4 modi per illuminare al meglio un home office

Per poter svolgere la propria attività senza difficoltà nell’ufficio di casa, è necessario creare un ambiente di lavoro comodo ed accogliente. La corretta illuminazione della scrivania è una delle caratteristiche fondamentali per un perfetto ufficio in casa. Ecco 4 modi per illuminare al meglio un home office.

4 modi per illuminare al meglio un home office

Un’adeguata illuminazione è fondamentale per creare un luogo di lavoro confortevole e funzionale. Illuminare la scrivania è essenziale se si desidera utilizzare al meglio la postazione lavoro in casa. Sono tante le possibilità di scelta. Lampade direzionabili, paralumi da tavolo, pendenti, luci a parete. È necessario valutare la performance dell’elemento, creare le condizioni ideali per non affaticare la vista, ottimizzare il fascio di luce, garantire l’assenza di zone d’ombra.

Oggi l’Home Office è una realtà ormai consolidata e diffusa

1. La lampada con luce direzionabile

Per illuminare al meglio un home office, il tipo d’illuminazione più pratico risulta essere la lampada con luce direzionabile. Si tratta di un modello facilmente rintracciabile. La lampada con luce direzionabile termina con una sorta di imbuto. Attraverso questa terminazione è possibile direzionare il fascio di luce sulla scrivania evitando la formazione del fastidioso cono d’ombra.

2. La lampada da tavolo

La tipologia di lampada più richiesta per illuminare una scrivania, è quella da tavolo. È un paralume dotato di una base che va posta sulla superficie della scrivania. Il fascio di luce che si crea è leggero, sottile, molto gradevole.

Per illuminare al meglio la scrivania è fondamentale il modello del paralume. Una tipologia flessibile e pieghevole sarà in grado di far cadere la luce dove è necessario. Risulta altresì importante la scelta della lampadina giusta.

4 modi per illuminare un home office

shutterstock_204407506 Di pikcha

3. Illuminare un home office: il paralume pendente 

Un paralume pendente è la scelta ideale per illuminare un home office.  L’intera superficie della scrivania risulterà ben illuminata. La direzione ad intensità costante, permette di diffondere la luce sulla parte di scrivania interessata.

4. La luce a parete con avambraccio flessibile

Una lampada a parete dotata di avambraccio flessibile consente di direzionare il fascio di luce laddove serve. Lo spazio che non necessita di essere illuminato, invece, viene lasciato in ombra. Grazie alla sua mobilità, da cui deriva la possibilità di direzionale la luce, gli occhi saranno meno affaticati.

Vivere la casa: illuminazione interna e comfort visivo

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Per regolare l’intensità di un fascio di luce basta utilizzare un dimmer. Si tratta di un modulatore che consente di adattare l’intensità della luce in base alla circostanza.
  • È fondamentale optare per delle lampadine a led a basso consumo. Esse consentono un’illuminazione perfetta limitando i costi in bolletta.
  • L’avvento dell’home office è particolarmente apprezzato da giovani e freelance e risulta utile per abbattere i costi di gestione.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web