Le iniziative sostenibili nel mondo: Corrente il car sharing elettrico a Bologna

Si sente spesso parlare di mobilità sostenibile, soprattutto ultimamente data l’emergenza Covid19. La mobilità sostenibile, basata su un sistema di trasporti che punta a ridurre l’impatto ambientale, è sempre più diffusa anche qui in Italia. A Bologna tra le iniziative sostenibili è arrivato Corrente, il car sharing elettrico.

Il car sharing a Bologna

Il car sharing a Bologna, promosso nell’ambito delle politiche di mobilità sostenibile, ha l’obiettivo di implementare nel lungo periodo una trasformazione rispetto all’uso e al possesso dell’auto privata, senza rinunciare alla comodità del mezzo. Per favorire la diffusione di buone pratiche di mobilità sostenibile, a Bologna, già da alcuni anni è stato introdotto questo servizio di mobilità alternativo, che affianca l’ordinario trasporto pubblico. Il servizio di car sharing gestito da ENJOY già attivo dal 2018, come in tante altre città italiane, conta più di 100 autoveicoli FIAT 500 alimentati a benzina.

Sharing mobility, una soluzione in più e un problema in meno

L’innovativo car sharing elettrico a Bologna

Tra le iniziative sostenibili in materia di mobilità, per lo sviluppo di servizi di trasporto innovativi, a Bologna è arrivata Corrente, il nuovo car sharing elettrico. Il servizio attivo dal 27 ottobre 2018 è gestito dal consorzio Omnibus, diretto dal Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna (TPER). Corrente conta di una flotta di 240 auto elettriche ZOE, senza conducente, che possono essere noleggiate comodamente attraverso un’applicazione. I veicoli sono disponibili 24 ore su 24 possono essere noleggiati dall’App Corrente dove l’utente può anche visualizzare i veicoli disponibili più vicini al proprio punto di partenza. Il noleggio può essere terminato nell’area di rilascio, su strisce blu o bianche gratuitamente. Corrente è attiva anche nei comuni di Casalecchio di Reno dal 4 aprile 2019 e a Ferrara dal 25 maggio 2019, in questo modo il noleggio può avere inizio in una città e termine in un’altra.

car sharing corrente

Flickr foto di Tom Page

Tariffe e promozioni

Per utilizzare il car sharing Corrente non c’è nessun costo di registrazione. Il servizio di noleggio si paga al minuto con una tariffa di 0,25 €.  Da maggio oltre ai servizi di abbonamento standard, è possibile ritirare  una vettura sanificata a piena carica corredata di cavo di ricarica per uso esclusivo in un arco di tempo che va dai 7 ai 30 giorni.

La mobilità sostenibile e il bonus mobilità

Corrente ai tempi del Covid19

A causa del Covid19 il servizio di car sharing è stato interrotto per alcuni mesi, ma da Martedì 12 Maggio è ripartita Corrente! Ora per utilizzare le auto è obbligatorio indossare la mascherina e rispettare tutte le altre ordinanze. Le vetture sono state sottoposte ad una pulizia straordinaria, la sanificazione dei veicoli viene effettuata quotidianamente direttamente in strada.

Mobilità sostenibile in Italia: qual è la situazione attuale?

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati dell’Aniasa in Italia 1 milione di automobilisti usa il servizio di car sharing.
  • Un sondaggio svolto in Giappone ha rivelato le bizzarre abitudini degli utenti che affittano le auto anche per dormire, per cantare, mangiare, o addirittura per cambiarsi i vestiti.

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.