Le chiese più belle della Campania

L’Italia possiede un patrimonio culturale e ambientale unico al mondo. Non solo coste, riserve e paesaggi naturali, ma ben oltre 4.000 musei, 6.000 aree archeologiche, 40.000 dimore storiche e 85.000 chiese soggette a tutela. L’Habitante viaggiatore va oggi alla ricerca delle Chiese più belle della Campania.

Alla scoperta della Campania, tradizioni e numeri di una regione conosciuta in tutto il mondo

Le Chiese più belle della Campania

1. Il Duomo di Napoli, Cattedrale di Santa Maria Assunta

Il Duomo di Napoli si erige nel cuore della città greco-romana. Si tratta di una delle chiese più belle della Campania, tra le più importanti e maestose d’Italia. La facciata del Duomo è alta circa 50 metri e dotata di tre portali: due laterali e uno centrale. I portali sono in asse con le navate laterali e le cappelle absidali dedicate ai santi. La porta di destra veniva aperta soltanto in occasione delle feste dedicate a San Gennaro e in altri pochi casi straordinari.

La facciata della cattedrale ha subito nel corso degli anni dei cambiamenti. L’interno, a croce latina, è suddiviso in tre navate lunghe 100 metri e divise da sedici pilastri con 110 colonne di granito orientale e africano. La navata centrale è larga 15 metri. Nel 1314 il Duomo fu dedicato a Santa Maria Assunta per volere di Umberto d’Ormont, originario della Borgogna.

Duomo di Napoli

shutterstock_740950738 Di Kouze59 – Duomo di Napoli

2. Il Duomo di Amalfi, Cattedrale di Sant’Andrea

Il Duomo di Amalfi è una delle chiese più belle della Campania. La cattedrale è uno degli esempi campani più affascinanti di fusione tra stile romanico e stile barocco. La facciata è riccamente decorata. La scalinata principale è composta da 62 gradini.

Il Duomo di Amalfi è dedicato a Sant’Andrea, patrono della città. All’interno dell’edificio si conservano le reliquie del Santo. Il duomo unisce differenti stili architettonici che vanno dal romanico del campanile, al barocco e al rococò, con impronte arabo-bizantine. Le decorazioni della facciata attuale sono mosaici raffiguranti Cristo in trono tra gli Evangelisti.

Duomo di Amalfi

shutterstock_146853647 Di leoks – Duomo di Amalfi

3. Monastero di Santa Chiara, Napoli

Il Monastero di Santa Chiara è uno degli esempi più belli dello stile gotico napoletano. Sorge nel centro storico di Napoli e rappresenta una delle chiese più belle della Campania. Il portale della basilica è in stile gotico. La facciata presenta una struttura a capanna ed è preceduta da un pronao a tre arcate ogivali, di cui quella centrale inquadra la porta d’ingresso in marmi rossi e gialli. In alto, al centro, si apre un rosone. Alla sinistra della chiesa si alza una torre campanaria trecentesca.

La basilica è lunga circa 130 metri, larga 40 metri e alta 45 metri. L’interno è formato da un’unica navata rettangolare, disadorna e priva di transetto. Ci sono dieci cappelle per lato sormontate da una tribuna continua e da bifore, sulla parete di sinistra, e trifore, su quella di destra.

Monastero Santa Chiara

shutterstock_91062131 Di Paolo Gallo – Monastero Santa Chiara, Napoli

4. Il Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei

Il Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario è il principale luogo di culto cattolico di Pompei nonché una delle chiese più belle della Campania e uno dei santuari mariani più visitati d’Italia. L’edificio ha una storia recente. Costruito agli inizi del Novecento, fu ampliato a cavallo delle due guerre mondiali per far fronte ad un maggiore afflusso di credenti: oggi il Santuario è meta di pellegrini da ogni parte del mondo. Ha un aspetto basilicale ed è caratterizzato da due ordini sovrapposti, ionico e corinzio.

Un maestoso campanile sorge su una palizzata in cemento armato di una superficie di circa 400 metri quadrati. Architettonicamente la struttura è costituita da tre parti: una esterna, decorata di granito grigio, una interna costituita da mattoni pressati e una terza parte centrale composta da un’armatura a castello di travi metalliche che forma una torre di collegamento. Il campanile è visibile anche a chilometri di distanza poiché è alto ben 80 metri e presenta al vertice una croce di bronzo alta 7 metri. L’attuale abside è sostenuta da due colonne di marmo grigio e da 8 colonne in marmo colorato. L’affresco della volta centrale rappresenta l’Assunzione della Vergine.

Santuario di Pompei

shutterstock_1593276832 Di Fresnel – Santuario di Pompei

5. La Chiesa di Santa Maria del Soccorso, Ischia

La Chiesa di Santa Maria del Soccorso di Ischia, dedicata alla Madonna della Neve, è uno degli esempi più particolari di architettura dell’isola partenopea, una delle chiese più belle della Campania. Le sue mura bianche riflettono la luce del sole. La chiesa del Soccorso è un singolare esempio di architettura locale.

Il sagrato si allarga in una terrazza panoramica con sedili in pietra. Al centro della terrazza si innalza una croce di pietra, il cui basamento è rivestito di piastrelle in maiolica. Le facciate laterali dell’edificio offrono un asimmetrico insieme di contrafforti, cupolette, piccole finestre quadrate, rettangolari, circolari e ovali. L’interno della chiesa è particolarmente semplice. La pianta basilicale è costituita da un’unica navata con tre cappelle laterali. La più ampia tra esse è la cappella del Crocifisso, coperta da volta a crociera e chiusa da una balaustra in marmo e ringhiera di ferro.

Le Chiese più belle della Campania

shutterstock_80740663 Di lisovsergey – Santuario di Ischia

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • All’interno della Chiesa del Soccorso di Ischia c’è la cappella del Crocifisso. Secondo la leggenda popolare, il Crocifisso ligneo fu trovato in mare da alcuni marinai bloccati a Ischia da una tempesta. Si narra che una volta cessata la tempesta, i marinai tentarono di riportare fuori il crocifisso ma non vi riuscirono perché il portone d’ingresso scompariva alla loro vista. Dopo vari tentativi, i marinai lasciarono il crocifisso sul posto, a protezione di tutti i marinai che sarebbero passati di lì. Ecco perché ancora oggi, la Chiesa del Soccorso è il simbolo che sta a protezione di Ischia.
  • Il territorio italiano è suddiviso in regioni ecclesiastiche. La regione ecclesiastica è un’istituzione cattolica, regolata dal Codice di diritto canonico nei canoni 433 e 434, che raggruppa più province ecclesiastiche e/o diocesi direttamente soggette alla Santa Sede tra loro vicine.
  • La regione ecclesiastica della Campania possiede 1.821 Chiese.

La classifica delle chiese più belle d’Italia

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web