Alla scoperta di Aosta: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna ad Aosta: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

Alla scoperta della città di Aosta

Siamo in Valle d’Aosta tra i paesaggi montani e un ricco patrimonio di monumenti di epoca romana. Aosta è molto conosciuta e apprezzata dagli appassionati di montagna, ma la città  ed i suoi dintorni sono anche ricchi di patrimoni artistici come chiese, conventi, forti e castelli medievali. Qui si possono ammirare l’Arco di Augusto, costruito nel 25 a.C. per festeggiare la vittoria contro i Salassi, la Porta Praetoria e il Teatro Romano, maestoso edificio dalla facciata alta 22 metri. E poi il Ponte Romano e l’area funeraria di Porta Decumana, e il Criptoportico forense, un luogo interpretato come una sorta di cerniera tra l’area sacra e i relativi edifici templari ed la pubblica piazza. Nel centro della città si può visitare Piazza Chanoux, da qui si possono ammirare i suoi palazzi storici e una spettacolare vista delle Alpi e bere un caffè al Caffè nazionale, nato intorno al 1815 sui resti del Convento di San Francesco. Da vedere anche la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dove si può visitare anche il Museo del Tesoro della Cattedrale, ed anche la collegiata e il chiostro di Sant’Orso, un complesso di edifici religiosi del V secolo, e la Basilica Paleocristiana di San Lorenzo e il MAR – Museo Archeologico Regionale, dove si può scoprire la storia della regione.


Gli abitanti di Aosta: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Aosta si chiamano aostani e in totale sono 125 666, di cui 61 423 uomini e 64 243 donne.

Tutti i comuni della provincia di Ancona

I comuni limitrofi sono 8: (in ordine alfabetico)

Charvensod, Gressan, Pollein, Saint-Christophe, Jovençan, Gignod, Sarre e Roisan.

Le frazioni sono 11: (in ordine alfabetico)

Arpuilles, Cache, Champailler, Cossan, Entrebin, Excenex, Laravoire, Porossan, Seyssinod, Signayes, Vignole.

www.comune.aosta.it


shutterstock_Di leoks

Alla scoperta della provincia di Aosta

Il paesaggio che circonda Aosta è perfetto per chi ama passeggiare e fare escursioni seguendo i percorsi di montagna, ma anche per sciare e dedicarsi agli sport invernali. Uno dei centri più conosciuti è Courmayeur, ma nei dintorni di Aosta si può visitare anche il Forte di Bard, tappa lungo la Via Francigena, un luogo di difesa attivo già dal VI secolo d.C., che ospitava sessanta soldati che difendevano i confini dell’Impero Romano. Oggi moderno museo dove poter scoprire la sua storia attraverso un percorso storico con filmati 3D e visitare al suo interno anche il Museo delle Alpi. Un altro museo da visitare è il MAV – Museo dell’Artigianato Valdostano, dedicato all’artigianato locale, che si trova a Villa Montana, nei pressi del castello di Fénis. E poi l’Area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans con il museo e parco archeologico, e le tredici sale espositive del Castello Gamba, che ospitano oltre 150 opere tra dipinti, sculture, installazioni, raccolte grafiche e fotografiche, appartenenti ad una collezione regionale che va dalla fine dell’Ottocento fino ai nostri giorni. Per gli appassionati di astronomia sono da visitare l’Osservatorio Astronomico della Regione e il Planetario a Lignan, l’unico osservatorio astronomico regionale in Italia ad aver stretto un accordo pluriennale per attività di ricerca, didattica e divulgazione con l’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Gli appuntamenti non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere ad Aosta c’è la Foire d’été Fiera d’estate, una fiera dell’artigianato locale che raduna ogni estate oltre 500 espositori esperti nelle lavorazioni tipiche della regione come tornitura, intaglio e scultura del legno, lavorazione della pietra, del ferro battuto e del cuoio, ma anche realizzazione di mobili, di attrezzi agricoli, di giocattoli, di costruzioni in miniatura, di fiori in legno e cesti di vimini. La Foire si svolge nel mese di agosto lungo le vie del centro storico di Aosta, ed è un’occasione per conoscere da vicino le eccellenze dell’artigianato di questa bellissima regione di montagna. Un’altra esperienza da non perdere è quella dell’alpeggio, ogni anno infatti, tra luglio e agosto, è possibile trascorrere un’intera giornata in alpeggio insieme a chi lavora per tutta l’estate in alta montagna allevando gli animali. In un’intera giornata si possono scoprire i ritmi della montagna dettati dalla sua natura e dagli animali e conoscere da vicino questo mondo così lontano dalle abitudini cittadine. E poi si possono assaggiare i prodotti tipici della regione come la polenta, la fontina DOP e i formaggi freschi.

I piatti tipici da assaggiare

Tra le specialità di Aosta troviamo la Fontina, il formaggio Valle d’Aosta Fromadzo, il Jambon de Bosses, prosciutto crudo speziato con erbe di montagna e il Vallée d’Aoste Lard d’Arnad, un prodotto che viene fatto maturare nei “doils”, antichi recipienti in legno di castagno o di rovere. La fontina è uno degli ingredienti principali di alcuni dei piatti tipici della zona, come la fonduta, la polenta concia, polenta di farina gialla al forno con fette di fontina e burro fuso e la Seupa à la Vapelenentse, un tipico piatto contadino a base di pane bianco raffermo e fontina coperti di burro fuso e cannella. Tra i piatti tipici anche le Costolette alla valdostana, il Civet di camoscio, le tegole e il Blanc-manger, budino con vaniglia, panna e zucchero. Da assaggiare anche il Génépy, liquore tipico, e il caffè alla valdostana, con zucchero, scorze d’arancio e limone, che si beve dopo aver acceso il fuoco al caffè infuso e grappa.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Valle d’Aosta è la patria dei campioni italiani del volo in mongolfiera. Gli Charbonnier, infatti, sono una famiglia che da generazioni organizza voli turistici in mongolfiera. Una passione che si trasmette di padre in figlio che ha permesso alla famiglia di creare una flotta composta da una quindicina di mongolfiere di varie dimensioni con basi in quasi tutta Europa, in Canada, Giappone, Australia, Russia e molti altri paesi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province