Nasa: il tuo nome su Marte. Prenota il biglietto virtuale

“Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle” – Oscar Wilde

Viaggiare, con Habitante, è anche un po’ sognare. Proprio a noi, sognatori, la NASA deve avere pensato quando ha offerto la possibilità di partecipare a una missione, almeno simbolicamente. Dovrete solo inserire, nel link che indicheremo di seguito, il vostro Nome e Cognome. Il vostro nominativo verrà inciso in un chip che sarà poi imbarcato a bordo di una sonda spaziale che verrà spedita su Marte  tra il 27 luglio ed il 5 agosto 2020, con partenza da Cape Canaveral, Florida. L’arrivo su Marte è invece previsto per il 18 luglio 2021, nel cratere Jezero.

L’intera missione, dalla partenza del razzo, all’arrivo del rover sulla superficie marziana, avrà una durata di un anno marziano (circa 687 giorni terrestri).

La Nasa vi rilascia anche un regolare biglietto “di sola andata” da mostrare orgogliosi ai vostri amici e parenti. E potrebbe essere una idea per un simpatico regalo, per un viaggio virtuale da compiere insieme a una persona cara.

Non dimenticate infatti che i vostri nomi saranno realmente sulla superficie marziana. Come documenta questa immagine dove l’autore è stato inserito insieme ad altre  2 milioni e mezzo di persone registratesi nell’ultima missione (noi italiani eravamo appena 75.093).

È LA DIVULGAZIONE, BELLEZZA!

Perché la Nasa fa questo, vi chiederete?
Siccome stiamo parlando di un ente governativo, per compiere queste missioni si utilizzano fondi ricavati dalle tasse dei contribuenti. Dunque operazioni mediatiche come queste servono a divulgare al grande pubblico l’utilità di operazioni come queste.

Sono infatti missioni utilissime, che hanno scopi nobili per la vita umana e che alimentano tecnologie che poi utilizziamo come ricadute importantissime (vengono chiamati spin-off in gergo) anche sulla Terra. Decine e decine di invenzioni pensate per lo spazio e  che vengono poi utilizzate nella nostra vita quotidiana. Dal rivestimento antigraffio degli occhiali (in origine dedicato alle visiere dei caschi degli astronauti) al materiale memory foam di cui molti materassi sono fatti (utilizzato nello spazio per proteggere dagli urti gli astronauti), passando per i dispositivi senza filo a batteria (la tecnologia risale a quando nel 1960 la Black & Decker e la Nasa idearono la prima trivella usata sulla Luna) e gli apparecchi ortodontici “invisibili” (il materiale TPA – translucent polycrystalline alumina– è stato sviluppato dal NASA Industrial Application Center).

Ma oltre alle ricadute utili, che sono un’utile conseguenza di queste missioni, tra gli obiettivi primari del rover vi sarà studiare l’abitabilità del pianeta, cercare tracce di vita passata sulla sua superficie, raccogliere e stoccare campioni da riportare a terra con future missioni, al fine di poter essere studiati con maggior efficacia.

Al seguente link, trovate una breve scheda della missione: https://mars.nasa.gov/mars2020/

PRONTI? PARTENZA, VIA!

Se dunque avete deciso anche voi di partire per il Pianeta Rosso, inserite il vostro nome direttamente sul sito della NASA, al seguente link:

https://mars.nasa.gov/participate/send-your-name/mars2020/

Di seguito i nomi dei 2.500.000 iscritti alla precedente missione tra cui anche il nome e cognome del sottoscritto “partito” insieme al lander InSight (Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport) attualmente operativo sulla superficie del Pianeta Rosso.

Il chip su cui sono stati incisi i nomi dei due milioni e mezzo di partecipanti alla scorsa missione

In sintesi le azioni da seguire sono molto semplici, e ve le riassumiamo:

  1. Andate al sito della Nasa seguendo questo link;
  2. Compilate con i dati richiesti: nome, cognome, nazione, codice postale ed email;
  3. Premete su “Send my name to Mars” e avrete il vostro biglietto personalizzato;

Per tenerci in contatto,  ISCRIVETEVI ALLA NEWSLETTER GRATUITA.  Vi terremo informati  in attesa della partenza della missione prevista tra il 27 luglio ed il 5 agosto 2020, su cui pubblicheremo un ampio articolo di aggiornamento e l’elenco dei nominativi partecipanti.

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.