Calendimaggio di Assisi 2019: il programma della festa di primavera

Il Calendimaggio o cantar maggio è una festa stagionale che si tiene in tutta Italia per festeggiare l’arrivo della primavera. L’evento trae il nome dal periodo in cui ha luogo, cioè il inizio di maggio.

Il Calendimaggio è una tradizione viva ancor oggi in molte regioni d’Italia come allegoria del ritorno alla vita e della rinascita: fra queste il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, l’Emilia-Romagna (ad esempio si celebra nella zona delle Quattro Province, ovvero Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova), la Toscana (Montagna pistoiese), l’Umbria, le Marche e il Molise. Questa festa viene particolarmente sentita nella città umbra di Assisi, di cui vi parliamo in questo articolo.

Fonte: Wikipedia

Calendimaggio di Assisi 2019: cos’è e come si celebra ad Assisi

L’ente Calendimaggio di Assisi organizza ogni anno un evento ricco di iniziative che coinvolgono tutti gli abitanti umbri e migliaia di turisti. Durante i quattro giorni dell’evento, la città di Assisi si colora di banchetti, sfilate e canti popolari. In occasione del Calendimaggio, ad Assisi si organizzano gare tra “Parte de Sotto” e “Parte del Sopra” della città.

La festa del Calendimaggio di Assisi è una delle versioni più amate di tutta Italia. Si celebra il primo mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dopo il 1º maggio. L’edizione 2019 si terrà il 8-9-10-11 maggio. 

Calendimaggio Assisi festa di primavera programma

Di Jaro68 – Shutterstock

In occasione dell’evento, la città si divide in due: la “Parte de Sotto”, che rappresentano i Ghibellini; la “Parte del Sopra”, che rappresentano i Guelfi. Le due fazioni tornano a combattersi, in una versione molto meno cruenta e più allegra delle guerre civili del XIV secolo. Chi vince più sfide, riceve il Palio e lo conserva fino all’anno successivo, ma non solo. Ciascuna delle due fazioni seleziona 5 giovani donne, candidate al titolo di “Madonna Primavera”.  La squadra che vince più prove, ha diritto a scegliere la regina della primavera tra le proprie fanciulle.

Festa del Tulipano: esplosione di colori a Castiglione del Lago

Il programma del Calendimaggio 2019 ad Assisi

Il programma del Calendimaggio 2019 di Assisi è ricco di eventi. Durante tutti e quattro i giorni, numerosi sono i cortei che attraversano il centro della città, da Corso Mazzini fino a Piazza Santa Chiara, dove si tiene il cuore dell’evento. Qui hanno inizio tutte le sfide.

  • CONSEGNA DELLE CHIAVI e bando di sfida  8 maggio 2019 alle ore 16.00. Il Sindaco di Assisi dà le chiavi della città al Maestro de Campo, che guiderà i giochi. In quest’occasione, la Parte de Sopra deve riconsegnare il Palio vinto nel 2018.
  • ELEZIONE DI MADONNA PRIMAVERA – 9 maggio 2019 alle ore 15.30. Le due squadre si sfidano in tre prove: tiro alla fune, corse delle slitte, tiro con la balestra. La vincitrice può nominare la Madonna 2019.
  • LA TENZONE – 10 maggio 2019 alle ore 21.30. Le due fazioni mettono in scena spezzoni di vita medievale e si sfidano con le parole e i tamburi.
  • LA SFIDA – 11 maggio 2019 alle ore 15.30. I cortei della Parti sfilano per la città e si provocano.
  • IL CANTO – 11 maggio 2019 alle ore 21.30. Le migliori voci delle due squadre mettono in scena tre brani a testa. Una gara musicale da lasciare senza fiato, dopo la quale viene assegnato il Palio alla Parte vincitrice.

I biglietti del Calendimaggio di Assisi e la diretta online

Per assistere alle gare che si terranno dentro la Piazza, è possibile acquistare i biglietti per il Calendimaggio di Assisi. Comprendono tutte e quattro le giornate, ma non lo spettacolo teatrale del  “Gruppo Nuovo Piccolo Teatro” del 10 maggio 2019. I prezzi dei biglietti partono da 70 euro, per i posti nel settore A. I posti nei settori B e C costano invece 90 euro. I bambini sotto i 4 anni non pagano.

Se non puoi partecipare di persona, puoi comunque assistere al Calendimaggio di Assisi in streaming. Sul sito della festa del Calendimaggio trovi una pagina dedicata a questa opzione. Tre telecamere trasmetteranno in diretta le sfide tra le Parti e la nomina di Madonna Primavera. Una possibilità interessante, alla quale però mancano i profumi e i colori della primavera umbra.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il Calendimaggio sulla Montagna pistoiese

Nelle province della Montagna pistoiese il Calendimaggio viene celebrato nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio e consiste nell’itinerare lungo il paese cantando i canti del Maggio sotto ogni casa. La tradizione vuole che un ramo molto grosso della pianta di ontano venga trasportato dai “Maggerini” (i cantori del maggio) e su di esso vengano appesi i doni dati nelle case. Attorno alla pianta si tenevano danze e l’elezione della reginetta del Maggio. Alla fine del percorso questo ramo, a seconda dei luoghi, poteva venire issato con i doni per diventare il palo della cuccagna. Va ricordato che il fascismo proibì queste espressioni popolari. Il Collettivo Folcloristico Montano ripropone la tradizione sulla Montagna pistoiese dal 1976 come pure da parte di altre forme associative fra le quali i Cantori Appennino Toscano dal 1977.

  • Il Cantamaggio nelle Quattro province

La celebrazione del Cantamaggio in questa zona è strettamente lagata alle questue, che prendono aspetti e nomi differenti a seconda della località in cui si tengono. Il periodo in cui si svolge sono i primi giorni di maggio, anticipato al sabato prima di Pasqua (Sabato Santo) a Romagnese (PV) o posticipato al 3 maggio (festa della Santa Croce) nella zona fra il passo del Brallo, Bobbio e Corte Brugnatella o alla prima domenica di maggio.

In val Tidone si chiama La galina grisa o La galëina grisa, a Marsaglia di Corte Brugnatella in val Trebbia Carlin di maggio (storpiatura di Calendimaggio).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by