Come scegliere le lampadine di casa: tutto quello che devi sapere

Conosci tutte le caratteristiche di una lampadina? Vediamo come scegliere le lampadine di casa: potenza, lumen, colore, forma, e tutto quello che devi sapere.

Una casa accogliente è prima di tutto una casa ben illuminata. Per ottenere la giusta illuminazione bisogna scegliere le lampadine idonee. Nonostante la loro funzione sia semplice, le alternative da prendere in considerazione sono tantissime e possono essere più o meno adatte alle nostre esigenze. Estetica, praticità, comfort e risparmio energetico sono i parametri giusti da considerare nella scelta delle lampadine.

Come scegliere le lampadine di casa: i diversi tipi di lampadina

Come scegliere le lampadine di casa: tutto quello che devi sapere

Shutterstock – l i g h t p o e t

Le principali lampadine utilizzate sono quelle a LED, Light Emitting Diodes, ovvero “diodi che emettono luce”, ad alto risparmio energetico. Da anni i led vengono utilizzati nell’elettronica: sono presenti nei comuni telecomandi, nei segnalatori di stand-by a semafori, oppure nelle luci di posizione nelle automobili e per illuminare uffici, abitazioni private e strade. Il 1° settembre 2018 è entrato in vigore il regolamento della CE n. 244/2009 sulla progettazione eco-compatibile dell’illuminazione domestica e le lampadine alogene non potranno più essere vendute in nessuno stato membro dell’Unione Europea.

Come scegliere le lampadine di casa: i parametri da considerare

Nella scelta del tipo di lampadina, bisogna fare molta attenzione alle caratteristiche di ciascuna e scegliere il tipo di luce necessario all’ambiente da illuminare. Nel caso di lampade a vista, inoltre, puoi sbizzarrirti cercando la forma che preferisci o che meglio si addice al contesto.

Come scegliere le lampadine di casa: la potenza

La potenza, che leggiamo tra i parametri delle lampadine, rappresenta la quantità di energia che la lampadina è in grado di produrre. Per un impianto tradizionale la potenza varia tra 40 e 120 watt. Ogni lampadina riporta il numero massimo di watt che il punto luce è in grado di sopportare senza correre il rischio di incendio.

Come scegliere le lampadine di casa: Lumen

Il Lumen è la quantità di luce fornita dalla lampadina. Più è alto il numero di lumen, più luminosa sarà la lampadina, e più la luce emessa assomiglierà a quella naturale del sole. In generale, se l’area da illuminare è di grandi dimensioni saranno necessari più lumen.

Come scegliere le lampadine di casa: la vita media

La vita media rappresenta la durata attesa di una lampadina, calcolata su un utilizzo medio di tre ore giornaliere.
Alcune lampadine durano molto a lungo, mentre altre funzionano solo per alcuni mesi o anni. Se si vuole inserire una lampadina in un punto in cui l’utilizzo è continuo, si consiglia di optare per una vita media più lunga rispetto a quella di una lampadina da inserire in un punto meno usato.

Come scegliere le lampadine di casa: tutto quello che devi sapere

Shutterstock – Ezume Images

Come scegliere le lampadine di casa: il colore

Il colore per le lampadine indica quanto sia calda o fredda la luce prodotta.
Un colore caldo indica che la luce sarà più giallo/arancio, mentre un colore freddo implica una luce più bianca/celeste. Esistono inoltre delle lampadine neutre che si collocano tra sfumature calde e fredde. I colori più diffusi sono bianco brillante, bianco freddo, bianco caldo, e luce naturale.

Come scegliere le lampadine di casa: la forma

Esistono lampadine con forme molto differenti tra loro, ognuna con una specifica destinazione. Le lampadine più comuni però restano sempre quelle con la generica forma a ‘bulbo’, quelle a spirale, e quelle a forma di A. Oltre a queste esistono anche lampadine a forma di goccia, quelle sferiche, a forma di fiamma, a tubo e molte altre varietà.

Come scegliere le lampadine di casa: il costo energetico

Come scegliere le lampadine di casa: tutto quello che devi sapere

Shutterstock – sommart sombutwanitkul

Il costo energetico è, infine, collegato all’uso complessivo della lampadina.
Le lampadine a risparmio energetico nel loro ciclo di vita costano molto meno rispetto a quelle tradizionali. Quando si può, è sempre preferibile optare per lampadine con un basso costo energetico complessivo. Questa scelta potrebbe comportare una spesa iniziale leggermente maggiore, ma i suoi benefici verrebbero raccolti nel tempo.

Lampadine smart: vantaggi e funzionamento

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • A parità di luce emessa, i LED consentono di risparmiare fino all’80% di energia elettrica rispetto a una normale lampadina a incandescenza e hanno un tempo di vita che può arrivare fino a 100.000 ore, contro le 1.000 di una lampadina ad incandescenza e le 10.000 di una lampada a fluorescenza.
  • All’apparenza normali lampadine a LED, le lampadine smart possono collegarsi alla rete WiFi di casa e essere controllate attraverso una semplice app. Inoltre, possono funzionare sia come normale luce bianca o gialla che come luce colorata, con una gamma di colori molto ampia da utilizzare secondo le proprie esigenze e preferenze, divenendo in questo modo anche un elemento di arredo.
  • L’acquisto delle lampadine smart è un investimento: infatti, il costo iniziale per dotare l’abitazione di un sistema di illuminazione intelligente viene recuperato nel giro di poco tempo per poi portare a un notevole risparmio. Le luci LED consumano molto meno di una lampadina a incandescenza e questo è già di per sè un vantaggio.

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – sommart sombutwanitkul

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.