Pulire la casa risparmiando: alcune piccole regole da seguire

È possibile pulire la casa risparmiando: basterà seguire poche semplici regole.

Secondo Federconsumatori per i soli detersivi (lavatrice, ammorbidente, piatti, pavimenti, vetri, sapone mani) si spendono circa 420 euro l’anno. Una cifra considerevole, che si può dimezzare se si scelgono i prodotti alla spina o se ci si orienta verso l’autoproduzione. Non solo questo: per poter risparmiare sulle pulizie di casa, esistono numerosi accorgimenti da seguire per poter risparmiare sia tempo che denaro. Invece di comprare detergenti e accessori appositi, si può ottenere un perfetto risultato con i prodotti che si possiedono già o con materiali di recupero: si spende meno e si guadagna tempo. Vediamo alcune piccole regole da seguire.

Pulire la casa risparmiando: decluttering

Pulire la casa risparmiando: alcune piccole regole da seguire

Shutterstock – marekuliasz

La prima regola da seguire è svuotare la casa di ciò che non ci serve più: il decluttering ci aiuta in questo. Termine coniato dagli americani, decluttering significa letteralmente “disfarsi delle cose”. Ovviamente inutili. Sì, perché tutti noi abbiamo dentro casa un’infinità di oggetti, prodotti, giornali e riviste, vestiti e molto altro di cui non abbiamo più un particolare bisogno; a volte, anzi, sono cose che non utilizziamo ormai da tempo. Così tanto tempo che ci dimentichiamo della loro esistenza. Liberare la casa di queste cianfrusaglie varie ci aiuterà a ridurre il tempo di pulizia, nonché i prodotti da utilizzare.

Decluttering: vivere al meglio il nostro habitat

Pulire la casa risparmiando: pochi prodotti detergenti e selezionati

Pulire la casa risparmiando: alcune piccole regole da seguire

Shutterstock – Africa Studio

Pulire casa è un’azione vera e propria da programmare strategicamente: l’investimento di energie e di denaro deve essere commisurata alle reali esigenze che la casa presenta. Dunque, bisogna pulire casa acquistando pochi prodotti e necessari. Ad esempio: un detersivo per bucato va più che bene; non è necessario prenderne tanti altri perché convinti dalla pubblicità. Un multiuso all’ossigeno attivo con cui igienizzare le superfici andrà bene; idem per uno sgrassatore universale che aiuti a eliminare il grasso. Ancora: un detersivo unico per i piatti è importante che sia bene scelto dal punto di vista ecologico, evitando sprechi; importante tra i detersivi da avere in casa è l’acido citrico: ci aiuterà ad autoprodurre ammorbidente, brillantante, anticalcare e disgorgatore. Potete liberarvi di varechina e candeggina, per scegliere percarbonato e l’acqua ossigenata. Questi prodotti sono più che sufficienti e non presentano pesanti profumazioni chimiche che generano inquinamento indoor.

Combattere l’inquinamento indoor in 7 mosse

Pulire la casa risparmiando: pulire meno

Pulire la casa risparmiando: alcune piccole regole da seguire

Shutterstock – VGstockstudio

Il vero segreto per tenere pulita la casa senza faticare è pulirla di meno ma più frequentemente. Non aspettate di fare grandi pulizie per gli eventi importanti o diventeranno troppo stressanti da affrontare.

Pulire la casa risparmiando: rimedi naturali

La casa, come il nostro corpo, deve accogliere la natura e i suoi strumenti: affinchè sia un ambiente salutare e vivibile, evitate più possibile i prodotti chimici aggressivi e favorite quelli naturali. Il bicarbonato di sodio è una sostanza debolmente alcalina che impedisce la formazione di funghi; inoltre, assorbe gli odori legandosi alle sostanze volatili responsabili dei cattivi odori, neutralizzandole. Possiede un leggero potere igienizzante e, grazie alla sua debole alcalinità, è in grado di stabilizzare il PH delle soluzioni intorno all’8,1, inibendo così la proliferazione di germi e batteri.

Pulire la casa risparmiando: l’acqua bollente

L’acqua bollente è uno dei detergenti più potenti che abbiamo a disposizione. Neanche lo immagini che differenza passa tra pulire con acqua fredda o calda. Alcune pulizie sono raccomandabili proprio con acqua bollente per riuscire a ottenere risultati soddisfacenti: come, ad esempio, l’eliminazione dell’olio da una superficie.

Pulire la casa risparmiando: ricicla

Un metodo antico per eliminare gli odori forti era riciclare i fondi del caffè. Un modo sostenibile di riciclare quello che diventerebbe inevitabilmente un rifiuto che produciamo in casa: i fondi di caffè possono essere usati come deodorante per il frigorifero e per altri punti della casa come la cantina, la dispensa o la scarpiera. Basta lasciare asciugare i fondi di caffè estratti dalla caffettiera e, quando saranno asciutti versare la polvere in un bicchierino o in un piccolo contenitore senza coperchio. Riponendoli nello sportello del frigorifero si eviterà la formazione dei cattivi odori.

Pulire la casa risparmiando: attrezzature durature

Per poter pulire la casa senza spendere tanti soldi è necessario avere degli attrezzi che siano affidabili, sostenibili e duraturi. Uno strumento utile per pulire tutto sono i panni magici, oppure le spugne di luffa, completamente biodegradabili e leggermente abrasive.

5 consigli utili per organizzare le pulizie d’autunno in casa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Per stirare senza ferro da stiro si possono mettere i vestiti sulle grucce e posizionarli in bagno mentre si va a fare la doccia. Il vapore della doccia o del bagno caldo distenderà gli abiti, rendendoli pronti da indossare
  • I vecchi quotidiani sono perfetti per asciugare i vetri e gli specchi senza lasciare tracce di calcare o detergente. Basta spruzzare sulla superficie una soluzione a base di acqua calda e aceto, pulire con una spugna non abrasiva e infine asciugare con dei fogli di carta di giornale appallottolati.
  • Gli sgrassatori comunemente in commercio possono essere sostituiti da un prodotto fai da te che costa meno e, in più, non inquina. Per farlo basta unire in un flacone acqua bicarbonato e aceto bianco, ottimo per l’acciaio. Aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di bergamotto, eucalipto o lavanda si otterrà un prodotto dalla delicata profumazione.
  • Per eliminare bruciature e incrostazioni dalle pentole d’acciaio si possono usare Pepsi e Coca-Cola. Basta versare la bevanda sulla superficie, lasciare riposare almeno per una notte e poi spazzolare con una spazzola a setole rigide.

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – WAYHOME studio

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.