Viaggio alla scoperta delle ziggurat: le antiche piramidi in Iraq

Se pensi che le piramidi si trovino solo in Egitto, ti sbagli. Esistono le ziggurat, antiche meravigliose piramidi in Iraq.

Scopriamo insieme questi monumenti storici che da secoli attirano migliaia di viaggiatori da tutto il mondo.

Le ziggurat non sono le sole piramidi al mondo

In Egitto ci sono le piramidi più famose del mondo, ma non sono le uniche. Infatti, riscontriamo queste strutture simili, anche piuttosto note, in Messico, in Cina, in Cambogia, in Indonesia, in Iran e in molte altre parti del mondo. In comune, questi monumenti non hanno solamente la struttura, ma anche il fatto di avere gli stessi allineamenti astronomici. Un tema, come possiamo immaginare, che ha interessato nei secoli tanti studiosi della materia per capirne di più.

Viaggio alla scoperta delle ziggurat: le antiche piramidi in Iraq

Credits: www.pixabay.com

Le ziggurat: le prime vere piramidi mai costruite

Come abbiamo visto, oggi possiamo troviamo tantissime strutture simili nel mondo, ma le prime vere piramidi sono proprio le ziggurat, o ziqqurat, della Mesopotamia, ovvero l’Iraq odierno. L’etimologia del termine Ziggurat indica “l’essere alto” e rappresenta perfettamente le maestose dimensioni di questi imponenti edifici, dal ruolo polifunzionale. La ziggurat era, infatti, al tempo stesso un tempio, un magazzino per prodotti agricoli, un deposito idrico, un baluardo difensivo e forse anche uno speciale osservatorio astronomico.

La ziggurat non era solo un tempio religioso

La ziggurat era considerato un tempio religioso. All’interno di questa struttura nel piano più elevato era presente il santuario a cella unica. Era qui che i sacerdoti svolgevano le loro pratiche solenni, circondati dalle statue degli dei. Nella parte intermedia della ziggurat erano presenti, con molta probabilità, gli appartamenti reali e le stanze di riunioni e di rappresentanza. Il piano più basso era quello riservato a magazzini, dispense e botteghe.

Viaggio alla scoperta delle ziggurat: le antiche piramidi in Iraq

Credits: www.unsplash.com

La ziggurat di Ur: il monumento più noto

Uno degli esempi più significativi di questi palazzi-tempio è la ziggurat di Ur, situata in posizione dominante nel quartiere sacro di Ur. Questa fu fatta costruire alla fine del XXI secolo dal re Ur-Nammu ed è intitolata al Dio della luna, Nannar. Il riferimento a questa divinità fa credere che i Sumeri utilizzassero la ziggurat di Ur anche come osservatorio astronomico.

Nel XVIII secolo furono fatti i primi scavi archeologici a Ur che portarono alla luce preziosi cilindri di terracotta con iscrizioni in caratteri cuneiformi. Gli studiosi ritengono che queste iscrizioni appartengano all’ultimo re di Babilonia, Nabonido.

Come erano fatte queste maestose strutture

La struttura della ziggurat di Ur ha una pianta rettangolare che misura 63 X 42 metri e tre livelli a terrazza di dimensioni decrescenti man mano che salgono verso l’alto. Davanti a questa parte terrazzata si trova un piano sul quale poggiano le scalinate per l’accesso. La ziggurat di Ur è davvero monumentale e si può ammirare anche da molto lontano. Alcuni studiosi ritengono che in origine la sua altezza fosse di 26 metri ma col passare del tempo e per colpa dell’erosione oggi l’edificio ha perso ben 10 metri apparendo molto più basso. I materiali che compongono le murature sono mattoni crudi all’interno rivesti da un grande strato di mattoni cotti. Sono tenuti insieme da un mix di calcina di fango e bitume nella parte più bassa e dalla malta in quella superiore in modo da rendere la struttura più leggera. I mattoni erano anche decorati con dei simboli.

Viaggio alla scoperta delle ziggurat: le antiche piramidi in Iraq

Credits: www.pixabay.com

La storia più recente delle ziggurat

Sotto il regime di Saddam Hussein, negli anni ‘80, furono ricostruite parte del livello inferiore e la rampa d’accesso, ma durante la guerra del Golfo, quando, nelle vicinanze, furono allestiti un ospedale da campo italiano e una base aerea statunitense, la struttura della ziggurat fu marginalmente danneggiata. Quella di Ur è la ziggurat meglio conservata al mondo; risulta seconda solo al complesso di Choqa zanbil, che appartiene però alla cultura elamita e si trova nell’odierno Iran.

Viaggio alla scoperta delle ziggurat: le antiche piramidi in Iraq

Credits: www.pixabay.com

Visitare le ziggurat di Ur oggi

La ziggurat di Ur oggi è accessibile ai turisti, ma sono pochissimi coloro che hanno avuto la fortuna di visitarla. Nei dintorni, infatti, non c’è nulla, nessuna struttura turistica e nessuna guida che porti i visitatori alla scoperta del luogo. Inoltre, nei pressi del sito si trova una base militare pertanto la zona non viene fatta visitare dai locali con facilità.

Monastero sospeso nel vuoto in Grecia: un viaggio perfetto in solitaria

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Si ritiene che nel periodo di sua massima espansione Ur fosse la città più grande al mondo, perchè poteva contenere oltre 30 mila persone.
  • La ziggurat di Ur è stata dichiarata, nel 2016, Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, insieme ad altri luoghi rappresentativi della cultura sumera, nell’ambito delle Ahwar dell’Iraq meridionale.
  • I Sumeri furono i primi edificatori di città create attraverso imponenti opere di argini e di bonifica: le più importanti furono Ur, Uruk, Nippur e Lagash.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.