Ecco a cosa serve il Magnesio e quali sono gli alimenti che lo contengono

Il magnesio è un ottimo alleato per il nostro organismo: collabora al buon funzionamento del sistema cardio-circolatorio regolando il battito cardiaco e la pressione, garantisce la solubilità del calcio nelle urine contrastando la formazione di calcoli renali, mantiene in forma l’apparato muscoloscheletrico, scongiurando crampi, lussazioni e fratture.

Inoltre, il magnesio costituisce anche un ottimo rimedio depurativo, perché promuove l’eliminazione delle scorie acide. Il fabbisogno di magnesio varia in base al sesso e all’età, ed è particolarmente elevato in gravidanza, allattamento e dopo i 65 anni: in questi casi, oltre all’assunzione del minerale attraverso la dieta alimentare, è consigliabile utilizzare integratori specifici. Scopriamo insieme di più sulle proprietà del Magnesio:

Ecco a cosa serve il Magnesio e quali sono gli alimenti che lo contengono

Foto di Shutterstock

Magnesio, a che cosa serve? Ce lo spiega la dottoressa Pastore, dietista dell’Humanitas di Milano.

Manuela Pastore, nutrizionista dell’ospedale Humanistas di Milano, spiega: «Il magnesio è un minerale largamente diffuso negli alimenti ed è necessario al corpo umano per numerose funzioni: la costituzione dello scheletro, l’attività nervosa e muscolare, la regolazione della pressione arteriosa, il metabolismo dei grassi e la sintesi proteica. L’organismo di una persona adulta ne contiene circa 25 grammi, infatti viene definito un macronutriente (i micronutrienti sono presenti in termini di microgrammi), di cui circa il 60% si trova nelle ossa, una buona percentuale nei muscoli come attiva numerosi enzimi utili per i processi di produzione energetica, e solo l’1% nel sangue.

Al suo metabolismo partecipano l’intestino e i reni: il magnesio, infatti, viene assorbito dall’intestino tenue per poi essere filtrato dai reni. In genere con le urine ne espelliamo circa 120 milligrammi al giorno, ma lo perdiamo fisiologicamente anche con le feci e, naturalmente, con il sudore. Il magnesio è un minerale fondamentale, pertanto l’organismo tende a mantenere costanti i livelli cellulari compensando le carenze con le riserve presenti nelle ossa e nel fegato».

Ecco a cosa serve il Magnesio e quali sono gli alimenti che lo contengono

Foto di Shutterstock

Magnesio, quali sono gli alimenti che lo contengono?

  • Spinaci
  • Bieta
  • Carciofi
  • Broccoli
  • Cavoli
  • Cavolfiori
  • Pasta Integrale
  • Riso Integrale
  • Piselli
  • Fagioli (soprattutto neri)
  • Lenticchie
  • Ceci
  • Mandorle
  • Anacardi
  • Pistacchi
  • Noci
  • Cacao
  • Cioccolato Fondente
  • Banane
  • Fichi
  • Pesche
  • Avocado

La Dottoressa Pastore ci spiega: «La clorofilla, la sostanza che permette alle piante di trasformare l’anidride carbonica in ossigeno ed energia, è composta anche da magnesio. Ecco perché le verdure a foglia verde sono tra le fonti principali di questo minerale. L’altra grande categoria fonte di magnesio è rappresentata dai cereali in chicco interi come pasta e riso integrali. È importante sottolineare l’aggettivo “integrale”: la raffinazione dei cereali, infatti, non fa altro che eliminare la crusca e il germe pertanto circa l’80% del magnesio viene perso».

«La frutta invece, a parte banane, fichi, pesche e avocado, è piuttosto scarsa di magnesio così come agli alimenti di origine animale, carne, pesce, latte e derivati. Purtroppo tutti gli alimenti ricchi di fibra, ossalati e fitati possono ridurre la biodisponibilità del magnesio perché si legano al minerale limitandone l’assorbimento, pertanto una quota introdotta può non essere completamente a disposizione dell’organismo».

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il nome del Magnesio prende origine dalla parola greca che indica una prefettura della Tessaglia chiamata Magnesia. Il termine “magnesia” veniva in passato attribuito dagli alchimisti a numerose sostanze, chimicamente diverse ma simili per consistenza e colore, estratte nel territorio della città.
  • Joseph Black, in Inghilterra, riconobbe il magnesio come elemento nel 1755, Sir Humphrey Davy lo isolò elettroliticamente nel 1808 da una miscela di magnesia e ossido di mercurio, mentre Antoine Bussy lo preparò in forma coerente nel 1831.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by