Tutti gli istituti di Design in Italia: la lista completa

Tutti gli istituti di Design in Italia: la lista completa. Studiare Design è un sogno per molti giovani creativi e pieni di talento. Le possibilità di inserimento in questo settore sono davvero tante. Infatti, la professione del designer è molto ambita. Per poter ottenere una formazione ottimale è possibile optare per un’Università pubblica, frequentare un’Accademia o un corso specializzato.

Cosa fa un designer

Il campo del design offre numerose opportunità lavorative nei settori più disparati. I professionisti, che lavorano nel mondo del design, possiedono un incredibile capacità creativa e di problem solving per poter soddisfare le richieste dei clienti, che possono essere aziende private o istituzioni pubbliche.

Il Designer si occupa di fare ricerche sulla brand identity, sui valori aziendali e sul target di riferimento. Studia analisi di mercato e di benchmark per disegnare un prodotto allineato sia con la mission e la vision aziendale che con le esigenze dei potenziali clienti.

Si tratta di una professione creativa e stimolante, quasi un’arte. Per questo, tra i requisiti che di norma un aspirante arredatore di interni deve possedere, troviamo uno spiccato senso estetico. Una professione creativa con spiccate capacità nell’uso di programmi di modellazione tridimensionale.

Un primo percorso possibile è quello universitario. Chi vuole diventare interior designer può iscriversi inizialmente ad un corso di laurea triennale della facoltà di architettura, al termine del quale specializzarsi con un corso magistrale di architettura di interni e allestimenti, di durata biennale. Nella scelta del corso di studi universitario, è bene prestare attenzione alle regole stabilite dalla facoltà: alcune, infatti, prevedono un accesso ad un numero chiuso degli studenti.

Una seconda ipotesi invece prevede l’accesso alla professione di interior designer attraverso dei corsi di formazione privati, ce ne sono di ottimi in Italia. È preferibile iscriversi ad un corso riconosciuto o accreditato dalla regione di riferimento dell’istituto, oppure su dei corsi di formazione professionale in modellazione tridimensionale riconosciuti da qualche ordine professionale (CNI, CNAPPC, CNG, CNPI, etc.) così da essere certi della qualità della formazione fornita.

gli istituti di Design in Italia

Tutti gli istituti di Design in Italia: la lista completa – shutterstock foto di tartanparty

Studiare Design in Italia

Lo spettro d’azione del designer, come detto, oggi è molto ampio, ma per diventare esperti in questo settore bisogna intraprendere degli studi specifici. Anche in Italia esistono stimolanti corsi di studi, lauree e master dedicati a chi vuole intraprendere la carriera del designer.

Ecco la lista completa delle migliori scuole italiane dove studiare Design.

Le Accademie di belle arti in Italia: l’elenco completo

Gli istituti di Design in Italia: l’offerta formativa

Oltre all’offerta formativa delle Università pubbliche, negli anni si sono sviluppate interessanti proposte proveniente da Scuole e Istituti privati.

Scuola del Design – Politecnico di Milano Politecnico di Milano

Il Politecnico di Milano – Polimi vanta di professori e strutture di prestigio. Infatti, oltre ad essere famosa per le Facoltà di Architettura e Ingegneria è tra gli istituti più celebri nel panorama del design europeo. Sono passati più di vent’anni da quando il Politecnico di Milano ha istituito il primo Corso di laurea in Disegno Industriale.

Oggi la facoltà di Design, con accesso subordinato al superamento del test di ammissione TOLD, offre corsi di Industrial Design, Interior Design, Interior design & Design Management, Industrial Design 4 Architecture, Strategic Design e Yacht Design e i suoi corsi sono tra i più ambiti dagli studenti italiani. Pertanto, è diventata un punto di riferimento internazionale, con i suoi 5000 iscritti e circa 450 docenti, per la formazione di progettisti di prodotti, di comunicazione, di interni e di moda di domani.

SPD (Scuola Politecnica di Design) – Milano

Milano, capitale della moda e del design ospita la Scuola Politecnica di Design nata nel 1954. Il primo centro italiano di formazione e ricerca per il Design e la Comunicazione visiva per la produzione e sperimentazione di prodotti di qualità. Infatti, l’Istituto è famoso per aver contribuito allo sviluppo internazionale del Made in Italy e alla formazione di migliaia di professionisti del settore, provenienti da tutto il mondo. Non a caso è tra le migliori scuole di design europee tanto da ricevere il premio Compasso d’Oro ADI nel 1994.

IED (Istituto Europeo di Design) – Milano, Roma, Firenze, Torino, Venezia, Como, Cagliari

Lo IED nato nel 1966 è un istituto internazionale presente con sedi in Italia, Spagna e Brasile. L’Istituto Europeo di Design offre corsi di studi nei campi del Design, Moda e Comunicazione. Un modello formativo basato sull’esperienza diretta, grazie alle diverse internship con aziende leader del settore. Oggi è considerato un Network Internazionale, in continua espansione, che organizza corsi triennali post-diploma, corsi di aggiornamento e formazione, corsi di formazione avanzata e Master post-laurea.

Allo IED il collegamento tra il sapere e il saper fare è la premessa indispensabile per la crescita professionale e lo sviluppo di capacità culturali, creative e critiche. L’istituto rappresenta l’eccellenza del Design italiano grazie alla sua offerta formativa che promuove la cultura del Made in Italy: creatività, imprenditorialità, innovazione tecnologica e conoscenza del mercato.

Naba e Domus Academy – Milano

Sempre a Milano ci sono la Nuova Accademia di Belle Arti e la Domus Academy. Queste due scuole affiliate offrono corsi specifici di design e moda. Al NABA è possibile seguire un corso triennale in Design e una specializzazione in Interior Design. Invece, alla Domus Academy, che un incubatore di talenti e una spinta per carriere creative e soddisfacenti, ci si può specializzare grazie ai corsi interamente in inglese, anche in Interior Design.

ISAD – Milano

ISAD è una scuola specializzata nella progettazione degli interni. Infatti, l’obiettivo del corso triennale è quello di preparare gli allievi ad affrontare con competenza e sensibilità i concreti impegni della professione. Pertanto, l’attività didattica è integrata con visite guidate a mostre, manifestazioni culturali, cantieri e aziende, sopralluoghi presso edifici storici e inerenti alle materie trattate. In più, l’attività didattica è completata da due stage, uno al secondo e uno al terzo anno del corso triennale, svolti presso aziende o studi di architettura.

Istituto Marangoni – Milano

L’Istituto Marangoni, conosciuto per i suoi storici corsi di moda, offre un’ampia scelta di corsi di design. Gli studenti possono scegliere tra corsi intensivi, corsi triennali e master, sia in Italia che all’estero. Infatti, l’Istituto Marangoni ha sedi anche Londra, Parigi, Shanghai, Shenzhen e Mumbai. Un vero e proprio network internazionale dove la creatività non ha limiti!

IUAV (Università degli studi di Venezia) – Venezia

L’Università di Venezia offre svariati corsi dedicati al design del prodotto, della moda e della comunicazione. Nato nel 1926 come Istituto Universitario di Architettura di Venezia, a partire dal 2001 l’ateneo è diventato Università Iuav di Venezia e ha affiancato, alla storica architettura, le facoltà di pianificazione del territorio e di design e arti. Oggi ha l’obiettivo di formare figure poliedriche, preparate non solo a livello creativo e tecnologico, ma anche economico e imprenditoriale.

DAD (Dipartimento di Architettura e Design) – Politecnico di Torino

All’interno del Politecnico di Torino, il Dipartimento di Architettura e Design offre corsi di studio di primo livello, una laurea magistrale in Ecodesign e moltissimi laboratori. Grazie ad un approccio sistemico attento alla ricerca e all’innovazione, dall’artigianato al web design, la scuola è tra i primi 100 istituti scelti da Domus.

Fondato nel 2012 il DAD rappresenta la struttura di riferimento dell’Ateneo nelle aree culturali che studiano l’arte e la scienza del progettare, a scala sia del manufatto architettonico e urbano, sia del design del prodotto.

IAAD (Istituto d’Arte applicata e Design) – Torino

L’Istituto d’Arte Applicata e Design nasce a Torino nel 1978, dando vita alla prima specializzazione italiana post diploma in Architettura della carrozzeria, Dal 2000 prevede l’insegnamento di discipline come interior and furniture design, transportation design, industrial design e advertising and graphic design.

Oggi è un vero e proprio incubatore di talenti in grado di promuovere una visione interdisciplinare grazie a strumenti in grado di plasmare la società contemporanea. Infatti, ogni corso si conclude con una tesi che coinvolge aziende e istituzioni pubbliche e private. Progetti che presentati a professionisti ed eventi pubblici diventano realtà.

Facoltà di Design e Arti – Libera Università di Bolzano

La facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano fondata nel 1997 permette agli studenti di analizzare l’ambiente che ci circonda in maniera critica e creativa. Per l’accesso ai corsi di laurea triennali sono previsti prerequisiti specifici e una dura procedura di ammissione.

I prerequisiti prevedono, oltre il normale Diploma di istruzione secondaria di secondo grado, un attestato di livello B2 in due delle tre lingue di insegnamento, ovvero tedesco, italiano e inglese e un video che descriva la passione e l’attitudine dello studente per questo mondo.

Design – Politecnico di Bari

Il Politecnico di Bari istituito con Legge n.245 del 7 agosto con i corsi di architettura, ingegneria e disegno industriale si propone come Istituto di natura espressamente tecnologica.

IDD (Istituto del Design) – Matera

L’IDD ha sede a Matera, una tra le più antiche città del mondo, dal 1993 Patrimonio dell’Umanità Unesco, Capitale Europea della cultura nel 2019. L’IDD, con il Corso di Studi Triennale si propone di fornire un’ampia e approfondita acquisizione di conoscenze e competenze specialistiche nel Product, l’Interior e il Graphic Design.

Pertanto, attraverso la sua attività di alta formazione Artistica, si propone di sviluppare una visione strategica innovativa per la città e per tutto il territorio, creando competenze ed occupazione, potenziando l’innovazione, contrastando l’esodo dei giovani dalla città e dalle Regioni del Sud e offrendo nuove prospettive di lavoro anche ai giovani di tutta Europa, soprattutto nelle filiere produttive che si intrecciano con la creatività.

ISIA (Istituto superiore per le industrie artistiche) – Urbino, Firenze, Roma, Faenza

ISIA è un’istituzione di alta cultura pubblica dedicata al disegno industriale, a numero chiuso nata dall’Università delle Arti Decorative di Monza nel 1922. Tra le varie sedi, Urbino risulta come primo centro italiano di alto livello per la qualificazione professionale delle varie applicazioni grafiche.

Tutte le sedi fanno parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, inserite nel comparto AFAM e offrono percorsi formativi di primo e secondo livello altamente qualificati. Il piano di studi particolarmente flessibile permette una formazione completa e attenta alle passioni degli aspiranti designer.

Polimoda Istituto Internazionale del Design e del Marketing

Il Polimoda International Institute Fashion Design and Marketing è un centro di eccellenza riconosciuto in tutto il mondo per l’alta qualità dell’offerta didattica. Infatti, ospita ogni anno più di 1500 studenti, tra cui il 70% dall’estero. Offre una formazione professionale di qualità e una metodologia di lavoro e ricerca altamente specializzate. Più che un Centro di formazione è un un polo creativo di incontro e dialogo tra visionari e opinion leader della moda, del design, della cultura e della formazione.

Accademia Italiana – Firenze, Roma

L’Accademia Italiana, fondata nel 1984 oggi ha sede a Firenze e Roma e offre corsi di vari tipi e durata in Interior Design e molte altre discipline come product design, fotografia e grafica. Questa è una delle migliori scuole di moda e di design in Italia. Infatti, collabora con le migliori università e scuole d’arte e con le più importanti aziende internazionali della moda e del design.

Tra i vari corsi offerti, sono degni di nota i corsi accademici di design del mobile e dell’arredamento e il Master di design del prodotto d’arredo. In particolare, l’accademia offre la possibilità di ottenere la laurea rilasciata dall’University of Wales. La laurea (Bachelor of Art), che si ottiene in concomitanza con il diploma dell’Accademia, consente di accedere al mondo del design internazionale.

SACI (Studio Arts College International) – Firenze

Studio Art Centers International Florence (SACI) è un’istituzione universitaria americana senza scopo di lucro, riconosciuta negli USA e in Italia. SACI offre una vasta gamma di corsi, rivolti sia a studenti universitari che a studenti post-laurea, nei campi delle arti visive, del design, del restauro, della lingua italiana e della cultura in genere.

Florence Institute of Design International

Il Florence Institute of Design International, con sede nel centro di Firenze, è una scuola internazionale di design. L’istituto è specializzato in corsi di Graphic Design, Interior Design, Forniture Design e architettura. I corsi sono rivolti a studenti provenienti da tutta Europa e da tutto il mondo. Offre master e corsi triennali che forniscono una visuale dettagliata della ricca cultura italiana, basati sulla conoscenza del design d’interni.

Florence Design Academy

Florence Design Academy è uno dei posti migliori dove poter studiare interior design, graphic e industrial design. Uno simbolo dell’apprendimento moderno e un ritrovo creativo di studenti internazionali e menti geniali provenienti da tutto il mondo.

Accademia d’Arte e Design Leonetto Cappiello

L’Accademia d’Arte e Design Leonetto Cappiello a Firenze propone corsi di interior design che affrontano argomenti come il disegno artistico e geometrico, disegno operativo, materiali, tipologie abitative, fino alla progettazione e la computer grafica. Dal 1956 con 60 anni di esperienza nell’insegnamento e nella formazione e grazie al costante aggiornamento dei suoi corsi, rappresenta un polo specializzato nel qualificare professionisti nei settori del design e della comunicazione.

L.UN.A – Libera Università delle Arti

L.UN.A. appartiene al numero limitato di scuole di élite che cercano con successo di colmare il drammatico e profondo solco tracciato da decenni tra l’Università tradizionale e il mondo delle imprese. Le attività di ricerca e sviluppo e l’assistenza ai giovani designer per il placement e per l’attivazione di start up è seguita dal centro ricerche luna.

La scuola è specializzata nella formazione della moda e del design. Ma la sua peculiarità è legata alla forza cognitiva che promana dai “progetti”: in altre parole gli allievi, fin dall’inizio vengono immersi nella complessità di una esperienza progettuale per la prosecuzione delle sperimentazioni e delle ricerche e sviluppo nei settori di competenza.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo e tu?

  • I Maestri designer italiani Vico Magistretti, i fratelli Castiglioni, Gio Ponti, Ettore Sottsass, Franco Albini, Marco Zanuso, Joe Colombo, erano prima di tutto architetti. La formazione di coloro che hanno fatto la storia del design italiano dagli anni Cinquanta in avanti, legando il loro nome a oggetti universalmente noti e oggi esposti nei maggiori musei del design del mondo, passava infatti dalla facoltà di Architettura.
  • Livelli di istruzione e ritorni occupazionali | anno 2019: Il 62,2% delle persone tra i 25 e i 64 anni in Italia ha almeno il diploma, nell’Ue il 78,7% In Italia, la quota di popolazione con titolo di studio terziario continua a essere molto bassa: il 19,6% contro il 33,2% dell’Ue. Nel Mezzogiorno rimangono decisamente inferiori sia i livelli di istruzione (il 54% possiede almeno un diploma, 65,7% nel Nord) sia i tassi di occupazione anche delle persone più istruite (71,2% tra i laureati, 86,4% nel Nord). Il divario territoriale nei tassi di occupazione dei laureati è più ampio tra i giovani e raggiunge i 24,9 punti. Migliora il tasso di occupazione dei giovani diplomati e laureati alla fine del percorso di istruzione e formazione (+2,2 punti sul 2018; 22,8 punti di divario dall’Ue).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.