Comprare o affittare una casa, cosa e come scegliere

Cosa scegliere tra comprare o affittare una casa? Se guardiamo la percentuale di abitazioni di proprietà in Italia la risposta sembrerebbe scontata. Infatti, quasi quattro italiani su cinque, hanno almeno un immobile di proprietà. Primato europeo, davanti a Francia (65%), Germania (52%) e Svizzera (44%). Una realtà con lontane influenze storiche e favorita negli anni dell’iperinflazione, quando investire nel mattone era notevolmente redditizio. Si pensi solamente che, nel periodo dove l’inflazione superava il 10%, la rivalutazione nominale media annuale degli immobili è stata pari al 21% circa. Oggi la situazione è notevolmente mutata. Dagli anni novanta ad oggi, l’inflazione è drasticamente calata stabilizzandosi sotto il 5%. Anche la crescita annuale media dei prezzi immobiliari si è attestata al 2,5% circa.

Casa

SHUTTERSTOCK: Di 2M media

Come scegliere allora tra affitto e acquisto di un immobile?

In primo luogo, si deve far i conti con le proprie possibilità economiche. Un contratto di locazione permette, ai giovani che non hanno maturato una stabilità economica, di acquisire una prima indipendenza dalla famiglia. Inoltre, per studenti o professionisti con un incarico itinerante, garantisce la possibilità di spostarsi da un paese all’altro con molta facilità. Nel caso in cui la stabilità economica non sia un problema, bisogna comunque ponderare pregi e difetti delle due opzioni.

Acquisto abitazione

Shutterstock Di fizkes

Spesso non si valutano con attenzione gli aspetti relativi alla tassazione fiscale, alla manutenzione ordinaria e straordinaria che un immobile di proprietà richiede. Inoltre, nella maggior parte dei casi, l’acquisto dell’abitazione è subordinato all’accensione di un mutuo ipotecario. Calcolare l’importo totale restituito alla scadenza, potrebbe essere una discriminante decisiva nella scelta tra affitto e acquisto. In questo periodo però, i tassi d’interesse bancari, sono ai minimi storici.

Vantaggi di acquistare un immobile

  • Un immobile di proprietà si può modellare e personalizzare in base ai gusti ed esigenze proprie. Un aspetto che viene considerato sempre più spesso, grazie al ribasso dei prezzi delle abitazioni da ristrutturare e agli incentivi fiscali sulle ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche.
  • È possibile cogliere occasioni presenti sul mercato. In molte aree periferiche, il valore degli immobili è sceso notevolmente a seguito della crisi economica. Abitazioni di recente fabbricazione, si possono trovare a prezzi interessanti.
  • Negli ultimi anni, una delle motivazioni degli acquirenti di immobili è stata lasciare un’eredità ai propri figli.
  • Esigenza di sicurezza e stabilità soprattutto quando si acquista la prima casa. In Italia, ottenuta l’indipendenza economica e avendo un capitale da parte (spesso dato della famiglia) si opta per l’acquisto.
Palazzina

SHUTTERSTOCK: Di elxeneize

Vantaggi di affittare un immobile

  • Garantirsi un’indipendenza immediata. Qualora un giovane non avesse ancora raggiunto una stabilità economica ma vorrebbe staccarsi dall’ambito famigliare.
  • Possibilità di investire il capitale in altri settori ritenuti potenzialmente più proficui rispetto al mattone.
  • Dinamismo: capacità di spostarsi facilmente da una città all’altra, adattandosi alle dinamiche lavorative in costante mutamento.
  • Non gravarsi delle spese di manutenzione straordinaria, che sono sempre a carico del locatore.

In definitiva è meglio comprare o affittare? L’habitante dovrebbe scegliere un immobile in affitto, qualora la situazione economica-lavorativa non è ancora del tutto stabile. Se l’impiego attuale comporta una mobilità frequente o se sceglie di investire il proprio capitale in altri mercati. Comprare un’abitazione sarà più vantaggioso quando abbia volontà o necessità di abitare nello stesso luogo per un tempo mediamente lungo. Avendo a disposizione un buon capitale iniziale o qualora decida di investire sul mercato immobiliare per se o i propri figli.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il contratto di locazione è regolato dall’art. 1571 Codice civile
  •  Nel trimestre ottobre-dicembre 2018 le compravendite delle abitazioni sono state 167.068, con un balzo in avanti del 9,3% rispetto allo stesso periodo del 2017.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Di Edoardo Tardioli