Educazione alimentare nei bambini: quali sono le buone abitudini

Il cibo ha un ruolo fondamentale nella vita dei più piccoli. Per questo è importante conoscere le regole per una corretta educazione alimentare nei bambini. Scopriamole insieme.

Come migliorare le abitudini alimentari dei bambini

Ogni esperienza fatta dai bambini riguardante il cibo si rivela fondamentale per creare il suo futuro comportamento alimentare. Per questo, grazie a vari studi compiuti da organi esperti  sono state individuate delle regole per una sana alimentazione. Vediamo come impostare una buona educazione alimentare nei bambini. Per iniziare è importante assicurarsi che i bambini ricevano una porzione giornaliera di: frutta, verdura, cereali e pane. Inoltre, settimanalmente sarà bene offrire una o due porzioni di legumi, carne e pesce, uova, patate e formaggi. Sarebbe, poi, meglio limitare il consumo di salumi ad un paio di volte nell’arco del mese e concedere una volta alla settimana piatti come pizza o lasagne. Infine, è bene affermare che i tanto discussi carboidrati, “glucidi” a livello scientifico, sono necessari all’interno di una corretta alimentazione per favorire la crescita e per fornire a bambini l’energia di cui necessitano quotidianamente.

Alimentazione: come il cibo migliora il nostro benessere

Come aiutare i più piccoli a rapportarsi con il cibo

Una volta impostata una buona educazione alimentare nei bambini è necessario riuscire a far si che instaurino un buon rapporto con ogni alimento presente nel piano. Per questo esistono alcuni trucchetti per invogliare ed incuriosire i piccoli, accompagnandoli nel percorso alla scoperta del cibo. Vediamo come fare. Per iniziare si potrebbe condividere con i propri bambini il momento della spesa, osservando colori e scoprendo i profumi insieme. Potrebbe, poi, essere divertente decidere insieme quali ricette preparare, facendoli sentire dei veri chef. Inoltre, gli alimenti nuovi andrebbero inseriti gradualmente, magari creando delle salse per far provare qualcosa di nuovo senza che il bimbo neanche se ne accorga. Infine è importante educare i piccoli di casa al cibo di buona qualità, magari creando un piccolo orticello da coltivare insieme, ed essere un buon esempio da seguire, poiché ogni genitore è un modello per il proprio bambino.

Educazione alimentare nei bambini come impostarla

Educazione alimentare nei bambini: quali sono le buone abitudini Immagine di Shutterstock di Alexandr Grant

Educazione alimentare per bambini: curiosità

Forse non sapevi che per favorire il viaggio alla scoperta del cibo nei bambini è importante che questi ultimi possano esplorare la cucina, assaggiando, annusando, curiosando e perché no, mettendo le mani in pasta. Fare in modo che si sentano partecipi delle attività è fondamentale, E` bene sapere, poi, che creare un ambiente giocoso a tavola farà passare ai più piccoli quella voglia di abbandonare il pasto per tornare alle proprie attività di svago. Inoltre, è importante essere creativi nelle pietanze, poiché i bimbi sono molto abitudinari, ma con un po’ di impegno è possibile sfidare la loro curiosità. Infine, non molti sanno che ai più piccoli non piace sentirsi diversi, per questo è importante che mangino le stesse portate dei genitori e che consumino i pasti negli stessi orari del resto della famiglia, riuscendo, così, a coinvolgerli ed a farli sentire un po’ più grandi.

7 regole per una alimentazione sicura

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • I bambini non hanno tutti i giorni la stessa fame, per questo servire le stesse porzioni tutti i giorni non li aiuta a comprendere i loro segnali di sazietà
  • Il 12% dei bambini in Italia è obeso ed il 24% risulta essere in sovrappeso

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione