Piante che piangono: come mai e quando avviene questo fenomeno?

Piante che piangono, in grado di parlare e percepire minacce. Sembrerà bizzarro, ma è proprio così. Scopriamo come comunica la natura.

Ecovillaggio in Italia: Pachamare unisce uomo e natura

Piante che piangono

Grazie ad alcune lunghe ricerche condotte dall’Università di Torino è stato scoperto che le piante sono in grado di percepire il pericolo ed i morsi di chi si nutre di esse. Inoltre, una volta percepita la minaccia le piante emanano un forte profumo che attira insetti, mortali per chi prova a nutrirsi di esse.

Il forte odore, poi, serve anche ad avvisare le piante vicine della minaccia. Quindi, le piante sono davvero in grado di capire e di difendersi.

Proprio come l’uomo, la vegetazione è in grado di soffrire, vedere ed annusare. Questo è stato dimostrato dall’Università di Tel Aviv, che continua ad approfondire l’argomento.

Il gas che le piante rilasciano è considerato un pianto, un grido. La speranza è quella di riuscirsi a salvare, aiutate dalla natura circostante. Per questo, il loro particolare odore viene rilasciato quando una pianta viene tagliata o ferita. Dunque, le piante sono in grado di comunicare, nonostante il loro linguaggio sia spesso sconosciuto all’uomo.

Piante che piangono - comunicare

Piante che piangono: come mai e quando avviene questo fenomeno?
Immagine di Unsplash di Jan Huber

Le ricerche

Gli studi sull’argomento sono ancora in corso, ma con gli anni sono state moltissime le curiose scoperte fatte. Purtroppo, ad oggi ancora non si sa come le piante sentono o reagiscono agli stimoli, poiché non sono dotate di cellule nervose come noi esseri umani. Però, queste possiedono un sistema in grado di trasmettere segnali elettrici e produrre neurotrasmettitori, come quelli degli esseri umani.

Il professor Chamovitz ha spiegato che le piante possiedono, come noi, i sensi quali: vista, tatto, gusto ed olfatto. Inoltre, fa notare come il nostro patrimonio genetico sia condiviso con le piante e come, per questo, dovremmo considerare delle basi biologiche simili alle nostre.

Infine, in Irlanda i ricercatori stanno studiando un sistema che permetterà alle nostre verdi amiche di parlare e comunicare con noi. Si pensa ad un progetto in grado di convertire i segnali chimici che le piante ci inviano grazie a delle nuove tecnologie.

Se tutto andrà a buon fine si potrà addirittura arrivare ad avere delle piante che ci comunicano quando necessitano acqua e luce.

Educazione e natura: il progetto Minì che rivoluziona l’approccio alle piante

Pillole di Curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In  Italia sono presenti oltre 10 mila specie di piante differenti.
  • Nel mondo ogni anno vengono abbattuti oltre 15 bilioni di alberi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione