Sapori autunnali: proprietà e benefici dei funghi

I funghi sono noti non soltanto come alimento molto apprezzato delle nostre tavole ma anche come rimedio naturale. Esistono infatti degli interessanti usi alternativi dei funghi oltre a quelli alimentari.

L’utilizzo di questo alimento non si limita alla preparazione del buonissimo risotto ai funghi, piatto della tradizione italiana ma permette di apportare molti benefici all’organismo.

Funghi: tutte le proprietà

Non tutte le specie di funghi sono commestibili. Tra i più comuni consumati a livello culinario ci sono i porcini, gli champignon, i gallinacci, i cardoncelli e i chiodini. Tutti i funghi però sono una fonte di carboidrati, proteine, sali minerali e vitamine. Tra i sali minerali presenti nei funghi troviamo calcio, ferro, manganese e selenio. I funghi contengono inoltre vitamine del gruppo B e folati.

Tra le proteine contenute nei funghi troviamo la lisina e il triptofano. I funghi sono inoltre una fonte di sostanze antiossidanti che vengono considerate utile per la prevenzione dell’invecchiamento e dei danni causati al nostro organismo dai radicali liberi.

Per molto tempo si è creduto che i funghi fossero un alimento povero di sostanze nutritive ma gli studi scientifici nel corso degli anni hanno notato che non è così e si sono resi conto, ad esempio, di quanto i funghi siano ricchi di selenio, il cui apporto nutrizionale è considerato importante per rafforzare le difese immunitarie.

Nei funghi troviamo la vitamina B3 che serve al nostro organismo per contribuire al buon funzionamento del sistema nervoso e a una corretta ossigenazione del sangue. La vitamina B2 è fondamentale per la produzione dei globuli rossi e per il metabolismo.

Funghi e benessere

Foto di Daria Mladenovic su Shutterstock

I valori nutrizionali dei funghi

I funghi sono una ricca fonte di proteine e carboidrati ma contengono anche altri nutrizionali favorevoli al nostro organismo quali fibre, ceneri, calcio, sodio, fosforo, potassio, ferro, magnesio, zinco, rame, manganese, selenio. I funghi contengono, inoltre, triptofano e lisina, vitamine del gruppo B e alcune sostanze antiossidanti.

Funghi: quali benefici portano all’organismo?

I funghi sono un valido aiuto per rafforzare il sistema immunitario, pertanto vengono impiegati come antibiotico naturale e per difendere l’organismo dai malanni di stagione. In questo periodo crescono spontaneamente perciò è anche possibile consumarli freschi. Altrimenti, durante il resto dell’anno, è facile trovarli surgelati o secchi.

Tra i benefici, c’è la capacità di abbassare il colesterolo cattivo LDL e di controllare i livelli di colesterolo nel sangue. L’assunzione di funghi viene considerata utile soprattutto durante i cambi di stagione per rafforzare l’organismo. L’ apporto calorico dei funghi non è elevato e i funghi freschi possono contenere acqua fino al 90% del proprio peso.

Tra le principali qualità dei funghi vi è la capacità di contrastare e prevenire l’invecchiamento grazie agli antiossidanti, quella di prevenire le malattie cardiovascolari e di arginare gli accumuli di colesterolo nelle arterie.

I funghi sono anche utili per favorire il metabolismo e arricchire l’alimentazione di sostanze antiossidanti. Essendo poco calorici sono l’ideale per chi ha voglia dimagrire e per chi segue diete povere di grassi.

La raccolta dei funghi

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • I funghi mantengono le proprie caratteristiche nutrizionali anche quando sono essiccati.
  • Il momento ideale per raccogliere funghi nei boschi è il mattino successivo a una notte piovosa
  • Come sappiamo, il veleno di alcuni funghi è letale. Esistono centinaia di specie di funghi e pochissimi sono commestibili.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it