La scala dei Turchi di Realmonte: una meraviglia sotto sequestro

La scala dei Turchi di Realmonte è una meraviglia paesaggistica italiana e si trova sotto sequestro.

La scala dei Turchi di Realmonte: bellezza naturale

In Sicilia c’è una meraviglia da visitare lungo la costa di Agrigento, un paradiso naturale plasmato dall’incessante lavoro del mare e del vento: stiamo parlando della Scala dei Turchi, una falesia bianca come il latte che si erge a strapiombo sul mare.

La Scala dei Turchi si trova a Realmonte, in provincia di Agrigento, sembra scolpita dalla sapiente mano di un artista e protegge alcune tra le più belle spiagge della Sicilia. Questo scenario unico e spettacolare si compone di una roccia sedimentaria di natura calcarea ed argillosa, la marna, dal caratteristico colore bianco.

La scala dei Turchi di Realmonte: leggenda

La scala dei Turchi di Realmonte: una meraviglia sotto sequestro

Credits: www.pixabay.com

La Scala dei Turchi sembra sospesa tra cielo e mare, e si trova non troppo distante da Porto Empedocle. Il suo nome è legato alla leggenda secondo cui il luogo era il riparo delle navi turche i quali salivano i gradoni nella roccia per a depredare i luoghi lungo la costa. Dal punto di vista geologico, invece, la tipica forma a scalinata che vediamo oggi è dovuta al processo di erosione causato da acqua e vento.

La scala dei Turchi di Realmonte: come raggiungerla

La scala dei Turchi di Realmonte: una meraviglia sotto sequestro

Credits: www.pixabay.com

Questa scogliera molto scenografica si erge tra piccole spiagge di sabbia dorata. Per poterle raggiungere occorre passeggiare lungo la scala naturale di pietra calcarea. Trovandosi lì vale davvero la pena percorrerla dall’alto della sua sommità: il panorama è bellissimo e abbraccia tutta la costa di Agrigento fino a Capo Rossello.

In questo angolo di paradiso troverete calette riparate e angoli di paradiso protette dalla roccia bianca. Costa un po’ di fatica arrivare a destinazione, ma sarete ricompensati dal paesaggio.

La scala dei Turchi di Realmonte: sotto sequestro dal 2020

La scala dei Turchi di Realmonte: una meraviglia sotto sequestro

Credits: www.pixabay.com

Da gennaio 2020 la Scala dei Turchi è sotto sequestro da parte della procura. Il piccolo tesoro di Realmonte è stato affidato alle cure della Guardia Forestale in attesa di una assegnazione definitiva. Per il futuro della spiaggia si prevedono maggiori controlli, recinzioni e telecamere.

La scala dei Turchi di Realmonte: un sito candidato a Patrimonio dell’Unesco

La scala dei Turchi di Realmonte: una meraviglia sotto sequestro

Credits: www.pixabay.com

La scala dei Turchi è un sito candidato a Patrimonio dell’Unesco

«È un sequestro d’urgenza, necessitato dal fatto che si sta approssimando la stagione turistica e che vi è un concreto pericolo per i turisti e per i bagnanti. La Scala dei Turchi è un bene che ha una valenza paesaggistica, storica, archeologica, geologica è un sito molto fragile: abbiamo registrato atti di vandalismo, gente che porta via pezzi di marna, graffiti di dubbio gusto, buchi nella scogliera, carotaggi non autorizzati. È un sito fragile perché dalla parte sommitale cadono dei massi che mettono in pericolo le persone, ma danneggiano la stessa marna bianca».

Lo ha spiegato il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, che ha firmato il provvedimento di sequestro.

«Vi è un contenzioso fra l’indagato che si ritiene proprietario, senza alcun titolo per la verità di questo sito, e gli enti pubblici e il Demanio. Noi riteniamo che un bene che abbia questo valore storico, paesaggistico, geologico – ha spiegato Patronaggio – debba essere restituito alla mano pubblica. Abbiamo ipotizzato i reati di occupazione abusiva di Demanio, ma anche altri reati perché il possessore di fatto: l’indagato non ha mai tutelato questo bene, né da un punto di vista paesaggistico, né per quanto riguarda la tutela dell’incolumità. Riteniamo che soltanto un custode pubblico possa mettere in essere le misure volte a salvaguardare l’incolumità della gente, solo il custode pubblico può garantire che il sito non venga danneggiato e possa stabilire una ordinata fruizione al pubblico».

Alla scoperta di Agrigento: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • La scala è stata magistralmente descritta da Andrea Camilleri nella sua opera La Prima indagine di Montalbano.
  • Nei pressi di questo sito c’è La Valle dei Templi con i suoi oltre 1300 ettari di estensione è il parco archeologico più vasto del mondo. Facile da raggiungere da ogni parte della Sicilia, è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.00, la domenica fino alle 13,00. Per visitarlo si può scegliere tra diversi itinerari e proposte, che comprendono anche escursioni notturne per ammirare il parco illuminato prima dalla luce del tramonto poi dalle luci dei fari che creano un’atmosfera suggestiva.
  • Nella Cattedrale di San Gerlando ad Agrigento si verifica un singolare fenomeno acustico detto portavoce. Se qualcuno parla sottovoce all’ingresso della cattedrale la sua voce si sente dall’abside. Si narra che il fenomeno fu scoperto da un imbianchino, che mentre lavorava dietro l’altare maggiore sentiva la moglie che confessava i propri peccati al confessore in fondo la chiesa.

Credits immagine in evidenza: www.pixabay.com

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.