Quanti sono gli abitanti in Italia? Scopriamo in tempo reale le nascite di oggi

Una delle domande che più ci poniamo oggi in Italia è: quanti sono gli abitanti italiani? L’Italia è uno degli Stati più densamente popolati dell’Unione Europea, le cui regioni più densamente popolate sono (in ordine) la Campania, la Lombardia e il Lazio. Scopriamo il numero esatto degli abitanti in Italia.

Ma esattamente quanti sono gli abitanti in Italia in questo momento?

Forse lo avrete già sentito alla televisione o forse lo avrete già letto sul web e la risposta più o meno è sempre la stessa: ci sono circa 60 milioni di abitanti in tutta la Penisola italiana. Ma per i più “pignoli” – noi li chiamiamo curiosi – abbiamo scoperto, spulciando online, un sito che in tempo reale ci aggiorna sulle nascite di nuovi abitanti italiani, mettendo a disposizione il numero preciso della popolazione italiana.  Stiamo parlando di ItaliaOra, che in questo preciso istante ci dice che gli abitanti in Italia sono 60.351.261. Vi accorgerete il numero cambia da minuto a minuto.

ItaliaOra elabora dati provenienti dall’Istat quindi da fonti ufficiali affidabili e sicure e sul sito è possibile conoscere anche altri dati interessanti sull’economia, sul lavoro, media e comunicazione.

Abitanti in Italia

Credits Photo: Canva

Ma quanti saranno gli abitanti domani?

L’Istat ha ipotizzato un declino demografico nel nostro Paese, nei prossimi cinquant’anni. Secondo i dati, nel 2025 gli abitanti italiani saranno ben 2,1 milioni in meno rispetto ad oggi, con notevoli differenze tra nord e sud.  Il calo della popolazione nel Mezzogiorno inizierà presto, mentre nel centro-nord la popolazione sarà ancora in attivo per i prossimi tre decenni ed il declino inizierà più tardi.

Un altro dato importante è che, secondo le previsioni Istat, più del 70% degli abitanti italiani complessivi sarà, tra cinquant’anni, concentrato nel centro-nord. È vero sì che l’età media si alzerà, ma è anche vero che la natalità sarà ancora più ridotta rispetto ad oggi e la popolazione tenderà sempre di più a spostarsi verso la parte settentrionale della Penisola. L’età media della popolazione, nel 2065, dovrebbe passare da 44,7 anni a oltre 50, la durata media della vita arriverà a 86,1 anni per gli uomini e 90,2 anni per le donne (nel 2015 l’aspettativa era di 80,1 anni per i maschi e 84,6 per le femmine). Il picco di invecchiamento dovrebbe colpire l’Italia nel quinquennio 2045-50, quando i nati nel baby boom (1961-1975) passeranno dalla tarda età attiva a quella senile. A muoversi in rialzo, spiega l’Istat, sarà comunque anche la fecondità: da 1,34 a 1,59 figli per donna nel periodo 2016-2065 secondo lo scenario elaborato dall’Istituto.

Quali sono le città con più e meno abitanti in Italia oggi?

città con più e meno abitanti in Italia oggi

Credits Photo: Canva

Le città più grandi d’Italia sono Roma e Milano, che sono anche le sole città d’Italia con più di un milione di abitanti. I Comuni meno popolosi sono invece Moncenisio (in provincia di Torino), Morterone (in provincia di Lecco) e Briga Alta (in provincia di Cuneo), i cui abitanti sono rispettivamente 30, 34 e 39.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nonostante i rapidi cambiamenti, molte tradizioni e valori della famiglia tradizionale italiana restano importanti. La maggior parte degli italiani tendono a mantenere legami molto forti con i loro genitori, con i figli adulti e con gli altri parenti. Ci sono molti giovani adulti che scelgono di abitare nella casa dei genitori o comunque non lontano dall’abitazione dei genitori. La famiglia italiana si riunisce almeno una volta al giorno per la cena, mentre la famiglia allargata ai nonni, ai cugini e agli altri parenti si riunisce per alcune festività e occasioni speciali. Se i genitori sono anziani e vedovi, vengono spesso accolti in casa dai figli, in modo da facilitare le cure da dedicare loro, rimanendo delle figure molto importanti con le quali il legame dura per tutta la vita.
  • Il contatore di ItaliaOra include gli stranieri regolarmente residenti in Italia.
  • Non sono inclusi nel totale gli immigrati clandestini.
  • Nel 1957 la metà della popolazione italiana aveva meno di 31 anni, ora ne ha più di 45. In sessanta anni, dunque, il baricentro della popolazione italiana si è spostato di oltre 15 anni. Nella UE la mediana e’ passata da 32 anni a 43 anni durante lo stesso periodo.
  • L’età media delle donne alla nascita del primo figlio è di 31 anni nel 2016, in continuo aumento dal 1980 quando era di 26 anni.
  • Dal 2015 l’Italia è entrata in una fase di declino demografico e dal 2016 si è ridotta la crescita della popolazione straniera, anche per effetto delle acquisizioni di cittadinanza.
  • L’Italia è il secondo paese più vecchio al mondo, con una stima di 168,7 anziani ogni cento giovani al 1° gennaio 2018. Secondo le stime, nel 2038 lo squilibrio intergenerazionale sarà ancora più accentuato, con 265 anziani ogni 100 giovani (+57%).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi su
Scritto da