Quanto costa avere un cane in casa?

Se stai pensando di adottare un cane e prima di lanciarti in questa fantastica avventura vuoi farti due conti in tasca per assicurarti di non avere difficoltà della gestione del tuo amico a quattro zampe, ecco quanto costa avere un cane in casa.


Partiamo dal fatto che è difficile fare una previsione completa di quanto può incidere sul bilancio la presenza di un cane in casa: questo dipende dalla taglia del cane (piccola, media o grande), dalle sue esigenze (come il pelo nel caso della toelettatura) e anche dai problemi di salute che potrebbero sopraggiungere nel corso dell’anno. Possiamo provare a fare una stima dei costi basilari annuali necessari per assicurare una vita tranquilla al cane e al tuo portafogli.

Avere un giardino curato e un cane: come farli convivere bene

Dalla ciotola alla salute: ecco quanto costa avere un cane in casa

Prima di tutto è bene informarti che anche cane il deve seguire un’alimentazione sana per evitare che viva in cattiva salute.

Quanto costa avere un cane in casa: il cibo

La spesa che riguarda l’alimentazione quando si possiede un cane è sicuramente la prima a cui bisogna pensare. Croccantini o scatolette per cani troppo economiche sono spesso sinonimo di bassa qualità e quindi potrebbero avere ripercussioni negative sulla salute di Fido. Meglio scegliere un prodotto di qualità a prezzi di fascia media. Scegli pacchi da 10-12-15-18 Kg di croccantini, sono più economici rispetto ai pacchetti da 3 Kg. Ovviamente un chihuahua mangerà meno di un alano; quindi si può affermare che per un cane che pesa massimo 20 Kg la “ciotola” costerà intorno ai 350-400 euro/anno, sopra i 20 kg di peso circa 600 euro all’anno, fino a 1800 euro per le razze più massicce e muscolose.

Quanto costa avere un cane in casa: il veterinario

Se il cane gode di buona salute e non sei costretto a correre dal veterinario per qualche problematica sopraggiunta sappi che il tuo amico a quattro zampe deve fare un paio di controlli l’anno (circa 60 euro). Vaccinazionirichiami e trattamenti antiparassitari costano circa altri 120 euro inoltre a questi bisogna aggiungere anche le spese per eventuali farmaci da somministrare a  Fido. Il costo del microchip obbligatorio si aggira sui 30 euro, per un totale base di circa 210 euro.

Spiagge a misura di cane in Italia

Quanto costa avere un cane in casa: igiene e pulizia

Tolettatura non significa solo lavare, ma curare il benessere fisico e l’igiene di Fido. Un bagno in toeletta mediamente costa dai 20 euro (cani di piccola taglia) ai 70 euro. Bagno e taglio del pelo dai 40 agli 80-90 euro se il taglio è fatto a forbice. È difficile fare una stima del costo annuo di questa voce poiché è necessario tenere in considerazione il tipo di pelo che ha il cane. Alcune razze, come ad esempio il maltese, hanno bisogno di andare in toeletta anche una volta  la mese, quelli con il pelo raso, invece solo 2-4 volte ogni anno.

Quanto costa avere un cane in casa: gli accessori che non possono mancare

Collare e guinzaglio, ciotole, cuccia/lettino, spazzola e giochi sono sì spese iniziali, ma possono ripetersi nel tempo a causa di naturale usura. Un buon lettino o una cuccia, se lavabili, costano sui 50, la spesa del resto del “corredo iniziale” si attesta (a patto che non si esageri) su altri 50-70 euro per una totale di 100-120 euro.

Non dimentichiamo, inoltre, la sterilizzazione, che oltre a evitare gravidanze indesiderate previene diversi tipi di malattie (come i tumori) e di problemi comportamentali. L’intervento in un maschio può costare tra i 220 e i 300 euro, in una femmina tra i 320 ai 430 euro.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

In totale, in Italia ci sono 9.814,106 cani registrati all’anagrafe canina.

Quasi 10 milioni di cani registrati, il 40% in più rispetto al 2015. Tuttavia questo non vuol dire che effettivamente il numero di cani sia raddoppiato. Leggi l’articolo qui sotto per approfondire l’argomento:

Quanti cani ci sono in Italia? La lista di tutte le regioni

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA