Come organizzare una festa in casa a basso costo

Organizzare una festa in casa a basso costo si può! Parole chiave:  fantasia, condivisione e fai-da-te, senza dimenticare la sostenibilità ambientale. Ecco alcuni spunti.

View Apart – SHUTTERSTOCK

Cibo

Il segreto per preparare un menù economico ma gustoso è puntare sulla quantità, sulla condivisione e sul “fatto in casa”.

La soluzione vincente per non rischiare di fare errori di quantità, potrebbe essere quella di chiedere agli invitati di cucinare qualcosa o di occuparsi delle bibite.

Se avete dimestichezza con gli impasti, puntate sulla pizza: economica, semplice e gustosa. Con lo stesso impasto, si possono preparare calzoni o pizzette da farcire con sugo e mozzarella oppure con l’aggiunta di altri ingredienti anche che avete già in casa. Altra soluzione è quella di realizzare torte salate usando la pasta sfoglia. Ampio spazio anche a verdure fresche, da intingere in un semplice pinzimonio a base di olio d’oliva, sale e pepe e aceto. Sì alle insalate di riso o di pasta e alle patate al forno, tutti piatti abbondanti, economici e che permettono di fare bella figura.

Se siete in pochi e avete a disposizione un barbecue, l’idea vincente sarà grigliare verdure e carne, magari condividendo la spesa oppure lasciando agli invitati l’impegno di occuparsi delle bevande.

Decorazioni

Organizzare una festa in casa a basso costo non significa rinunciare alle decorazioni. Per preparare una tavola anche bella da vedere, bastano poche cose: l‘ingrediente principale è la creatività.

Ad esempio, un vaso di fiori di campo come centro tavola fa già il suo effetto, così come un coloratissimo piatto di frutta fresca. Le piantine aromatiche, come alloro e menta, possono fungere anche da originali segnaposto oppure da decorazione, se in un bel vasetto guarnito da un nastro di raso.

Se avete la possibilità di acquistare qualcosa, vi suggeriamo i mercatini dell’usato dove poter trovare oggetti insoliti, anche stravaganti e dare personalità alla vostra festa.

Infine, inutile dirlo, se vi dilettate con le decorazioni, quale occasione migliore per creare qualcosa di originale e unico?

Pumbbg – SHUTTERSTOCK

Per una festa eco-friendly

I piatti e i bicchieri in plastica hanno dalla loro solo il vantaggio di essere usa e getta. I motivi per non scegliere di acquistarli superano di gran lunga questa unica facilitazione, basti dire che non sono economici, non sono belli da vedere e, soprattutto, sono una fonte di inquinamento.

Sì ai servizi di piatti e stoviglie e sì ai prodotti riutilizzabili, anche in materiale riciclato. Ne esistono di diversi tipi, in plastica dura oppure completamente biodegradabili, realizzati con amido di mais, in legno oppure in bambù, per fare alcuni esempi.

L’investimento iniziale sarà ripagato con il tempo, ve ne accorgerete alla prossima festa.

Personalizzare

Uno stratagemma per limitare i consumi è personalizzare. Dare un bicchiere diverso a ciascun invitato, contrassegnato da una scritta oppure da un adesivo è un’idea che fa sentire speciale ogni ospite e riduce i consumi o le stoviglie da lavare.

Leggi anche:

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it