Bere il caffè verde fa dimagrire?

Si stanno riscoprendo sempre più gli ottimi benefici del caffè verde, ma uno dei motivi principali che avvicina gli abitanti al chicco verde è la questione: il caffè verde fa dimagrire? La risposta è che bere il caffè verde aiuta a perdere peso, nella misura in cui si associa una dieta equilibrata. 

Il caffè verde: alleato della forma fisica

Prima di andare a scoprire tuti i benefici del chicco verde, vi spieghiamo la differenza tra il caffè nero che siamo abituati a vedere tutti i giorni, rispetto alla qualità verde.

Caffè verde: cos’è e come si ottiene

Bere il caffè verde fa dimagrire?

Come si ottiene il caffè verde – Foto di Canva

Rispetto al caffè tostato di colore nero, il caffè verde è crudo: non subisce alcun processo di torrefazione, motivo per cui mantiene proprietà nutrizionali specifiche. Ciò che non cambia dal caffè tostato è la presenza della caffeina e, dunque, anche il caffè verde “mantiene svegli”.

Caffè verde: dalla pianta al chicco

Il caffè verde nasce dalla pianta del caffè, la Coffea Arabica, originaria dell’Africa centrale. Vengono utilizzati i semi della pianta interi, i quali vengono pestati con un mortaio, ottenendo così la polvere della materia prima. Il caffè verde viene infatti consumato tramite infusione. Per mantenere le sue proprietà nutritive e organolettiche, la temperatura non deve mai superare gli 80 gradi. 

Creare un angolo caffè in casa: idee sostenibili

Perché bere il caffè verde fa dimagrire?

La caffeina è uno degli ingredienti più presenti nei prodotti dimagranti e drenanti perché è coinvolta nello smaltimento del tessuto adiposo.
 
Di per sé non possiede un’azione dimagrante indipendente, tuttavia all’interno di un regime calorico moderato e nell’ambito di un consumo energetico elevato rappresenta un aiuto per la dieta.
Grazie alla caffeina viene stimolata la secrezione di catecolamine, adrenalina e noradrenalina, in grado di facilitare la lipolisi e intervenire sul tessuto adiposo. Contemporaneamente, si assiste a un aumento delle pulsazioni cardiache, stimolazione nervosa e flusso coronarico.
 

Le proprietà benefiche del caffè verde

Rispetto alla miscela tostata, il caffè verde crudo presenta una quantità minore di caffeina.

Inoltre, fra i benefici che contraddistinguono il caffè verde e lo rendono indicato anche nel caso dei soggetti più sensibili all’azione della caffeina, è necessario considerare che l’assorbimento appare più lento, con maggior emivita della molecola, mentre minori sono gli effetti collaterali.
Grazie al processo di assorbimento lento e continuo, la caffeina esercita un’azione salutare prolungata evitando il picco nel sangue. Fra i vantaggi relativi all’assunzione di caffè verde il suo alto potere antiossidante e il pH meno acido, in grado di risultare meno lesivo sulla mucosa gastrica.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  •  Gli abitanti italiani, si sa, amano il caffè nero: solo il 3% ne fa a meno mentre il 97% lo beve – che sia espresso, americano, cappuccino o macchiato – una o più volte al giorno
  • In media gli abitanti italiani bevono circa quattro caffè al giorno, di cui solitamente due a casa, uno al bar e uno in ufficio, principalmente in tre momenti della giornata: colazione, metà mattina e fine pasto/cena.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by