Vino solidale: un passito dal cuore grande

L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.
Sofocle

Ci sono storie che vanno raccontate ed altre che si raccontano da sole. È il caso del vino solidale “Pensiero d’Amore” prodotto dall’azienda vitivinicola Ornella Bellia di Pramaggiore in provincia di Venezia.

“Pensiero d’Amore” è un vino solidale ed unico, capace di raccogliere in sé molti significati e valori importanti. Nasce dalle prime viti di Incrocio Manzoni 6.0.13 piantate in azienda nel 1991. Mezzo ettaro di terreno contenente 2000 ceppi, che serviva a capire le potenzialità del vitigno. Vinificato per anni come bianco secco, oggi dopo le numerose vendemmie, la produzione di questa vigna è calata notevolmente. L’intuizione della famiglia Bellia è arrivata nel 2017, quando hanno provato ad appassire le poche uve provenienti dalla vecchia vigna di Incrocio Manzoni. Il risultato della vinificazione da appassimento è unico nel suo genere. Infatti è il primo vino passito prodotto con uve 100% Manzoni Bianco 6.0.13.

Pensiero d'amore

Vigneti Az. Bellia

“Pensiero d’Amore”: il vino solidale che va oltre il suo contenuto.

Viene prodotto in tiratura limitata, circa 5000 bottiglie all’anno. Ma l’esclusività non è di certo la sua caratteristica fondamentale. Con l’uscita sul mercato di questo gioiello, i Bellia hanno voluto ringraziare tutte le persone che hanno contribuito negli anni a rendere grande l’azienda di famiglia. Un gesto di riconoscenza per il duro lavoro di tutti i collaboratori. Ma il vero valore aggiunto del passito “Pensiero d’Amore” è la funzione sociale e solidale che la famiglia Bellia ha voluto attribuirgli. Un impegno preso verso coloro che nella vita sono stati meno fortunati. Infatti, parte dei proventi ottenuti dalle vendite delle bottiglie, saranno donati alla Comunità Educativa per Minori “Sicomoro” di Pramaggiore.

vino solidale

famiglia bellia

Una struttura gestita dalla Cooperativa sociale “Il Portico”, che ha il compito di educare, assistere e accogliere temporaneamente i minori con nucleo familiare impossibilitato o incapace ad assolvere il proprio compito. Un’amicizia nata diversi anni fa, quando i responsabili della comunità hanno deciso di iniziare un progetto di conoscenza dei mestieri locali. La visita del gruppo all’azienda vitivinicola ha dato inizio ad una collaborazione che si è sviluppata nel tempo, anche grazie alla passione e alla bontà della famiglia Bellia. Un’azienda che si è assunta una responsabilità sociale importante. Un modo di fare impresa etico, capace di restituire parte di ciò che riceve.

Questa è l’Italia che ci piace, questa è l’Italia del futuro.

vino solidale

Pensiero D’amore

Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno.
Madre Teresa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il Manzoni Bianco 6.0.13, conosciuto anche come Incrocio Manzoni, è il clone più famoso tra quelli ideati e messi a punto dal prof. Luigi Manzoni, preside della Scuola Enologica di Conegliano durante una serie di esperimenti condotti negli Anni 30.
  • Il Manzoni Bianco 6.0.13, vitigno autoctono della provincia di Treviso, nasce dall’incrocio tra Riesling Renano e Pinot Bianco.
  • Il nome “Pensiero d’Amore” è legato alla celebre canzone di Mal degli anni sessanta. Il cantante era presente alla serata organizzata dall’azienda Bellia, in occasione della presentazione del vino e della collaborazione con la Comunità Educativa per Minori “Sicomoro”di Pramaggiore.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA