Le sette città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento Tree Cities of the World

Scopri quali sono le sette città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento Tree Cities of the World. Il premio viene attribuito sulla base di 5 punti, che prevedono la corretta gestione degli alberi, la loro valorizzazione, il loro censimento e il costante impegno per proteggere queste risorse naturali.

Il riconoscimento Tree Cities of the World

Tree Cities of the World è un programma a livello internazionale che premia le città che si impegnano nella gestione e nella cura costante degli alberi pubblici. Pertanto, ad oggi, nel mondo sono oltre 120 le città che hanno ricevuto questo riconoscimento grazie alla soddisfazione di cinque punti fondamentali:

  1. “Definisci le responsabilità”: ovvero l’esistenza di una struttura dedicata alla gestione degli alberi.
  2. “Individua le regole”: la presenza di regole specifiche.
  3. “Conosci il tuo patrimonio”: ossia l’esistenza di un censimento degli alberi.
  4. “Dedica delle risorse”: che prevede la definizione nel bilancio di risorse dedicate.
  5. “Celebra i risultati raggiunti”: grazie all’organizzazione annuale di eventi di promozione e consapevolezza relativi al tema degli alberi.
Le sette città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento Tree Cities of the World

Le sette città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento Tree Cities of the World – shutterstock Danila Shtantsov

Le sette città italiane nella classifica del Tree Cities of the World

Le città italiane inserite nella classifica del Tree Cities of the World, riconoscimento voluto dalla Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) e dalla Arbor Day Foundation sono sette:

1 Cesena: città in cui si sta ultimando la progettazione definitiva del bosco urbano con la piantumazione di 333 alberi e oltre 5 mila arbusti, per una superficie di circa 30 mila metri quadrati.

2 Milano: qui MIAMI, gestore del verde dell’intera città, dal 2017 ha garantito la messa a dimora di oltre 20.000 alberi e la manutenzione di quelli esistenti. Inoltre, ha sviluppato per il Comune il progetto Geoportale, piattaforma in cui sono censiti tutti gli alberi facenti parte del verde pubblico della città.

3 Modena: dal 2021 condivide con città di tutto il mondo e di ogni dimensione, esperienze, progetti e buone pratiche nel campo della gestione del patrimonio forestale urbano. Per di più, con il progetto si contribuisce a sensibilizzare i cittadini, la società civile e le pubbliche amministrazioni.

I benefici di passeggiare nel bosco

4 Padova: si è conquistata il riconoscimento per aver messo a dimora 1.821 alberi e per averne curati 7.184. Dunque, il patrimonio complessivo di questa città conta ben 11.223 alberi di strada e 37.734 alberi nei parchi e nei giardini pubblici.

5 Torino: città, che fa della messa a dimora di alberi e della loro cura una priorità. Infatti, aiuta a trovare delle soluzioni alle sfide globali attraverso il proprio impegno per una gestione efficace della foresta urbana.

6 San Mango D’Aquino: unico comune del sud, in provincia di Catanzaro, che ha ottenuto il riconoscimento grazie a due importanti iniziative. Ovvero, riappropriazione del patrimonio boschivo, gestito in precedenza dal Consorzio di Bonifica e il progetto di gestione ambientale del territorio su incarico dell’amministrazione comunale.

7 Lignano Sabbiadoro: città sana e sostenibile è entrata a far parte di questa importante rete globale grazie al costante impegno dedicato al verde pubblico e alla salvaguardia delle piantumazioni presenti nella foresta urbana per garantire ai cittadini un futuro migliore. Inoltre, è presente anche la laguna, con i suoi rigogliosi canneti, le barene e gli isolotti ricoperti di piante e di fiori, importante luogo per decine di specie di volatili.

Cosa sono le architetture vegetali

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Lignano Sabbiadoro conta di un’immensa pineta, un vero e proprio polmone verde. Infatti, ospita una ricca varietà naturalistica di oltre un milione e 200 mila piante che rigenerano costantemente l’aria e la rendono di qualità.
  • All’interno della piattaforma Tree Cities of the World si trova la sezione “Recognised City” dov’è possibile prendere visione delle città e dei paesi che hanno ricevuto questo riconoscimento.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.