Bonus affitto 2022: previsto un contributo fino a 3.000 euro

Bonus affitto 2022

Bonus affitto 2022: quest’anno è previsto un contributo fino a 3.000 euro per tutti quelli che hanno un Isee basso. Data la situazione emergenziale, finora l’azione di politica economica ha concentrato le risorse sulle sfide di breve termine. Gli scostamenti di bilancio approvati nel corso dell’anno hanno permesso al Governo di introdurre provvedimenti di sostegno alle imprese e ai lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi economica, al fine di non disperdere capitale umano e fisico.

Il contributo di 3.000 euro per il canone di locazione

Il bonus affitto, è un serio aiuto che mira a migliorare le condizioni di povertà generali dei cittadini italiani. Infatti, il canone di locazione, è la voce di spesa che pesa maggiormente sul totale complessivo delle uscite.

Per di più, in questo periodo, in cui le utenze stanno diventando sempre più costose, i numeri delle morosità sui canoni di locazione aumentano, come anche la difficoltà a trovare abitazioni in affitto, un’agevolazione del genere è stata considerata necessaria.

Tuttavia, lo stato dovrebbe intervenire con un opportuno piano di ripresa, al di fuori del PNRR, organico e specificamente adeguato alle realtà territoriali.

Bonus e incentivi: quasi la metà degli italiani ne ha fatto uso in questi anni

I requisiti per richiedere il Bonus affitto 2022

Il bonus affitto è per due categorie di utenti. I giovani fino a 31 anni, a cui si intende dare una mano con un incentivo per la locazione di 2.000 euro, e le famiglie a basso reddito.

Il Bonus affitto per i giovani fino a 31 anni

In questo caso, anche se formalmente non è ancora attivato, il bonus affitto per giovani, per essere richiesto prevede un Isee fino a 15.493,71 euro all’anno. Consiste nella detrazione per i primi 4 anni del contratto non superiore a 991,60 euro. Oltrepassata tale soglia, si applica lo sconto del 20% fino a massimo 2.000 euro. La domanda va inoltrata entro il 30 giugno 2022.

Il Bonus affitto per le famiglie a basso reddito

Per le famiglie con ISEE basso è possibile richiedere uno sconto fino a 3.000 euro sul canone di locazione. Ciò, però solo se il reddito del richiedente non supera i 35.000 euro annui. E in particolare, il contratto di affitto deve essere di almeno 6 mesi.

In arrivo il Bonus trasporti pubblici: come richiederlo

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Alcune Regioni d’Italia hanno deciso di temporeggiare con una normativa – appunto regionale – la cui somiglianza è molto vicina all’agevolazione stabilita dallo Stato italiano. Riportiamo il caso della Lombardia e la Sicilia, dove è possibile far richiesta al Comune per poter ottenere un importo bonus per poter risparmiare sul canone d’affitto. L’agevolazione sugli affitti pensati dalle regioni vale fino al 31 dicembre 2022.
  • Nella legge di bilancio 2022 approvata dal Parlamento, come detto, sono state introdotte numerose misure per favorire la competitività del sistema produttivo del Paese. Tra queste In manovra sono stati inoltre rifinanziati, il Bonus tv con una nuova agevolazione in favore degli anziani over 70 che potranno ricevere a casa il decoder, i Contratti di sviluppo, la Nuova Sabatini, il Fondo di garanzia. Riformata anche la misura agevolativa Patent box, finanziato l’intervento per contrastare il rincaro delle bollette e istituito il fondo per la transizione industriale.
  • Inoltre, tra le misure per le imprese, è stato rifinanziato con 450 milioni di euro lo strumento di politica industriale dei Contratti di sviluppo per agevolare i progetti di investimento a sostegno della competitività.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.