Le Bandiere Blu Sicilia 2019

L’estate richiama una grande voglia di mare e quindi vogliamo il meglio per le nostre vacanze: vediamo quali sono le Bandiere Blu Sicilia 2019.

Cosa sono le Bandiere Blu?

Partiamo col dire cosa significa questo termine: la Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale che viene attribuito alle località balneari. È stato istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, e viene assegnato annualmente in 49 Paesi. All’inizio l’assegnazione avveniva esclusivamente nell’ambito europeo, ma più recentemente anche a livello extra-europeo, grazie al supporto e alla partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE (Foundation for Environmental Education) ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale. Essa è anche riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.

A cosa serve la Bandiera Blu?

Si tratta di un eco-label volontariato assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. L’obiettivo fondamentale del programma è di indirizzare la politica di gestione territoriale di moltissime località marittime verso un processo di sostenibilità ambientale. Importante per le località balneari italiane è possedere questo riconoscimento, perché dimostra a tutti gli effetti un inquadramento ecosostenibile da parte delle amministrazioni, nonché una migliore vivibilità per le persone.

Le Bandiere Blu Sicilia 2019

shutterstock – ciccino77

Le Bandiere Blu Sicilia 2019 sono tra le più attese in tutta la penisola italiana, poiché la Sicilia è riconosciuta come una delle mete più belle in cui trascorrere le vacanze al mare. In tutta Italia sono ben 183 i Comuni che hanno ottenuto una Bandiera Blu della FEE nel 2019, ben 8 in più rispetto allo scorso anno: 12 nuovi ingressi e 4 località che hanno perso il riconoscimento.

Quante sono le Bandiere Blu Sicilia 2019

Quella di Bandiera Blu è una filosofia dei piccoli passi, ma cose molto concrete, che nel tempo determinano il cambiamento – ha detto Claudio Mazza, presidente della FEE Italia -. I Comuni in grado di conservare il proprio patrimonio ambientale e di saperlo promuovere mostrano già di essere quelli maggiormente appetibili per il turismo, turismo che dovrà inevitabilmente riferirsi a parametri di sostenibilità sempre più stringenti per potersi rinnovare e creare benessere”.

Quest’anno ne abbiamo ben 8, ecco l’elenco completo delle Bandiere Blu Sicilia 2019:

  • Menfi – Lido Fiori Bertolino
  • Ragusa – Marina di Ragusa
Le Bandiere Blu Sicilia 2019

shutterstock – Dawid Rojek

  • Tusa – Spiaggia Lampare
  • Ispica – Ciriga (I tratto)
  • Pozzallo – Raganzino
Le Bandiere Blu Sicilia 2019

shutterstock – Gandolfo Cannatella

  • Santa Teresa di Riva – Lungomare Santa Teresa di Riva
  • Lipari – Acquacalda
Le Bandiere Blu Sicilia 2019

shutterstock – Diego Fiore

Elenco approdi Sicilia

  • Messina – Marina del Nettuno

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Una spiaggia può ottenere la Bandiera Blu se è ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. Il nome e i confini della spiaggia seguono quelli ufficiali nazionali.
  • Secondo i criteri internazionali per le spiagge in ogni località Bandiera Blu, dovrà essere individuato un referente, per trattare le questioni concernenti il Programma. La spiaggia deve essere accessibile per un’ispezione non annunciata da parte della FEE.
  • La FEE, Foundation for Environmental Education, fondata nel 1981, è un’organizzazione internazionale non governativa e no-profit con sede in Danimarca. La FEE agisce a livello mondiale attraverso le proprie organizzazioni ed è attualmente presente in 73 Paesi nei cinque continenti. L’obiettivo principale dei programmi FEE è la diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale, attraverso molteplici attività di educazione e formazione in particolare all’interno delle scuole di ogni ordine e grado.

Potrebbe interessarti anche Spiagge accessibili in Italia: com’è la situazione oggi?

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – di leoks

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.