Come coltivare un orto autunnale

L’orto segue delle stagionalità a seconda delle temperature. Nell’orto autunnale diventano protagoniste le piante capaci di adattarsi ai primi freddi e ci sono alcuni lavori da fare. Scopriamo quali sono i lavori tipici e le semine più adatte della stagione.

Ciò che c’è da sapere per creare il proprio orto autunnale

Le semine dell’orto autunnale

Le semine da fare in autunno non sono molte perché l’inverno è alle porte. Ci sono dunque due ortaggi:

  • a ciclo breve, per arrivare al raccolto prima delle gelate (rucola, rapanelli, carote, lattuga da taglio).
  • resistenti, in grado di affrontare l’inverno in campo per poi svilupparsi in primavera (aglio, cipolle invernali, piselli, fave, spinaci).

Le piante da coltivare tipicamente in autunno vengono in genere seminate in estate, tra agosto e settembre. Tra le verdure autunnali ci sono quelli che troviamo tutti i mesi come rucola, lattuga, indivia, cicorie, rapanelli, carote, scarola, bietole, valerianella. Tra quelli più tipici ci sono il cavolo nero, cavolo rapa, cima di rapa, cavolo cappuccio, cavoletti di Bruxelles, verza, finocchi, porri, radicchio, catalogna puntarelle, spinaci.

Lavori dell’orto autunnale

In autunno si portano a termine le coltivazioni estive. Una volta esaurita la loro funzione sarà necessario pulire i residui di queste piante. In alcuni casi, a partire da ottobre e novembre bisogna iniziare con le coperture con teli di tessuto non tessuto per riparare alcune piante dalle gelate, soprattutto di notte. Esistono anche piccole serre da orto che permettono di prolungare il periodo utile di qualche settimana.

In autunno inoltre, se ci sono le parcelle vuote, è possibile lavorarle ed effettuare una buona concimazione di fondo, con compost o letame maturi.

I problemi autunnali

In autunno l’umidità favorisce l’insorgere di problemi di natura fungina. Per questo è importante arrivare con tutte le precauzioni possibili, in modo da prevenire problemi con un suolo ben drenato.

I nemici dell’orto d’autunno sono:

  • Chiocciole e limacce, che approfittano dell’umidità per muoversi di più e possono creare problemi alle verdure da foglia, decimando insalate e cavoli.
  • Cavolaia e rapaiola, che insidia le piante di cavolo
  • Cimici, tra cui quella rosso nera dei cavoli che può manifestarsi tra settembre e ottobre. Nell’orto si riscontra solitamente la presenza di cimici asiatiche e cimici verdi
  • Cocciniglia, sulle piante da frutto

L’arrivo del freddo porta poi gli insetti a svernare, dando un po’ di tregua all’orto.

Ottobre: preparare l’orto per l’autunno

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • La zucca è la regina della stagione. Per una maturazione corretta mettere un asse di legno sotto i frutti in maturazione. 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it