PerDormire: salute, sostenibilità e innovazione per dormire bene

PerDormire è un brand di proprietà del Materassificio Montalese, storica realtà toscana specializzata nella produzione artigianale e nella distribuzione di materassi e letti 100% Made in Italy.

Abbiamo incontrato Paolo Luchi, Direttore Marketing di PerDormire, confrontandoci sui dati emersi dall’ultima rilevazione di Big Hub, in collaborazione con Business Intelligence Group, sugli acquisti nel settore Casa & Giardino in Italia durante il lockdown. 

Di seguito le riflessioni di Luchi, che ci racconta che un’azienda è intelligente quando ascolta i bisogni delle persone e come PerDormire avesse già da qualche anno lavorato sui pilastri dell’innovazione, sostenibilità, accessibilità e personalizzazione. 

PerDormire, il dormire bene Made in Italy

L’azienda, con oltre 120 negozi in Italia, oggi ha successo in tutto il mondo: è presente in oltre 40 Paesi in Europa, in America, in Asia e in Africa. Nasce nel 2000 con l’obiettivo fornire un prodotto perfetto per il dormire bene ed il benessere del sonno dell’abitante. Alla costante ricerca della precisione,  PerDormire si contraddistingue da sempre sul mercato per uno spiccato senso dell’innovazione e dell’evoluzione.

PerDormire: salute, sostenibilità e innovazione per dormire bene

PerDormire Logo

Gli abitanti italiani ci hanno detto che sono disponibili a spendere il 13% in più per prodotti attenti alla salute, ecosostenibili, personalizzati e innovativi. Cos’è che sta facendo la vostra azienda su questi temi?

La nostra azienda ha tra i suoi pilastri della marca tutti gli elementi riscontati dalla vostra ricerca, semplicemente perché siamo di fronte ad una serie di fenomeni che già si erano palesati sul mercato negli ultimi anni.

La salute è il 50% del nostro core-business, basti pensare che il nostro payoff è Design for Wellness.

In Italia PerDormire da quasi un decennio sta lavorando per cambiare il processo d’acquisto nel mondo dei letti e dei materassi. Prima di noi il letto veniva acquistato esclusivamente dal mobiliere, mentre il materasso prevalentemente dalla casa del materasso. Nel mondo di PerDormire il sistema letto viene rappresentato da una serie infinita di stili e design totalmente italiani – i nostri letti – con livelli di personalizzazione estremi (24 rivestimenti, oltre 300 colori, 43 piedini, fondi spessorati, molteplici reti ergonomiche); l’altra parte è rappresentata dal materasso che è in grado di soddisfare tutte le abitudini di riposo degli italiani grazie a oltre 25 livelli di comfort distinti.

Nel nostro caso l’innovazione non si limita al prodotto (oltre 20 brevetti industriali ed una serie di tecnologie proprietarie), ma riguarda anche l’esperienza di acquisto dove in store abbiamo i nostri Wellness Designers i quali, dopo un percorso formativo di 4 settimane (oltre ai nuovi moduli formativi che ogni anno vengono lanciati) accompagnano il consumatore italiano nella scelta del loro sistema letto, soddisfacendo le loro aspettative in termini di stile, i loro bisogni in termini di comfort e le loro disponibilità in termini di prezzo.

PerDormire: salute, sostenibilità e innovazione per dormire bene

Letto contenitore Toledo by PerDormire

Inoltre, il nuovo sito PerDormire è una milestone nel percorso di trasformazione digitale che da tempo l’azienda ha intrapreso per portare il suo Design for Wellness nella dimensione omnicanale in cui si muove oggi il consumatore, offrendo una customer experience fluida e in continuità. Con una veste grafica rinnovata, leggera e accattivante, il nuovo sito assicura una navigabilità semplice e intuitiva per accedere a tutte le sezioni: prodotti, offerte e nuovi servizi implementati, online come in negozio. Su perdormire.com il consumatore può accedere al catalogo completo: materassi, reti, strutture letto, guanciali tessili e accessori, in ogni variante di modello, colore, finiture; l’utente può costruire la propria versione, scegliendo il rivestimento e il colore. Un ulteriore passo verso la concretizzazione online di un processo d’acquisto semplice, chiaro e fluido, in una relazione senza interruzioni con il cliente. All’insegna dell’omnicanalità, online sono presenti tutte le iniziative promozionali attive nei punti vendita. Per una comodità “new normal”, sul nuovo sito è presente anche una sezione per fissare un appuntamento in negozio o per prenotare una consulenza virtuale in videochat: gli esperti Wellness Designer sono sempre a disposizione. Online è anche possibile pianificare gli stessi servizi previsti negli store. Un totale allineamento che si completerà definitivamente nel 2021 con l’implementazione dell’esperienza del configuratore 3D attraverso il quale sarà possibile passare dallo showrooming al webrooming – e viceversa – in totale fluidità, immediatezza e comodità.

Infine, il nostro brand, che si identifica sul mercato con il concetto di Design for Wellness, include nei piani aziendali programmi di sostenibilità in vari ambiti. Sul fronte della responsabilità ambientale, l’impresa è certificata al 100% “struttura verde dentro”, utilizza, infatti, solo energia proveniente da fonti rinnovabili, prodotta dai pannelli solari installati sul sito produttivo, o proveniente da impianti green, come quello idrico di Grosio (So). Riguardo alla sostenibilità sociale, PerDormire sostiene a vario titolo associazioni legate al benessere delle persone, come Fondazione ANT, realtà no profit per l’assistenza sociosanitaria domiciliare gratuita ai pazienti oncologici su tutto il territorio nazionale. O come il Pistoia Basket, storica realtà sportiva pistoiese, che disputa il campionato italiano di serie A2 e che da sempre il brand sponsorizza; o ancora la FIJLKAM, Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali di cui PerDormire è partner tecnico e al cui benessere degli atleti contribuisce con la propria tecnologia in vista di competizioni importanti, come le previste Olimpiadi di Tokyo 2021.

PerDormire: salute, sostenibilità e innovazione per dormire bene

Letto contenitore Melania by PerDormire

L’azienda, inoltre, ha sviluppato un brevetto che sanifica e semplifica le procedure di trattamento e recupero dei materassi a fine vita. Vacusan, questo è il nome della tecnologia messa a punto da PerDormire, è in grado di neutralizzare batteri e agenti inquinanti accumulati nel rifiuto, eliminandoli grazie a un particolare sistema di purificazione, e di ridurre del 70% il volume del materasso in pochi minuti. Una tecnologia che l’azienda intende rendere disponibile agli operatori della filiera di recupero e smaltimento. Ogni anno circa 1 milione e 500 mila materassi diventano rifiuti da trattare: in ottica di economia circolare Vacusan potrebbe intervenire nel processo di trattamento, semplificando e ottimizzando i passaggi di filiera e mettendo in sicurezza un rifiuto di fatto potenzialmente pericoloso. Di recente integrazione, si aggiunge la messa a punto dell’innovativa tecnologia Dormieco, basta su uno speciale filo termolabile, ovvero soggetto a decomporsi per effetto delle alte temperature. I materassi che verranno prodotti con tecnologia Dormieco sono assemblati senza usare colle o simili, ma sono semplicemente cuciti con l’innovativo filo termolabile il quale si scioglie se sottoposto a temperature molto alte, di circa 90°C ed oltre. Sciogliendosi per effetto del calore, i prodotti diventano facili da disassemblare anche con l’uso di un semplice ferro da stiro, cosicché possano essere differenziati facilmente a favore di un minore impatto ambientale nelle operazioni di smaltimento.

Abbiamo realizzato un’indagine sulle famiglie italiane per capire quanto il lockdown avesse avuto un impatto sulla loro dimensione sociale, personale e quella dei consumi. Guardando questo grafico, qual è il dato che più vi fa riflettere? E perché?

grafico ricerca di mercato italiani dopo il lockdown

Foto: Come cambieranno gli italiani dopo il lockdown – Big Hub

La prima riflessione è quanto il lockdwon sia stato un acceleratore di fenomeni sociali già in parte esistenti; nello specifico le persone si stavano già orientato ad una dimensione sociale più “verde”. La casa nel suo complesso stava già assumendo un connotato di ambiente e non più solo di dimora ristoratrice. Un ambiente, tra l’altro, con crescenti livelli di comfort e di intrattenimento (basti pensare a Netflix) che rendevano lo stare a casa con gli amici il nuovo modo di “uscire”.

Guardando questo grafico, qual è il dato che più vi fa riflettere? E perché?

Foto: Come cambieranno gli italiani dopo il lockdwon - Big Hub

Foto: Come cambieranno gli italiani dopo il lockdown – Big Hub

La riflessione in questo caso non è lontana da quella fatta per il grafico precedente, dove il lockdown non ha fatto altro che accelerare una serie di fenomeni sociali già esistenti, ma in merito alla dimensione personale mi stupisce la questione relativa alla volontà di ripensare al proprio lavoro in modalità smart-working; ecco, in questo caso non so quanto sia forte la dimensione personale oppure quella professionale che è spinta da dinamiche spesso non direttamente riconducibili alla propria volontà.

Credo che lo smart working possa essere un fenomeno che possa riguardare in futuro una parte del mondo dei servizi prevalentemente presente nelle grandi città, perché non dobbiamo scordarci che questo è un paese prevalentemente manifatturiero e dove le PMI rappresentato quasi il 90% del tessuto imprenditoriale italiano.

Guardando questo grafico, qual è il dato che più vi fa riflettere? E perché?

Foto: Come cambieranno gli italiani dopo il lockdwon - Big Hub

Foto: Come cambieranno gli italiani dopo il lockdown – Big Hub

Questo grafico genera una serie di conferme e apre a una serie di riflessioni nuove e probabilmente molto utili per interpretare meglio il prossimo futuro.

Le conferme vengono dall’orientamento verso prodotti italiani e il crescente utilizzo del commercio digitale (anche in questo caso il lockdown ha funzionato come un acceleratore di fenomeni in parte già presenti).

Mentre le nuove riflessioni si generano prevalentemente sul fatto di privilegiare l’acquisto di prodotti che durano nel tempo; visto che siamo nel mondo dell’istantaneità, dove brand di riferimento nel mondo dell’arredamento come IKEA hanno introdotto oramai da tempo  il concetto che “la vita è fatta per cambiare”, accompagnando con i propri prodotti il consumatore in ogni fase della sua vita, è evidente che questo fenomeno potrebbe effettivamente cambiare un comportamento all’acquisto che ci accompagna oramai da quasi un ventennio.

Sarà molto interessante seguire con attenzione questo fenomeno perché potrà avere un impatto rilevante nel mondo dell’arredamento che guarda alla pancia del mercato.

Guardando al futuro, qual è il contributo che la sua azienda può dare per migliorare la qualità della vita degli abitanti?

La nostra azienda è dentro un cambiamento evolutivo costante, orientato sempre al miglioramento della customer experience, ma soprattutto a migliorare decisamente la loro qualità di vita (passiamo un terzo della nostra vita a letto), dando al nostro sistema letto una dimensione di ambiente letto in cui soddisfare le molteplici attività che la nuova normalità ha portato oggi dentro le nostre camere da letto.

Infine l’ascolto, chiave fondamentale per orientare lo sviluppo dei nostri prodotti nella direzione giusta, dove gli abitanti potranno co-disegnare  i nuovi letti e materassi in modo che possano rappresentare al meglio l’ambiente letto del prossimo futuro.

Dormire bene: i consigli dell’Interior Designer

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Secondo l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia, la camera da letto è la stanza più colorata degli italiani: ben il 67% degli italiani dipinge la camera da letto principale con le pitture colorate.

Se vuoi il report completo dell’Osservatorio sulla Casa, contattaci a info@habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Particolarmente affascinata da tutto ciò che anticipa le mode, da qualche anno mi occupo di coolhunting. Sono specializzata in habitat e abitare. In Habitante trovo il mio posto perfetto nel mondo.