Dieci alternative al caffè altrettanto energizzanti

Ci sono molte alternative al caffè altrettanto energizzanti e gustose.

C’è chi lo ama e chi lo odia ma il caffè resta un vanto all’italiana di cui spesso non si può fare a meno. Ci sono volte in cui però, è meglio rinunciarvi, vuoi per salute o perché esistono bevande più energizzanti che si adattano meglio alle nostre esigenze. Ecco dieci alternative al caffè che bisogna assolutamente provare!

Dieci alternative al caffè per ridurre la caffeina

Il primo motivo per scegliere una bevanda è la presenza di caffeina. Questa può avere effetti positivi sul fisico, ma il suo abuso non fa bene.

Tra i suoi effetti collaterali più comuni c’è l’insonnia. La caffeina contiene infatti metilxantina, una sostanza che stimola la concentrazione, diminuisce il senso di affaticamento e aumenta l’attenzione, agendo sul sistema nervoso centrale e può provocare appunto l’insonnia. Si consiglia di limitare quindi il consumo di caffè a non più di 3-4 tazzine al giorno. A dosi molto elevate la caffeina può provocare tachicardia e affaticare il sistema cardiocircolatorio. Anche i reni possono subirne gli effetti collaterali.

Dieci alternative al caffè naturali e gustose

Maca e ginseng: radici super

La Maca, il cui nome originario è Lepidium Meyenii, è conosciuta anche come ginseng peruviano ed è una pianta originaria del Sud America. La sua radice è ricca di proprietà benefiche ma non ha né caffeina né grassi. La Maca riequilibra il sistema cardiovascolare e quello linfatico e tonifica la muscolatura. È ricca di sali minerali come ferro, zinco, manganese, calcio, fosforo oltre a vitamine A, vitamine del gruppo B e vitamina CÈ ideale contro l’anemia, perché eleva il livello di emoglobina e, inoltre, rinforza il sistema immunitario.

Il ginseng, chiamato anche “radice uomo”, è una radice originaria della Cina, della Corea e delle regioni orientali della Russia. È usato sia come energizzante che come stimolatore del sistema immunitario. Migliora il sistema nervoso centrale, i tempi di reazione, l’attenzione e allevia l’affaticamento. Contiene vitamine del gruppo B e oligoelementi.

10 alternative al caffè

Foto di whaltns17 da Pixabay

Un caffè alternativo

Il caffè alla cicoria, preparato con le sue radici, ha molti benefici. Aiuta la digestione, disintossica il fegato e regolarizza la frequenza cardiaca. Inoltre, permette di riequilibrare la flora batterica intestinale, tiene sotto controllo la glicemia e contrasta i radicali liberi.

Il caffè al tarassaco è invece diffuso in Nord America e si produce utilizzando la radice tostata del dente di leone. Ha un sapore molto simile al caffè, ma è meno acido e amaro. È ricco di sali minerali come ferro, potassio e calcio. Depura fegato e sangue, ha capacità diuretiche e aiuta a regolare il sistema gastro-intestinale. È usato contro l’anemia e l’acne. Sconsigliato a chi soffre di calcoli renali, gastriti o ulcere.

Alternative al caffè in pianta

La Yerba Mate è una pianta originaria del Sud America che contiene matina, una sostanza simile alla caffeina ma senza effetti collaterali. Stimola il sistema nervoso centrale e aumenta l’energia. Contiene livelli molto bassi di caffeina. Ha proprietà antiossidanti e diuretiche e aumenta il metabolismo. Regola il colesterolo, la circolazione sanguigna e aumenta l’apporto di ossigeno al cuore. Contiene vitamina C, vitamine del gruppo B e la vitamina J.

Il succo di erba d’orzo è ricco di vitamine, aminoacidi essenziali, minerali ed enzimi. Contiene anche clorofilla, una fonte di magnesio utile come antibatterico, disintossicante, alcalinizzante e immunostimolante. Utile anche per i problemi alla circolazione. È ricca di sali minerali come calcio, ferro, rame, iodio, potassio, fosforo, selenio e zinco, vitamina A e vitamine del gruppo B.

10 alternative al caffè

Foto di umehanayuuki da Pixabay

I tè energizzanti e ricchi di proprietà

Il Masala chai o tè chai, è una bevanda molto diffusa in India che è un mix di tè nero e spezie tra cui zenzero, semi di cardamomo, cannella, anice, semi di finocchio, pepe e chiodi di garofano. Contiene caffeina a livelli contenuti. Ha proprietà depurative e antinfiammatorie ed è ricca di vitamina C, calcio e ferro.

Il tè matcha, chiamato anche tè verde giapponese, contiene una quantità molto elevata di antiossidanti, è depurativo e aiuta il sistema digestivo. Contribuisce ad accelerare il metabolismo, aumenta il senso di sazietà e aiuta il dimagrimento. Contiene caffeina, ma in quantità molto limitate.

Succhi alternativi

Il latte d’oro è una bevanda che ha come ingrediente principale la curcuma. Funziona come antiossidante e rallenta l’azione dei radicali liberi, favorisce la circolazione e riduce le infiammazioni. Migliora la memoria, riduce il colesterolo cattivo, allevia i dolori muscolari e articolari e riduce i rischi di pressione alta.

Il succo di grano è un mix di frumento, orzo e farro appena germogliati. È un energetico che contribuisce a contrastare la stanchezza. Dona un’elevata resistenza fisica e mentale, migliora le difese immunitarie e depura l’organismo. È ricco di sali minerali come zinco, ferro, rame, magnesio, vitamine e antiossidanti che contrastano i radicali liberi e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Malva, tutte le proprietà di questa pianta benefica

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Devono limitare in particolare la caffeina i metabolizzatori lenti, i malati di cirrosi, le donne in gravidanza e allattamento e chi soffre di gastrite e ulcera.
  • Le alternative naturali si preparano mettendo in infusione le foglie o i preparati che si trovano in erboristeria, nei negozi biologici o nei supermercati specializzati.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA