Bagno in camera, come realizzarlo

Avere un bagno in camera può rivelarsi essere altamente funzionale.

Poter ricavare un ulteriore bagno nell’appartamento permette di avere un locale davvero completo e una scelta di particolare stile. Ricavare un bagno ulteriore può essere un’ottima per avere anche una maggiore privacy.

Soprattutto nelle famiglie numerose, l’idea di un bagno in più può risolvere le esigenze del mattino, quando sono tutti di fretta per andare al lavoro o a scuola e il locale è sempre occupato.

Sicuramente, ci si può ispirare agli hotel dove, seppur in dimensioni ridotte, si accede direttamente al bagno senza particolari difficoltà.

Nel caso di un’abitazione su più livelli inoltre, realizzare una camera con bagno diventa un’esigenza realmente importante.

Nella camera degli ospiti invece si assicura un’importante forma di privacy oltre al fatto di avere sempre disponibile una soluzione ospitale davvero suggestiva.

Camera da letto con bagno, come realizzarla

Per realizzare un bagno aggiuntivo in camera bisogna tener conto che si dovrà utilizzare la muratura, il cartongesso o anche pareti di vetro sabbiato.

Se si preferisce la muratura, bisognerà comunque sistemare un vetro che contribuirà a portare luce all’interno durante il giorno.

Camera da letto con vasca o con doccia?

Se non so ha abbastanza spazio per ricavare un locale bagno idoneo si possono collocare degli elementi direttamente in camera da letto e approfittare degli spazi aperti per una vasca da bagno.

Abbellirà il locale notte, oltre a conferirgli un fascino estremo, magari un modello con piedini lavorati oppure rialzata su una pedana.

Se lo spazio è ancora più ridotto invece è possibile optare per un box doccia.

Se rimane a vista o in una nicchia in camera diventerà utile nelle caldi serate estive per rinfrescarsi.

Camera con bagno: arredo

Ci sono norme che regolamentano le dimensioni.

Tra i vasi bisogna tenere una distanza di almeno 20 cm, identica misura tra questi e la parete laterale, mentre per il WC ne bastano 15. Ogni sanitario richiede uno spazio libero di almeno 55 cm.

Il lavabo deve avere almeno 20 cm, spazio sufficiente a piegare il busto in avanti per un più comodo utilizzo.

Mobili e pensili

Ottimo collocare i mobili in alto, liberando spazio sul pavimento.

Per un effetto di ambiente maggiore sarà più facile effettuare le pulizie giornaliere. È utile collocare uno specchio di grandi dimensioni in modo che lo spazio del bagno sembrerà raddoppiato.

bagno in camera

Foto di Dmitry Lobanov su Shutterstock

Camera da letto con bagno: illuminazione

La luce è importante soprattutto se si tratta di un bagno cieco perché il locale necessità di diversi punti luce che, soprattutto nelle ore notturne, permettono di accedervi senza troppe difficoltà. In questo modo la stanza acquisirà più luminosità optando per tonalità chiare e fornendo la maggior luce possibile.

L’ideale è utilizzare lampade alogene o a led che sono simili alla luce naturale, oltre ad essere le più indicate per il bagno.

Regolamento edilizio e aerazione per creare il tuo bagno in camera

Prima di procedere con la costruzione, consultare il regolamento edilizio comunale, per conoscere le dimensioni minime del locale. Solitamente, il bagno deve rispettare l’altezza minima, che va tra i 180 e i 240 cm.

Può essere realizzato anche quando non sia presente una finestra basta dotare il locale di un impianto di areazione.

Anche la camera da letto deve avere una dimensione minima che dev’essere rispettata, ovvero 9 mq per la camera da letto singola e 14 mq per la camera da letto matrimoniale.

Permesso per modifica della planimetria

Poiché si tratta di una modifica strutturale bisogna richiedere l’apposito permesso all’Ufficio Tecnico del Comune.

Il tecnico che seguirà i lavori dovrà poi redigere la pratica necessaria, che potrebbe trattarsi di una SCIA o CILA in base alle opere realizzate.

Effettuato il collaudo atto a verificare che scarichi e condutture funzionino in maniera regolare, bisognerà presentare all’ufficio del Catasto la nuova planimetria.

Le tendenze dei colori per le pareti del bagno nel 2020

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Una persona trascorre in media tre mesi della sua vita sulla tazza, e in un anno, usiamo 2500 volte il bagno, da 6 a 8 volte al giorno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

In copertina: foto di 2 M Media su Shutterstock