Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera?

Ogni specie vivente ha il suo bioritmo. Noi umani, con il cambiare delle stagioni (autunno – primavera), ci sentiamo più svogliati e pigri o più attivi e vivi. Gli animali, invece, affrontano 2 modi per vivere il cambio stagionale e climatico: o migrano, o vanno in letargo. Ma quali sono gli animali che escono dal letargo invernale? Dall’orso alle rane, scopriamo i dolci risvegli primaverili nel mondo selvatico.

Risveglio di primavera: quali animali escono dal letargo?

Non tutte le specie animali si addormentano profondamente per tutta la durata dell’inverno. Alcune migrano in posti più caldi per tutto il periodo di freddo, per poi ritornare in primavera. Scopriamo quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera.

Riccio

Molto sensibile ai cambi stagionali, il riccio sa quando è il momento di ‘ritirarsi’. La sua ipofisi va a stimolare il suo pancreas che va a creare più insulina, con lo scopo di produrre un polisaccaride come riserva nutrizionale, per tutto il ciclo invernale di letargo.

Nel momento del letargo, il metabolismo rallenta; dalla respirazione alle pulsazioni cardiache. La temperatura corporea si abbassa a tal punto da raggiungere le temperature esterne. Ciò è controllato da un’autoregolazione che impedisce il congelamento in caso di valori termici troppo bassi.

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – Coatesy per shutterstock

Al termine dell’autunno, il riccio, prepara la sua tana ed il suo nido con erba e foglie secche; si ciba abbondantemente e infine, si ritira per l’inverno.

Il riccio può riuscire a dormire anche per 6 settimane di fila, ma normalmente si risveglia una volta al mese.

Quando arriva la primavera, nel mese di aprile si sveglia. Inizia la stagione degli amori, che dura per tutta l’estate. 

Ghiro

Facente parte della famiglia dei roditori, il ghiro è un piccolo animale che può dormire fino a 7 mesi l’anno. Infatti è comune l’espressione “dormire come un ghiro”

Per mantenere la temperatura corporea e calmare il metabolismo, dorme raggomitolato su sé stesso.

Il suo letargo è caratterizzato da brevi risvegli, che gli sono necessari per sgranocchiare qualcosa. Si risveglia del tutto, poco prima della stagione riproduttiva. 

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – COULANGES per shutterstock

Formica

Instancabili nel lavoro e nelle attività, le formiche si rifugiano durante l’inverno per superare il freddo, riapparendo quando le temperature risultano più favorevoli.

Non tutte però spariscono. Quelle che evitano il letargo sono le stesse che si sono insediate in casa, dove non c’è il freddo esterno. 

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – Matauw per shutterstock

Pipistrello

Anche per il pipistrello, i valori vitali di respirazione e battito cardiaco, diminuiscono notevolmente durante il letargo. Anche il suo sistema nervoso viene abbassato.

Quando la temperatura esterna tocca i -10°C, l’animale inizia la sua ibernazione. Nel caso in cui dovesse scendere sotto lo 0°C, il pipistrello si risveglia e va a cercare altre zone meno fredde.

Il letargo del pipistrello non è solitario. È un letargo animale di gruppo. Intere colonie si muovono in file ordinate, scaldandosi l’uno con l’altro.

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – Ondrej Prosicky per shutterstock

Marmotta

Della famiglia delle Sciuridae, troviamo la marmotta, un roditore che rappresenta diverse specie:

  • Marmotta caudata: dalla coda lunga
  • Marmotta baibacina: una marmotta grigia
  • Marmotta bobak.

Il suo letargo dura da ottobre fino alla primavera, dove si rifugia in una profonda tana. Ma prima di ritirarsi, fa scorte di cibo, da consumare durante il letargo, accumulando grasso. La sua temperatura corporea può scendere dai 35° ai 5°.

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – AerialVision_it per shutterstock

Orso

L‘animale da letargo per eccellenza. L’orso si protegge dalle basse temperature e dalla mancanza di cibo, mantenendo uno stato di inattività, andando in letargo.

Verso la metà di aprile si risveglia, affamato e più leggero a causa della mancata nutrizione, senza subire danni muscolari. Ovviamente la prima azione è quella di procacciarsi il cibo, per poi riprendere la sua routine.

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – FRANCISCO JAVIER MIRANDA per shutterstock

Rettili e anfibi

Con l’abbassamento delle temperature e l’arrivo della siccità, i rettili si nascondono nel terreno. Scavano profonde buche, cadendo in un torpore simile al letargo dei mammiferi. Con l’arrivo del clima più mite, escono dai nascondigli.

Stesso discorso per gli anfibi. Quando arriva il freddo, cadono in letargo. Come le rane rosse, che scavano buche molto profonde, rimanendoci per tutto l’inverno. Le rane verdi acquatiche, invece, passano la stagione fredda nascoste sul fondo dei laghi e degli stagni, tra la melma. Le specie alpine, al contrario, iniziano l’accoppiamento proprio durante il letargo, per poi risvegliarsi insieme in primavera, teneramente abbracciate.

Nel letargo invernale rientrano altri molti animali, come gli scoiattoli, la puzzola, il lombrico, il procione, le tartarughe.

animali letargo

Quali sono gli animali che escono dal letargo, in primavera? – Karel Bartik per shutterstock

Letargo animale: cos’è e perché si attua?

Il letargo animale consiste in un adattamento fisico e comportamentale, al periodo invernale, col fine di ridurre il dispendio energetico.

Molti mammiferi lo mettono in atto come strategia di sopravvivenza, in modo da riuscire a passare la rigidità dell’inverno. 

C’è differenza fra andare in letargo e l’ibernazione animale. Quest’ultima assomiglia più alla morte apparente da parte di certi insetti, invertebrati e rettili. Con l’ibernazione, la temperatura del corpo si abbassa quasi allo zero, bloccando le attività metaboliche.

Effetto letargo: ecco perché in inverno dormiamo di più

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il riccio è l’unico animale della famiglia degli insettivori che va in letargo.
  • Secondo i ricercatori di Census of Marnine Life, nel corso di dieci anni di studi, si stima che nel mondo esistono 8.700.000 specie animali.
  • Secondo l’Associazione Ambientalista sarebbero 15 le specie in pericolo a rischio estinzione, sul nostro pianeta: Rinoceronte di Sumatra, Pangolino, Leopardo dell’Amur, cavallo di Przewalski, Kouprey, Lucertola delle Eolie, l’avvoltoio Gipeto, Chiurlottello, Aquila del Bonelli, Orso Bruno Marsicano, avvoltoio Capovaccaio, Bradipo Pigmeo, cetaceo Vaquita, il Lupo Rosso e l’Ara Golablu.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project