Decreto crescita 2019: rifinanziato il fondo di garanzia prima casa Consap

Il Decreto Crescita 2019, pubblicato alla fine di Giugno, ha introdotto alcune novità tra cui il rifinanziamento del fondo di garanzia mutuo prima casa Consap. Scopriamone a chi è destinato e quali sono i requisiti per presentare domanda.

Di lenetstan – SHUTTERSTOCK

In cosa consiste il fondo Consap

Il fondo di garanzia prima casa è uno strumento creato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in favore dei cittadini che devono acquistare la prima casa e che non hanno la liquidità necessaria per farlo. Nello specifico, per fondo Consap si intende un tipo di finanziamento per l’acquisto della prima casa assistito dalla società Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A (Consap).

Dunque, è lo Stato che garantisce fino al 50% della quota capitale del mutuo e per il 2019 si stima che il Fondo di Garanzia Consap potrà garantire mutui per circa 20 miliardi di euro.

A chi è destinato

Se prima il Fondo di Garanzia era dedicato agli under 35, dall’approvazione del Decreto Crescita del mese scorso esso è aperto a tutti i cittadini. Questo sempre che si rispettino alcune condizioni che diremo più avanti.

Restano soggetti prioritari per avere accesso ai tassi calmierati:

  • Le coppie di cui almeno uno dei due sia under 35 coniugate con o senza figli;
  • I nuclei familiari monogenitoriali con figli minori conviventi;
  • I conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari;
  •  I giovani di età inferiore a 35 anni e titolari di un rapporto di lavoro atipico.

Per questi soggetti viene applicato un tasso calmieratosui mutui stipulati tramite il fondo Consap. Per la precisione, si applica un Tasso Effettivo Globale (o TEG) non superiore al Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), reso pubblico ogni tre mesi dal Ministero dell’Economia.

I requisiti per richiedere il fondo di garanzia prima casa

Queste sono le condizioni per ottenere l’accesso al fondo di garanzia prima casa:

  • Chi stipula il mutuo (senza alcun limite di reddito o di età), non deve essere proprietario di altri immobili ad uso abitativo (ad esclusione di quelli acquisiti in eredità).
  • Il mutuo non deve superare i 250 mila euro.
  • L’immobile deve trovarsi in Italia ed essere abitazione principale e non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi). L’immobile non può neppure avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n.1072.

Sono previste tre tipologie di richieste ovvero tre modalità di acquisto della casa: 1) acquisto, 2) acquisto con ristrutturazione ed efficientamento energetico (la ristrutturazione da sola non è prevista), 3) acquisto con accollo da frazionamento (da costruttore).

Caratteristiche del finanziamento

Il tasso applicato e le condizioni del mutuo sono negoziabili con i finanziatori e l’erogazione del mutuo resta sempre facoltà dei soggetti finanziatori. Questi ultimi si impegnano a non richiedere ulteriori garanzie oltre a quella fornita dallo Stato.

Tramite il Fondo di Garanzia prima casa si può richiedere anche una garanzia per un mutuo al 100%, ovvero che copra la totalità del valore dell’immobile. In questo caso il mutuo può durare fino a 30 anni, può essere garantito per il 50% del Fondo Prima Casa Consap, sempre per un massimo di 250 mila euro e alle suddette condizioni.

Come presentare richiesta

E’ disponibile sul sito Consap o presso le banche aderenti un modulo apposito da compilare con la richiesta di accesso al Fondo di garanzia prima casa. Il modulo, insieme con la documentazione da allegare, va consegnato alla banca con la quale si è stipulato il mutuo. Ricordiamo che la banca deve aderire all’iniziativa ovvero deve aver firmato il Protocollo di intesa dell’8 ottobre 2014 con il Ministero dell’economia e delle finanze e Abi, l’Associazione bancaria italiana.

Per conoscere le banche aderenti, basta consultare il sito dell’Abi  o quello della Consap.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • ll Fondo Consap, dal suo avvio nel gennaio 2015  ha permesso di erogare più di 90 mila mutui ipotecari, il 58% dei quali a favore di giovani under 35.

Leggi anche:

Comprare o affittare una casa, cosa e come scegliere

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA