Alla scoperta di Matera: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Matera: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

Alla scoperta della città di Matera

Siamo in Basilicata, qui si trova Matera, tra le città più antiche al mondo, ha da sempre affascinato per la sua storia e architettura. Primo sito del sud Italia ad essere dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, qui storia, arte, cultura e natura si mescolano dando vita a scenari e scorci che non trovano eguali. Quando si parla di Matera inevitabilmente il pensiero va ai suoi famosi sassi, case scavate nella roccia abitate fin dall’VIII secolo. Due i quartieri che racchiudono i sassi, il Sasso Barisano, il rione più grande, che oggi ospita la parte più commerciale e contemporanea, con negozi, ristoranti e alberghi, e il Sasso Caveoso, il quartiere più antico che conserva l’aspetto dell’originaria città rupestre. Per conoscere la storia di Matera da visitare Casa Noha, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano, dove si può vedere il film “I Sassi invisibili. Viaggio straordinario nella storia di Matera” – ideato da Giovanni Carrada e proiettato su pareti, soffitti e pavimenti delle stanze, che offre al visitatore una ricostruzione completa della storia della città dalle origini a oggi. Da visitare anche la Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio che si affaccia sul Sasso Barisano. Costruita nel XIII secolo sorge sui resti dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio, ha la facciata in stile romanico – pugliese e gli interni rimaneggiati successivamente in stile barocco. Ad accogliere i visitatori un portale riccamente decorato sormontato dalla statua della Madonna della Bruna e da un imponente rosone a 16 raggi. E la Cripta del Peccato Originale, dove ammirare l’affresco più antico d’Italia. Da non perdere poi una passeggiata nel Parco delle Chiese Rupestri del Materano, patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, con circa 150 chiese rupestri diffuse sul territorio. Tra queste la chiesa di San Pietro Barisano con la facciata in stile romanico – barocco, la chiesa di Santa Lucia alle Malve dove ammirare bellissimi affreschi tra cui quello della Madonna del Latte e la chiesa di Santa Maria de Idris scavata nel fianco del Monterrone, anche questa riccamente affrescata. Ed ancora  la cripta di San Giovanni Battista e il Convicinio di Sant’Antonio, costituito da quattro chiese rupestri raggruppate intorno ad un cortile, dedicate a San Primo, Sant’Eligio, San Donato e Sant’Antonio Abate.

matera


matera

shutterstock_By illpaxphotomatic

Gli abitanti di Matera: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Matera si chiamano materani e in totale sono 60.411 di cui 29.484 uomini 30.927 donne.

Tutti i comuni della provincia di Matera

I comuni limitrofi sono 8: (in ordine alfabetico)

Miglionico, Montescaglioso, Ginosa (TA), Laterza (TA), Altamura (BA), Santeramo in Colle (BA), Grottole, Gravina in Puglia (BA)

Le frazioni sono 4 (in ordine alfabetico)

Borgo Picciano A, Borgo Picciano B, Borgo Venusio, Lago San Giuliano

http://www.comune.matera.it/


matera

shutterstock_By illpaxphotomatic

Alla scoperta della provincia di Matera

La provincia di Matera è ricca di piccoli gioielli da scoprire. Percorsi nella natura, come nel Parco della Murgia Materana, nei comuni di Matera e Montescaglioso, dove scoprire un patrimonio storico che ha origini nel paleolitico. Qui le grotte scavate nelle pareti rocciose delle gravine sono state abitate per secoli da diverse comunità e durante il Medioevo hanno ospitato i monaci benedettini e bizantini che hanno lasciato le oltre 150 chiese scavate nella roccia del Parco delle Chiese Rupestri. E la Riserva Naturalistica Oasi San Giuliano, dove poter visitare anche il Museo Naturalistico, l’orto botanico e l’aula didattica all’aperto, per seguire lezioni di educazione ambientale. Tra le mete da visitare anche Ferrandina dove vedere la Chiesa madre di Santa Maria della Croce e poco lontano dal centro abitato i ruderi del Castello di Uggiano. Poi Craco, il paese fantasma, e l’Area archeologica Magna Grecia, tra Bernalda e Metaponto, qui, nel sito archeologico, sono conservati i resti di un tempio dorico dedicato alla dea Hera. E ancora il Parco archeologico di Metaponto sul golfo di Taranto. In questo tratto si trovano anche le spiagge più belle della Basilicata, come Metaponto, Scanzano Jonico, Nova Siri, Pisticci e Policoro. 

Le iniziative sostenibili nel mondo: a Matera i casali hi-tech

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere a Matera i riti religiosi legati alla Pasqua che si svolgono nei sassi tra rievocazioni storiche e processioni. La festa patronale dedicata alla Madonna della Bruna che si tiene ogni anno il 02 luglio, e il Presepe Vivente, che si tiene sempre nei sassi durante le festività natalizie. 

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici di Matera c’è il suo ormai celebre pane, preparato con semola di grano duro e che può essere conservato per 6-7 giorni senza perdere le sue caratteristiche. Poi i peperoni cruschi, peperoni di Senise IGP che vengono essiccati al sole e fritti, e abbinati a diverse preparazioni. Il purè di fave con cicorie, la cialledda, piatto povero che si prepara con pane raffermo e erbe spontanee, cipolle e olio extravergine. Le strascinate, pasta fresca fatta a mano, con cime di rape e peperoni cruschi, la crapiata Materana, zuppa di legumi e grano, e le orecchiette funghi e salsiccia.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Matera, con i suoi 10.000 anni, è la terza città più antica al mondo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province