In particolare, le tinte che aumentano la creatività e la produttività sono l’azzurro, l’arancione e il giallo. Una scrivania tinteggiata di bianco, invece, infonderà una certa serenità: questa scelta cromatica è perfetta in ambienti shabby chic o in stile scandinavo.

Per una ambiente più vivace, è possibile giocare con i colori accostando tinte diverse sui cassetti, in contrasto con il resto della scrivania. È possibile anche tinteggiare la scrivania con la pittura effetto lavagna per poter scriverci sopra.

Come personalizzare una scrivania - idee sostenibili ed economiche - Canva

Come personalizzare una scrivania idee, sostenibili ed economiche – Canva

Personalizzare una scrivania con la tecnica del decoupage

Personalizzare o dare un nuovo look ad una scrivania, è semplice attraverso la tecnica del decoupage. Basta, per esempio, rivestire l’intero ripiano con della carta da parati riciclata, fogli di riviste o fotografie che ricordano dei particolari momenti felici. Realizzando un collage di immagini si potrà creare un pezzo d’arredo assolutamente unico e personalizzato.

Un mini giardino sulla scrivania

Le piante rendono l’aria più salubre e rilassano la mente: avete mai visto un giardino sulla scrivania? È un modo alternativo per personalizzare l’ambiente lavoro. È possibile realizzarne uno in miniatura in un angolo della scrivania (se vi è lo spazio sufficiente) oppure in un cassetto vuoto della stessa. Basta riempiere il cassetto con della sabbia o terriccio, aggiungere qualche piccola pietra e qualche piantina. Basterà osservarlo per trovare un attimo di serenità durante le ore di lavoro.

Tra le piante da scrivania più adatte c’è il cactus, in grado di assorbire le onde elettromagnetiche, o piante anti fumo come lo spatifillo, l’aloe, l’agave, l’areca, tutte piante che sono in grado di produrre ossigeno eliminando le sostanze nocive dall’aria quali formaldeide o benzene.

4 modi per illuminare al meglio un home office

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Conosci “La tecnica del pomodoro”? Il nome simpatico deriva dall’allora studente Francesco Cirillo di origini italiane. Negli anni Ottanta, al suo secondo anno di corso universitario, il ragazzo capì che avrebbe dovuto dare una scossa al suo studio per essere produttivo e gli venne in aiuto un timer da cucina a forma di pomodoro. La “Tecnica del pomodoro” funziona così: 25 minuti di lavoro concentrato, 5 minuti di pausa. Dopo 4 sessioni di lavoro una pausa più lunga di 15-30 minuti. Un metodo capace di rendere più produttive le giornate lavorative in smart working, una tecnica che evita che si perda la cognizione del tempo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web