Abbinare il verde per un arredamento moderno, di classe e sofisticato

Il verde è il colore dell’armonia, della natura e del benessere.

In particolare, questa tonalità viene scelta per infondere calma e serenità. Si tratta quindi di un colore molto in voga sia in casa che negli uffici. Le tonalità più amate per l’ambiente domestico sono quelle del verde mela, verde-giallo, verde lime, sia per ambienti come cucine e bagni, che camere da letto e soggiorni.

Nello specifico i colori che si sposano bene con il verde sono essenzialmente il bianco, il viola, il giallo, il grigio, l’avorio, l’ocra e la terra bruciata. Bisogna però sempre valutare a quale ambiente è destinato il verde in modo da poter scegliere in maniera adeguata anche il tipo di materiale per l’arredamento e il miglior effetto visivo.

Come abbinare il verde: mix e ambienti

In cucina o in bagno ad esempio, l’accoppiata vincente del verde è sicuramente con il legno di rovere o di pino, un materiale naturale che esattamente come il verde, richiama alla natura e fornisce un effetto di luminosità. Questo inoltre permette di effettuare la pulizia in maniera più semplice e veloce.

Il verde è fra le tonalità più gettonate e richieste degli ultimi tempi per la sua delicatezza e la sofisticatezza. Ecco perché, proprio per la sua raffinatezza trova spazio in tutti gli ambienti della casa, regalando grande pacatezza cromatica e grande personalità.

Perfetto per camere da letto ampie e luminose, è l’ideale anche per il soggiorno, combinato in un mix di verdi, e al grigio impiegato per raffinati complementi tessili.

abbinare il verde
Foto di Antoha713 su Shutterstock

Con le tonalità pastello, soprattutto il rosa, il verde riesce a dare luminosità agli ambienti.

Ecco perché è ottimo per l’arredamento basico, perché può restituire all’insieme quel elemento in più e quello spunto di originalità che, anche con pezzi d’arredamento minimal fa la differenza.

Insieme al giallo in tutte le sue sfumature è perfetto per interessanti combinazioni piene di forza e di energia, mentre in abbinamento con il bianco è pensata soprattutto per i bagni o le cucine perché dà nell’insieme ampiezza e profondità. Nella variante salvia può essere un’ottima base cromatica per mix di tendenza come i pattern fiorati dai colori più arditi.

Abbinare il verde curando i materiali

Anche l’abbinamento verde-ceramica bianca è una combinazione vincente in ogni ambiente oppure a contrasto con sfumature di rosso decise e vellutate. Perfetto il corallo su un verde come fondale cromatico per mobili scuri e per pezzi contemporanei dalle sfumature corallo.

Rosa e grigio per un arredamento di tendenza

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Alcune ricerche scientifiche hanno rivelato che gli occhi umani riescono a vedere meglio il colore verde rispetto ad altri.
  • Il nome verde deriva da “viridis” che significa vivace. È un colore ambivalente, simbolo della vita, della fortuna, delle speranze ma anche del veleno della sfortuna e del diavolo.
  • In ambito cristiano, soprattutto nella pittura medioevale, la croce di Cristo veniva spesso dipinta in verde in quanto immagine di resurrezione e rigenerazione del genere umano

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

In copertina: foto di Photographee.eu su Shutterstock

Share Post